Protocollo pulizia intestinale

Uno dei fondamenti della nostra salute è certamente un intestino sano, pulito, regolare.
Questo, a mio modesto parere, è uno dei migliori protocolli mai ideati per pulire l’intestino a fondo, e andrebbe praticato sempre prima di qualunque trattamento naturale, o comunque almeno una volta all’anno come prevenzione/pulizia.
Ci tengo a informare i lettori, che questo protocollo l’ho appreso alla scuola Rudy Lanza, e poi l’ho un po’ modificato per renderlo più facilmente realizzabile.

Vi allego inoltre la mappa dei probiotici distinti per zona intestinale: forse a qualcuno potrà essere utile.
probiotici

_________________________________________________

Per tutta la durata della pulizia evitate o perlomeno riducete notevolmente alimenti come: latte, latticini, glutine, zucchero, carboidrati raffinati, carne rossa, alcol ed alimenti industriali preconfezionati.

a) 1° passo
Mettete in un bicchiere circa 30 gocce di una tintura madre o estratto fluido (meglio di Echinacea o di Camomilla, entrambi collegati in qualche modo con il sistema immunitario che ha sede al 80% nell’intestino), aggiungete 1 goccia di olio essenziale di Tea tree (Melaleuca) per uso alimentare (come ad esempio quello della Primavera Life/Flora, della Pranarom o della Vitalis), agitate un po’ il bicchiere per mescolare, aggiungete un paio di dita d’acqua e bevete al mattino a digiuno. Questo per 5-6 giorni, ma se sentite beneficio, potete prolungare per alcuni giorni. Se si avvertono dei ruttini dopo l’assunzione significa che l’olio sta facendo effetto. Nel caso in cui non sia possibile usare la tintura madre, mettere la goccia di olio essenziale in un cucchiaino raso di miele, di zucchero o di olio, poi mettetelo in bocca senza masticare e buttatelo giù con un po’ di acqua. In caso di gravidanza o di ulcera gastrica/gastrite, iniziare direttamente dal punto 2.

b) 2° passo
Conclusa la pulizia con l’olio Tea Tree, iniziate con Enterelle (Bormatech) per una pulizia di fondo non aggressiva: per 6 giorni, prendete 1 capsula dopo la colazione e 1 dopo la cena. Se sentite di continuare, potete allungare il periodo anche a 12 giorni. Enterelle va tenuto in frigorifero.

c) 3° passo
Concluse le Enterelle, passate a Bifiselle (Bromatech): per 15 giorni, prendete 1 capsula dopo la colazione, e 1 cps dopo la cena. Bifiselle va tenuto in frigorifero.

d) 4° passo
Concluse Bifiselle, passate a Ramnoselle (Bromatech): per 15 giorni, prendete 1 capsula dopo la colazione, e 1 cps dopo la cena. Ramnoselle va tenuto in frigorifero.

MANTENIMENTO
Come mantenimento è possibile scegliere uno dei seguenti prodotti per un periodo di tempo che varia da un paio di mesi (in caso di lievi problematiche intestinali) a “per sempre” con le dovute pause (in caso di problemi consistenti a livello intestinale (ma in questo caso chiedere al vostro medico):
1) Glutammina (Naturalpoint): 1 cucchiaio alla sera, che va a riparare le mucose intestinali ed è ottimo anche contro l’acidosi tessutale
2) Klamath (Nuitrmax Nutrigea): 2 con la colazione e 2 con cena per ripristinare la mucosa intestinale e per rimineralizzare l’organismo.
3) Serobioma (Bromatech): 1 dopo colazione e 1 dopo cena, ripristina le mucose intestinali

NOTA
Il protocollo di pulizia intestinale andrebbe effettuato indicativamente una o due volte l’anno, in primavera ed autunno; in caso di problematiche intestinali la frequenza dovrebbe essere maggiore.

NOTA2:
A seguito di alcune vostre domande, una gastrite si potrebbe anche riconoscere da un semplice bruciore legato all’assunzione di particolari alimenti. Chiedete al vostro medico.

Articolo aggiornato in data: 22/03/2017

Precedente Successivo

658 commenti su “Protocollo pulizia intestinale

    • Gent.le Renata, probabilmente la diarrea é dovuta alla pulizia delle Enterelle. Infatti vengono usate come primo probiotico in quanto meraviglioso pulitore. L’importante è che sia di breve durata al massimo due giorni e senza altri sintomi come vomito o altro, perchè allora può essere un malessere che non c’entra con la pulizia. Mi tenga aggiornata. Buon tutto.

    • Gabriele il said:

      Per una piccola ulcera duodenale ho provato ad assumere Pilorex ma seppur con un dosaggio minimo di una sola pastiglia dopo cena al secondo giorno mi sono trovato stomaco e intestino molto gonfi. Cosa mi consiglierebbe? Anche perchè vorrei tanto metter mano al mio intestino ma ogni volta che provo ad assumere fermenti mi succede la stessa cosa

      • Salve. Nel suo caso consiglierei piuttosto di disinfiammare la zona che probabilmente è troppo sensibile a qualunque prodotto. Proporrei Glutammina (Naturalpoint,: 1 cucchiaio ogni sera in un bicchiere di acqua) assieme a zolfo (MQC in polvere, un cucchiaino raso 2-3 volte al giorno in acqua). Per un paio di mesi almeno, perché c’è bisogno di disintossicare e disinfiammare. Nel frattempo bere bere e ancora bere. Lo stomaco ha bisogno di molta acqua e se sta così male sicuramente manca acqua (acqua e non tisane). Almeno 2 litri al giorno: solo perché è quasi gratuita non significa che non funzioni. Si metta d’impegno e vedrà che poi starà meglio. Buon lavoro.

  1. Daniela il said:

    Buongiorno Susanna, la seguo da un paio d’anni e mi trovo molto bene con i suoi consigli. Avrei tre domande:
    1) questa pulizia può essere fatta anche in soggetti con diverticolite, pregresso tumore al colon (2011 e nessuna recidiva) e recente (giugno 2014) operazione all’intestino per blocco intestinale (mia mamma 68 anni)
    2) può essere fatta anche nei bambini? Al di sopra di quale età? Io ne ho 3, fu cui 8,6 e 3 anni
    3) questo trattamento può essere fatto anche incorso di altri farmaci (leggero dosaggio ansiolitico) ?

    La ringrazio per la consueta disponibilità. Se possibile le chiederei anche un valido sostituto a Florixspore che non è più commercializzato.
    Grazie Daniela

    • Gent.ma Daniela, per patologie così importanti consiglio sempre di chiedere al proprio medico. Dal mio punto di vista non ci dovrebbero essere controindicazioni, a patto di non usare il Tea tree, ma lavorare solo con i probiotici; lo stesso discorso per il punto 3, quindi in caso di assunzione di farmaci. Con i bambini si può fare lo stesso ma usando metà dose e saltando sempre il tea tree, almeno fino ai 10 anni e non prima dei 2 anni: ma come tutto, è indicativo, meglio sarebbe chiedere al pediatra. Al posto del Florix spore io uso consigliare i probiotici della Bromatech oppure anche l’Acidophilus della Pegaso. Buon tutto.

  2. federico il said:

    Buongiorno,ho letto questo protocollo,ma ne sto facendo un altro su internet dove dicono di prendere 2 enterelle a colazione+2 a sera,mi sento la pancia molto gonfia e dolorante come mai? Inoltre sulla confezione c’è scritto di mantenere al fresco e non in frigorifero,anche perché in farmacia non è posizionata nel frigo.grazie

    • Gent.mo Federico, infatti il protocollo di 2 + 2 è troppo forte e può dare disturbi come il suo. Quindi riduca la dose dopo una sospensione di un paio di giorni e vedrà che starà meglio. Per quanto riguarda frigo/fresco, preferisco consigliare il frigo, tenuto conto che dalla partenza del prodotto dalla casa madre al consumatore, di solito ci vogliono alcuni giorni, troppo pochi perchè il prodotto si deteriori. Poi è meglio il frigo. Buon tutto.

      • annamaria il said:

        salve, ho fatto il protocollo con enterelle 2 +2 bifiselle 2+2 e ramnoselle 2+2 , solo che ho dovuto sospendere il ramnoselle perchè il bifiselle mi ha gonfiato tanto pancia e stomaco e nonostante sono gia trascorsi 30 gg sono ancora molti gonfi . come posso fare ? da circa una settimana sto assumendo il no gas giuliani ma non è cambiato nulla . Attendo risposta. grazie

        • Salve. 2 + 2 mi sembrano tante e talvolta possono dare reazioni fastidiose. Provi Acronelle Bromatech per il gonfiore e l’infiammazione: 1 dopo colazione e 1 dopo cena. Se non ha il gruppo zero, potrebbe provare anche l’Aloe Juice Vonderweid, 1 cucchiaio prima di ogni pasto. Riduca di molto: frutta, latte, latticini, prodotti lievitati, dolcificanti di qualunque tipo, alcolici, aceto, pomodori. Buon lavoro.

  3. Milva il said:

    Vorrei chiedere se questa pulizia è utile in caso di parassitosi (OSSIURI) resistenti da anni a qualunque farmaco,comunque periodicamente ripetuto

    • Gent.ma Milva (che bel nome!), questo pulizia è efficace come inizio in caso di ossiuri, ma poi andrebbe completata con una pulizia del fegato in contemporanea e assolutamente seguita da un protocollo di deparassitaggio, di cui mi sento di consigliare quello della dott.ssa Clark, che reputo altamente efficace, anche se laborioso. Infine si potrebbe concludere il lavoro con un rimedio/aiuto per la parte emotiva, soprattutto per il fatto che sono resistenti, ma anche perchè i parassiti intestinali sono sempre indice di “parassiti” mentali (cattivi pensieri, dolori non superati). In questo potrebbe aiutarla un bravo naturopata, meglio se iridologo. Buon lavoro.

      • Gabriele il said:

        Complimenti per la chiarezza della sua spiegazione. Anch’io ho a che fare con una parassitosi ma nessuno prima di lei mi aveva confermato la correlazione tra parassiti e pensieri negativi. Sono consapevole di avere dei “blocchi emotivi” derivanti da sofferenze passate che ritengo ora essersi legati a dei parassiti e che, pur nella massima consapevolezza di tali limiti non riesco a sciogliere in maniera conscia. Mi aiuto anche con la meditazione e l’ascolto di mantra per ripulire l’inconscio ma i migliori risultati li ho solo espellendo con feci e urine. Ho provato antiparassitari chimici che però mi hanno appesantito il fegato così ora mi è stato consigliata una terapia volta solamente ad alleggerirlo mentre per il tratto intestinale che avverto tutto infiammato mi è stato consigliato di assumere 1 cpr di Milonet dopo pranzo e dopo cena allo scopo di rinforzare il sistema immunitario. Ho paura ad assumerlo dal momento che finora ogni tentativo di assumere fermenti lattici mi ha sempre causato gonfiore e costipazione; cosa ne pensa? Potrebbe essere un inizio anche per risolvere i blocchi emotivi cui facevo cenno?

        • Buongiorno. Personalmente al suo posto farei prima una buona pulizia del fegato: io consiglio di solito Epadx AVD perché conosco la sua efficacia, nella misura di 1 cps prima di dormire per una settimana, poi 2 prima di dormire per un paio di mesi ed anche più. Nel frattempo inizierei un percorso per lavorare sull’emotivo (che nei parassiti c’è sempre, e di base comunque c’è una sensazione di essere indifesi).
          Dopo un paio di settimane di Epadx inizierei L’Immunity assist forte della AVD (che serve per rafforzare il sistema immunitario, mentre il Milonet è solo per la sensibilità al glutine, non lavora direttamente sull’immunitario), nella misura di 2 al mattino e due al pomeriggio a digiuno con vitamina C. Dopo un mese di tutto questo, allora inizierei la pulizia dei parassiti ma con calma, ad esempio: fare 5 giorni solo il primo giorno. Se poi tutto va bene, allora iniziarlo sul serio. Il link è il seguente: http://metamedicina.altervista.org/parassiti-intestinali-eliminarli/
          Finito il tutto, tenterei di iniziare con un probiotico specifico, come Acronelle Bromatech, che è specializzato per le infiammazioni. Buon lavoro.

  4. Viola il said:

    Gentile Susanna,
    le sono grata molto per le indicazioni, da tempo pensavo di assumere i fermenti per riequilibrare l’intestino e ora grazie al suo sito ho un’idea di modi e dosi di somministrazione!
    Avrei qualche domanda, spero non troppe.
    1) Posso inserire in questo protocollo anche Femelle per eventuale riequilibrio della flora batterica vaginale? Eventualmente in che modalità?
    2) Da quasi due anni soffro di ripetute infiammazioni agli occhi, che sono risultate essere infiammazioni da stafilococco, contratte mentre allattavo mio figlio ed avevo difese immunitarie deboli. Ho già fatto due terapie con collirio antibiotico, dopo pochi giorni o settimane l’infiammazione torna. Ripristinare l’equilibrio del microbiota intestinale può servire? Mi consiglia altre soluzioni?
    3) Conosce il metodo yogico per la pulizia intestinale shank prakshalana, consistente nell’ingerire ed evacuare nel corso di una mezza giornata vari bicchieri di acqua salata? Mi è stato consigliato dalla mia insegnante yoga, non l’ho ancora messo in pratica. Me lo consiglia? Lo posso associare al suddetto protocollo (ho inziato giusto stamattina ad assumere il tea tree)?
    4) Quest’ultima domanda forse non è pertinente, ma mi sta molto a cuore. Mio figlio di due anni e mezzo ha raffreddore quasi ininterrottamente da oltre un anno. Per il resto è sano, vivace e si ammala di rado. Ma ora il naso è proprio otturato e gli provoca apnee notturne. A parte l’aerosol con fiale al propoli (Apix), si sente di consigliarmi altro?
    La ringrazio in anticipo per la disponibilità,
    Buona giornata,
    Viola

    • Gent.ma Viola, può inserire Femelle nel protocollo alla fine, finite le Ramnoselle: sempre 1 cps dopo colazione e 1 dopo cena. Per quanto riguarda sua figlio, le modalità fanno pensare ad una intoleranza alimentare: dovrebbe provare a togliere per un paio di settimane tutto il glutine (quindi mangiare solo riso e mais) e latte/latticini. Credo che vedrà delle differenze. In ogni caso andarebbe fatto vedere da un medico/naturopata che ne guardi costituzione e morfologia, di modo che studi un programma di disintossicazione completo, di modo che il glutine non provochi più questi disturbi. Per i punti 2 e 3 non posso dare una risposta precisa, in quanto non la conosco, non l’ho mai vista di persona e non posso fare delle ipotesi generiche. Gli occhi sono collegati al fegato ma a parte questo, le motivazioni possono essere molteplici (parassiti intestinali, fegato appesantito, blocco emotivo, allergia ad una sostanza, eccetera). Lo stesso per il metodo yogico che conosco ma che ovviamente, non è indicato a tutti. Le consiglio vivamente di cercare un naturopaa della sua zona, qualcuno a cui affidarsi per risolvere tutti questi disturbi che, anche se di lieve entità, denunciano una presenza di tossine nell’organismo. Buona vita.

      • Viola il said:

        Leggo solo ora la sua risposta e la ringrazio infinitamente. Il protocollo mi ha giovato. Per mio figlio ho appunto contattato una pediatra allergologa, naturopata e omeopata. Per me, sono in cerca della strada o della persona giusta. Buona vita a lei!

        • Sono sempre stata convinta, cara Viola, che ci cerca (prima o poi) trova. La differenza fra chi trova e chi no, sta solo nella costanza e nella determinazione del cercare. Le auguro ogni bene, buona vita 🙂

    • Gent.ma Serena, dai 3 anni in poi è possibile fare questo protocollo di pulizia ma dimezzando le dosi. Per la stitichezza di suo figlio, prenda l’abitudine di iniziare pranzo e cena con verdura fresca di vario tipo; l’essenziale è che lo facciate tutti in famiglia, non solo il bambino. Questo è uno dei migliori modi per attivare gi enzimi, aumentare la massa fecale efare scorta di minerali e vitamine. E sempre verdure di stagione. Dia anche unocchiata all’articolo sulla stipsi nell’infanzia. Buon tutto.

  5. Domenico il said:

    Buongiorno. Ho fatto il ciclo di probiotici come indicato con grande successo. Che prodotto posso usare come mantenimento a lungo termine? Grazie mille

    • Gent.mo Domenico, quello che potrebbe fare è sicuramente continuare con una alimentazione che limiti fortemente gli alimenti di cui si parla in questo articolo, in abbinamento ad una buona pulizia del fegato per almeno un paio di mesi. Io solitamente consiglio prodotti come l’Epaphit o l’Epadx della AVD, ma ce ne sono molti altri. Potrebbe anche prendere in considerazione l’idea di usare anche un drenante renale per fare un ciclo completo su tutti gli emuntori del nostro corpo, come ad esempio con il Fitodrena R della Pegaso, magari in contemporanea con un prodotto che apporti una buona dose di antiossidanti. Ma sempre con l’approvazione del suo medico di base. Poi, se sarà necessario, un domani potrà ripetere il protocollo di pulizia intestinale. Buon tutto.

      • Domenico il said:

        Malissimo. Ed è migliorato molto con il ciclo Bromatech e dunque volevo continuare. Di probiotici ce ne sono tantissimi e volevo un aiuto per sceglierne uno da prendere a lungo termine.

        • In questo caso potrebbe continuare con Bifiselle se la sua esigenza è andare ogni giorno regolarmente in bagno, oppure provare Citogenex per aiutare il sistema immunitario e tutto l’intestino a funzionare meglio. Bifiselle 1 al giorno dopo colazione, e Citogenex 1 dopo colazione e 1 dopo cena per 2 settimane, poi ne basta solo 1. Questo potrebbe essere un buon proseguimento, per poi magari continuare con un Acidophilus, ad esempio della Pegaso. Ovviamente limitando gli alimenti citati in questo articolo.

  6. Domenico il said:

    Grazie mille. Le giro una controproposta. Visto che già prendo un potente multivitaminico/minerale della Solgar, e tanta vitamina C, volevo integrare a parte inulina come prebiotico e un probiotico che abbia più ceppi possibili, e in grande quantità. Ho fatto un po’ di ricerche e il più potente e completo mi sembrava il Vsl3, su cui mi stavo orientando. Ma ce ne sono tanti altri: tipo yovis symbiolact nutriflor naturaflora ferzym plus Long Life Duodophilus ecc. oltre ai produtti Bromatech…

    • Gentle Domenico, non conosco i prodotti che lei mi cita, avendo lavorato con grandi soddisfazione con i probiotici Bromatech, Pegaso, AVD e Solgar. Se lei si trova bene continui con quelli. Ognuno di noi è diverso ed è giusto così. Buona giornata.

  7. Daniela il said:

    Buongiorno Susanna,
    in tema di probiotici sono anch’io sempre interressata perchè convinta che l’immunità sia fortemente collegata alla buona funzionalità dell’intestino.
    Citogenex 1 dopo colazione e 1 dopo cena per 2 settimane, poi solo 1.: può essere applicabile anche per bambini? Io neo ho di cui 8, 6 e 3 anni.
    Questo in alternativa ad Acidophilus della Pegaso (che però accidenti costa parecchio!! qualche altra valida alternativa più economica?).
    Ma in linea generale i probiotici andrebbero assunti giornalmente o è consigliabile fare a ciclo ? in quest’ultimo caso con quale frequenza e cadenza? se possibile le chiederei uno schema sia per bambino che adulto.
    Preciso che ho tolto quasi completamente il latte vaccino, passando a quello di soia. Più difficile eliminare gli zuccheri (coi bambini…). però cerco sempre di integrare l’alimentazione con frutta fresca, qualche noce e minestroni di verdure.
    La ringrazio per la sua sempre disponibilità e professionalità.
    Daniela

    • Gent.ma Daniela, i prodotti della Bormatech possono essere dati anche ai bambini, ma fino ai 3 anni metà dose. Conosco l’Acidophilus della Pegaso, è un buon prodotto, ma svolge una funzione diversa dal protocollo di pulizia proposto: può usarlo comunque come mantenimento. Come tutte le cose è meglio fare dei cicli (va bene quello proposto in questa pagina, anche due volte all’anno o più se necessario, dipende da persona a persona, da alimentazione ad alimentazione), tranne in casi personali in cui è necessario reimpiantare la flora ogni giorno (ad esempio in chi assume gioprnalmente antibiotici). Ma in ogni caso è necessario chiedere al proprio medico o pediatra. I probiotici buoni costano per la loro lavorazione complessa, ma questo è garanzia di buona funzionalità. Buona vita.

      • anna il said:

        gentile dottoressa ho letto con interesse l’articolo per la pulizia intestinale e rispettive risposte mi sono stati dati questi prodotti Enterelle 2 x 7 giorni, Bifiselle 2 per 7 giorni e infine adomelle 2 per 15 giorni, volevo chiedere se questo ciclo si può fare 2 volte l’anno e poi nel resto dei mesi cosa si può prendere a piccoli cicli mensili, io ho avuto i diverticoli e resezione intestinale e mi hanno anche tolto la cistifellea, il ciclo con i prodotti bromatech l’ho fatto l’anno scorso e ho visto che a livello bronchiti e raffreddori hanno fatto qualcosa meno per la stitichezza che è arrivata dopo la resezione intestinale ringrazio per la risposta anna

        • Gent.ma Anna, ci tengo a dirle per prima cosa che non sono medico, ma naturopata. Il protocollo Bromatech va benissimo per 2 volte all’anno, ma anche 3 se per qualche motivo l’intestino perde il suo prezioso equilibrio. Per il rimanente può predendere dei probiotici di supporto come ad esempio il Maximum Bio Flor 20 della Avd, oppure l’Achidophilus della Pegaso. L’importante rimane comunque la dieta, visto che bronchiti e raffreddori sono legati alla produzione di muco, solitamente legata all’assunzione di latte, latticini e glutine. Per la stitichezza la invito a provare l’agar agar e magari anche il magico Hericium. In ogni caso le consiglio di chiedere consiglio al suo medico. Buon tutto.

  8. Marco il said:

    Ciao Susanna bravissima, mi piace molto come hai risposto e come hai spiegato la utilizzo dei prodotti bromatech. Saluti da un collega Naturopata IRL
    Marco

  9. Paola il said:

    Carissima Susanna, ieri una donna mi ha consigliato questo protocollo: le vorrei chiedere dei consigli. A causa di un’influenza troppo aggressiva (probabilmente non era da virus ma batterica) ho inizalmente preso 30 gg x 2 volte al giorni di u prodotto che si chiama Fitotree (contenente GSE, Tea treeoil + o.e. rosmarino e o.e. timo), poi siccome stava un po’ degenerando ho deciso di prendere un antibiotico, fra l’altro lo stesso consigliatomi dal medico per provare a curare un Ureaplasma urealticum che mi provoca infezione vaginale da 9 anni; sia prima, durante che dopo ho preso dei probiotici (Prolife forte 10, in flaconcini con 10 miliardi di fermenti di cui Lactobacillus casei, B. coagulans, L. plantarum, L.helveticus, L.,Acidophilus, L. gasseri, L. brevis, Bifidpbacterium lactis, Streptococcus termophilus,Lactobacillus rhamnosus più vit gr.B e glucoligosaccaride) ma dopo la cura mi è comparsa la Candida in bocca e i sintomi dell infiammazione vaginale sono tornati più forti (per quest’ultima ho preso sia durante che dopo il Normogyn, pastiglie vaginali contenenti lactobacilli vaginali). Ho iniziato a fare una pulizia della lingua con garza sterile imbevuta in una tazza d’acqua con bicarbonato e 10gg di Fitotree (contenente GSE, Tea treeoil + o.e. rosmarino e o.e. timo), ma ho continuato ad averla; non vedendo risultati, da 3 gg ho iniziato a prendere un anticotico in gel per bocca, usato per curare candida della bocca e gastro-intestinale ma mi è sembrato che la situazione fosse peggiorata, per cui l’ho smesso ed ho riniziato la pulizia precedente, tenendo anche in bocca per diversi minuti l’acqua con Fitotree e bicarbonato: mi sembra che la lingua sia migliorata da subito, la mia paura però è che la Candida sia scesa (o risalita?) a livello intestinale, cosa che vorrei evitare calorosamente poichè dieci anni fa mi fece perdere dieci kg, ero disperata.
    La mia domanda è:
    vorrei fare il protocollo dell’intestino coi fermenti che consigli,mi conviene saltare la settimana con teatree, avendolo bevuto attraverso il Fitotree per circa 3 settimane totali?
    E la pulizia della lingua con Fitotree si può fare contemporaneamente al protocollo?
    ho anche iniziato da ieri la cura dell’Aloe per depurarmi e aumentare le mie difese.
    grazie mille e mi scuso in anticipo per le tante parole 🙂

    • Gent.ma Paola, questo sito si propone di informare, di dare informazioni, rispodendo a domande di massima, e cercando di dare indicazioni per strade nuove da seguire. Quello che lei mi scrive è molto chiaro, ma per avere un consiglio mirato bisogna vedere la persona, comprenderla e farle molte domande: in pratica un incontro a due con un medico/naturopata. Quello che posso fare è consigliarle di trovare un bravo naturopata della sua zona: provi a chiamare la federazione Naturopati italiani al 0121.9014.38 che la potrà aiutare a trovarne uno bravo vicino a casa. Certa di essere stata compresa, le auguro una buona giornata.

  10. valentina il said:

    Buongiorno,
    le capsule Enterelle sono da ingoiare intere o si possono aprire e sciogliere in acqua? Ho difficoltà ad ingoiare capsule.
    Grazie

  11. Milva il said:

    Vorrei un consiglio,per fibromialgia associata a sindrome da fatica cronica
    quale protocollo migliore di probiotici?
    Lo stesso per disbiosi? enterelle,bifidelle…

    • Sicuramente si, cara Milva, inizierei proprio con lui assieme ad una pulizia del fegato. Poi, a seconda della tua storia e costituzione (e magari con un pizzico di iridologia), troverei dei cosngili mirati per stare meglio. Alimentazione in primis, via glutine, carne e latticini. Ma non disdegnerei nemmeno l’emotivo… Buona vita.

  12. Cinzia il said:

    Buongiorno Susanna,
    ho letto il protocollo da lei proposto e volevo farle alcune domande.
    Soffro di stitichezza da anni iniziata vent’anni fa quando iniziai a lavorare … da li stress a non finire più altri problemi in famiglia… Ho assunto per vari periodi capsule sollievo aboca o tisana lassativa presa in erboristeria.. poi ho cominciato ad andare assumendo kiwi e ogni tanto prugne e mele cotte .. ma non riesco mai ad essere regolare nonostante mangi il kiwi tutti giorni (1 o 2) … ogni tanto mi vengono dei dolori nella parte alta del fianco destro che mi prendono la muscolatura destra e la schiena… ne parlai alla dottoressa che mi prescrisse Enterelle … ne presi una compressa al giorno finendo la scatola ma non ebbi risultati… Un’amica mi ha parlato di Ramnoselle e leggendo le caratteristiche sarei tentata di iniziare questa cura per ripulire il colon e l’intestino. Faccio bene? Lei me la consiglia? Oppure seguo il suo protocollo indicato qui sopra?
    Grazie mille per la risposta.

    • Gent.ma Cinzia, Ramnoselle da sole non bastano, dovrebbe fare tutto il protocollo come indicato nell’articolo. Con Bifiselle dovrebbbe vedere un cambiamento (e se funzionano, li continui, anche una sola al giorno), ma deve tener presente che la stitichezza ha alla base una caratteristica emotiva molto forte, un trattenersi, un controllarsi, un aver paura. Quindi sarebbe importante iniziare anche un percorso ad esempio con i fiori di Bach o quelli australiani. In tutto questo anche l’alimentazione ha un ruolo importante: è inutile mangiare kiwi se assume ogni giorno glutine (una vera e propria colla per il nostro intestino) oppure latte e latticini (che possono costipare). E perchè non fare una visita da un bravo naturopata? Potrebbe aiutarla a risolvere questo fastidioso problema (non fa mai bene trattenere spazzatura dentro di noi, mai!). Infine le chiedo se ha mai provato l’agar agar, eccellente pulitore e regolarizzatore intestinale. Buona vita.

  13. Cinzia il said:

    Buongiorno Susanna e grazie mille per la sua risposta.
    Venerdì mi sono recata in farmacia ed il farmacista mi ha infatti consigliato di iniziare il trattamento con Bifiselle, dicedomi che è un prodotto validissimo e così sto facendo…
    Effettivamente di glutine ne mangio abbastanza .. proverò a ridurlo….
    L’agar-agar non l’ho mai provato…
    Lei cosa consiglia ora… proseguo con la cura Bifiselle e poi provo lìagar-agar?
    Grazie ancora…

    • Meglio sarebbe fare il protocollo intero, prendendo anche agar agar. Enterelle prima di Bifiselle ne aumenta l’efficacia e fa si che lavori su un terreno un po’ più pulito. Per il glutine: provi a toglierlo del tutto per un paio di settimane, vedrà il cambiamento. Buon lavoro.

  14. Cinzia il said:

    ok… Bifiselle ne prendo 2 ogni pasto principale x 5 giorni poi a scalare mi ha detto, è troppo? … l’agar agar quando lo introduco?

  15. Cinzia il said:

    Buongiorno Susanna,
    ho comprato l’agar agar…. ma quanto è difficile da ingerire… si solidifica sia in acqua calda che fredda… 🙁

    • Ciao Cinzia. Il trucco per non solidificare l’agar è mescolare velocemente PRIMA di mettere il bicchiere sotto l’acqua, e continuare a mescolare finchè il bicchiere si riempie per metà o tre quarti di acqua. Fai delle prove, inizia magari con mezzo cucchiaino di agar per volte. Sappimi dire come va. Buon divertimento.

  16. maura il said:

    Buongiorno, mi saprebbe indicare se di questi probiotici il prtocollo per la candida che sto seguendo è valido?

    2 cp enterelle mattino + 1cp per lavaggio esterno, 2cp enterelle a pranzo

    2 cp femelle la sera

    inoltre volevo sapere se la quantità di lattobacilli contenuta in femelle sia sufficiente, o se si trovano femrenti con concentrazione maggiore, nel caso si possono assumere fermenti di ditte diverse? il mio dubbio è se assumer femrenti per viaorale sia sufficiente per riequilibrare la flora vaginale.grazie mille

    • Buongiono. Solo Enterelle e Femelle non bastano per una candida vaginale, in quanto è necessario anche un rimedio aggiuntivo, come ad esempio il Caprilico plus della Solgar, una capsula a colazione e una a pranzo. Enterelle poi basta una dopo colazione e 1 dopo cena, e Femelle 2 dopo pranzo. La pulizia parte dall’intestino, perchè è da li che si propaga. Quindi seguire le indicazioni alimentari per la candida. Buon lavoro.

      • sabrina il said:

        Buonasera Susanna leggevo il protocollo per la candida vaginale e mi chiedevo che differenza c’è quando si dice candida vaginale e candida intestinale! e visto la mole di pastiglie al giorno( se i probiotici assunti in acqua aprendo la capsula vengono assimilati lo stesso perchè io avevo sentito di no), e per quanto tempo la cura per la candida va fatta? grazie molte.

        • Gent.ma Sabrina, uno dei miei insegnanti si divertiva a dire che la candida vaginale è la villa al mare della candida intestinale 🙂
          Quindi appare, c’è sicuramente anche a livello intestinale. Perchè certe donne si e certe no? Diepnde dal loro vissuto emotivo (e qui entriamo nella Metamedicina): solitamente è un segnale di una frustrazione sessuale, ma non è uguale per tutte ovviamente. Il perdioo di pulizia varia da persona a persona, a seconda della gravità e cronicità della candida: da 1 mese ad anche un anno (ma in quel caso la dieta è molto più svere: ne parlerò più avanti).
          Inoltre si, può versare le casule in acqua purchè fredda.

  17. tiziana il said:

    Salve, sono Tiziana…io ho cominciato con Enterelle 2 capsule a pasto a colazione e sera..ora in questa settimana son passata a Bifiselle…ma non ho nessun stimolo a evacuare…è normale?….con Enterelle c’era ma con Bifiselle no….Grazie mille..

    • Gent.ma Tiziana, non è normale in generale non avere stimoli ad evacuare, per di più con Bifiselle visto che è un facilitatore. Lei soffriva anche prima di stipsi, o di mancanza di stimoli? Ed inoltre: quando ha lo stimolo, tende a rimandare l’appuntamento con il bagno o ci va subito? Mangia fibre durante la giornata? Attendo risposta, buona giornata.

      • sabrina il said:

        Buonasera Susanna quando il bifiselle crea aria nella pancia cosa potrebbe voler dire? scrivo sotto ai commenti inerenti alle mie domande sperando di fare cosa giusta 🙂 ,grazie!

        • Gent.ma Sabrina, se Bifiselle (adatto per le putrefazioni intestinali) fa aria, potrebbe voler dire che c’è piuttosto bisogno di Ramnoselle (per le fermentazioni intestinali che provocano, tra l’altro, il gonfiore). Quindi si potrebbe interrrompere Bifiselle e fare un paio di settimane con Ramnoselle per poi riprendere Bifiselle. Buona giornata.

  18. tiziana il said:

    Salve…infatti mi aspettavo anch’io con Bifiselle di avere lo stimolo…invece l’ho cominciato lunedì e solo stamattina è andata bene….
    Io nell’ultimo mese ho dei problemi ad andare di corpo..infatti ho iniziato a fare 1 enteroclisma alla settimana e un’amica mi ha consigliato i bromatech…prima andavo tutti i giorni…forse l’aver preso per un paio di settimane il sale epsom a digiuno mi ha scombussolato..comunque come alimentazione seguo un pò la dieta dei gruppi sanguigni, ho eliminato il glutine,latticini..per il resto mangio tutto ciò concesso al mio gruppo che è 0…
    ..in bagno ci vado subito, non aspetto, prendo le fibre dai legumi,riso integrale e cereali…e ho iniziato a prendere il decotto di semi di lino…
    grazie mille per la sua risposta..

    • Gent.ma Tiziana, da come mi scrive mi sembra che abbia le idee chiare e le stia mettendo bene in pratica: bravissima. Ma oltre a tutto questo potrebbe anche essere che ci sia un’infiammazione intestinale latente, cronica, per il quale posso consigliarle l’uso dei bagni derivativi per un paio di settimane, anche un paio di mesi. Infine, considerata la parte fisica, potrebbe centrare un motivo “emotivo”: in Metamedicina la stipsi è legata di solito al volersi controllare… cos’è successo nel periodo antecedente all’inizio della stitichezza? Potrebbe essere anche una buona idea farsi aiutare dai fiori di Bach o dagli australiani. Buona vita.

  19. tiziana il said:

    salve….conosco i bagni derivativi e li sto facendo,magari intensifico…pensavo di fare esame diagnostico,forse l’infiammazione è dovuta a qualche parassita…?…non so…dopo la settimana con ramnoselle mi consiglia qualche altro prodotto?…oppure pensavo di riprendere enterelle…..sui fiori li prendo…grazie ancora…

  20. tiziana il said:

    Salve….sull’infiammazione intestinale latente finito di prendere ramnoselle potrebbe consigliarmi qualche altro prodotto..pensavo a acronelle…oppure riprendo enterelle…?…..sui bagni derivativi li conosco e li faccio anche se pensavo di intensificarli….grazie mille..

    • I bagni derivativi vanno bene, ma non riprenda enterelle dopo aver finito il ciclo. Quello che potrebbe fare è 1) fare degli esami del sangue, delle urine e delle feci, con ricerca di candida intestinale e parassiti (se la pancia si gonfia nella giornata, è probabilmente un’infestazione da candida) e 2) trovare un iridologo e fare una visita completa per compredere se è in acidosi e da dove potrebbe venire questo disturbo..

  21. carlo bruzzo il said:

    Buongiorno,il gastroenterologo mi ha prescritto questa cura per mia mamma che si nutre con la peg (malattia di alzheimer in stato avanzato):2 cp di enterelle 3 volte al gg per 6 gg poi 2 cp di bifiselle 2 volte al gg per 6 gg infine 2 cp di ramnoselle 2 volte al gg per altri 6 gg.Questo perche’ a seguito di cambio di nutrizione con una piu’ ricca di fibre (25 grammi/giorno) presenta un addome molto globoso e pieno d’aria.Al momento sono al 5 gg del primo step (enterelle) e non ci sono miglioramenti e persiste qualche episodio di vomito alimentare.Cosa posso fare?

    • Gent.mo Carlo, a mio modesto parere la dose di 2 cps x 3 volte al giorno è veramente molta, ma se il medico ha prescitto questa posologia la segua. Non serve a molto prendere probiotici se non si eliminano gli alimenti che creano disbiosi intestinali, come latte, latticini, zucchero, lievito, carne rossa, glutine (quest’ultimo perlomeno ridurlo). Il vomito potrebbe far pensare ad un rifiuto della situazione (non la voglio, piuttosto la vomito), che andrebbe mitigato con un aiuto per lo stress che questa signora sta vivendo. Oltertutto l’Alzheimer coincide sempre con una carenza di vitamine e minerali che tra l’altro servono a formare gli enzimi per digerire ma anche per dare forza ad un sistema nervoso già provato. Le consiglio vivamente di trovare un bravo naturopata in zona che la aiuti a trovare un rimedio per rasserenare la mamma, e magari anche quqlcosa per lei che sta vivendo questo momento così impegnativo e doloroso. Le auguro ogni bene.

      • carlo bruzzo il said:

        Buongiorno e grazie della risposta.Mia mamma viene nutrita con apposite sacche fornite dalla dietologa,ora siamo tornati per 2/3 alla nutrizione originale e i problemi sembrerebbero essersi ridotti.Sto cmq continuando con le bifiselle 2 cp al gg per 6 gg e poi passero’ alle ramnoselle con uguale dosaggio e durata.Grazie per le belle parole.Carlo.

        • Benissimo per come procede con la mamma, ma chiederei anche un aiuto per integrare con vitamine e minerali. Ad esempio la B12 è eccellente per la prevenzione e la riduzione dei sintomi dell’Alzheimer, ma essendo la mucosa di sua madre già probabilmente compromessa, ed essendo la B12 attivabile solo da una mucosa gastrica in buono stato, sarebbe consigliabile fare delle iniezioni di B12 previo parere medico ovviamente, senza però dimenticare di integrare con un complesso B (le B vanno prese assieme, altrimenti si creano altre carenze). Lo stesso discorso per i minerali; proprio lo zinco ha un ruolo importante nella prevenzione, ma sembrerebbe anche nel far si che la situazione non peggiori (provi ad approfondire in rete). A mio modesto parere sarebbe da dare un nutrimento vitale alla mamma, come le alghe Klamath (Nutrimax della Nutrigea per esempio, che contiene anche vitamine del gruppo B) assieme ad un integratore di zinco (ottima la Solgar) e iniezioni di B12. Buon cammino.

  22. Mary il said:

    Buonasera,
    sto da qualche tempo svolgendo un programma simile a questo, ma con risultati contrastanti. Il programma era parte di una dieta disintossicante dai carboidrati raffinati, che ho seguito per un certo periodo ma che ha di molto peggiorato la mia gastrite (mangiavo solo proteine animali, verdura e frutta), con dolori di stomaco e acidità fortissima. Ora che l’ho interrotta lo stomaco sta meglio, ma l’intestino, che precedentemente era tornato a stare bene dopo mesi di disbiosi (causata probabilmente dalle ovaie micropolicistiche), si infiamma ogni volta che mangio pane o un qualunque tipo di dolce o zucchero. Il programma prevedeva 2 enterelle mattino e 2 alla sera per 6 giorni, un giorno di stop. Poi 2 bifiselle mattino e 2 alla sera, per 6 giorni, un giorno di stop. Poi 2 Ramnoselle mattino e 2 alla sera per 6 giorni. Una settimana di stop, e poi mantenimento con 2 ramnoselle mattino e 2 bifiselle la sera per 2 gg a settimana e via via scomparendo…
    Il problema è che non sento l’intestino a posto, pur avendo concluso oggi la terza fase (4 ramnoselle al gg). Posso continuare? Cosa posso fare per evitare di stare male in continuazione? Sono sincera, non riesco ad evitare di assumere pane o carboidrati, lo stomaco sta meglio da quando ho ripreso ad assumerli… ma l’intestino no! Mi sembra di non riuscire più a trovare il giusto equilibrio…. Cosa mi consiglia? Non esistono altri probiotici da poter assumere per tempi più lunghi, qualche mese, e così assicurarmi un’azione più continuativa?

    • Gentma Mary, è del tutto normale che il suo corpo abbia rifiutato un così drastico cambio di alimentazione, per quanto corretto. A mio parere dovrebbe cambiare gradualmente l’alimentazione, iniziando sempre ogni pasto con verdura cruda di stagione per riattivare gli enzimi. Inizia da una volta la settimana la pasta integrale, poi la porti a due, e così via, con gradualità, fermandosi se sente che sta forzando. Assuma inoltre B50 complex della Naturalpoin (1 compressa) con B1 500 Naturalpoint (1 compressa) ad inizio di ogni pasto (per un totale di 2 cps x 3 volte al giorno), visto che la B1 è necessaria per assimilare i carboidrati ma è molto carente nella nostra alimentazione.
      Le consiglio anche vivamente di andare da un bravo medico naturopata / naturopata che la segua, perchè senza vederla e senza sentire la sua storia, i miei consigli sono molto all’acqua di rose. Buona vita.

  23. laura il said:

    buonasera,
    sto attualmente seguendo il protocollo: Citogenex a colazione, Enterelle a pranzo, e Ramnoselle alternato a Bifiselle a cena. Soffro di SIBO e da poco mi è stata diagnosticata intolleranza al lattosio tramite breath test.
    Quesro protocollo è sufficiente per curare la SIBO a suo avviso?
    La ringrazio!

    • Gent.ma Laura, inizio con il dire che non ha senso prendere Enterelle, Bifiselle e Ramnoselle assieme, non possono funzionare, hanno 3 obiettivi diversi. Segua il protocollo intestnale come indicato nell’articolo, altrimenti rischia di buttare via del denaro e la pulizia non funziona bene. A mio parere questa pulizia non risolve la SIBO, in quanto è una patologia che ha un motivo specifico alla base (diabete anche borderline, ipocloridiria, eccetetra) e che va trovato e trattato, modificando nel contempo anche l’alimentazione (non solo sulla base delle intolleranze). Una SIBO andrebbe affrontata, secondo il mio modesto parere, anche dal punto di vista dello stress: molto spesso infatti tensioni e ansie riducono la motilità intestinale. Quindi, una pulizia intestinale, anche se di grande aiuto in questo caso, non può risolvere la situazione. Si affidi ad un bravo medico/naturopata che la consigli per il meglio, dopo averla ascoltata (magari con visita iridologica). Buona vita.

  24. Gabriele il said:

    Buonasera, dopo 4 anni in cui il sistema digestivo era andato in frantumi lo sto lentamente rimettendo a posto e dopo aver migliorato la funzione epatica ora i problemi maggiori riguardano il colon. Il mio omeopata mi ha consigliato una cura con 2 + 2 cps di enterelle dopo colazione e cena, a seguire 2 + 2 di bifiselle ed infine 2 + 2 di ramnoselle; tutto il protocollo sempre accompagnato da 2 cps di xanthonet dopo pranzo. Dopo 3 gg di enterelle mi sono però trovato con un addome gonfissimo e con sempre più difficoltà a defecare. Le aggiungo che ormai da anni riesco ad andare in bagno solo con l’aiuto di una tisana lassativa. Lei cosa mi consiglia? La tisana lassativa invece la tengo ancora finchè non miglioro o la sospendo da subito?

    • Gent.mo Gabriele, solitamente la quantità di capsule è dimezzata, si usa 1 cps dopo colazione e 1 dopo cena (non 2 e 2). Probabilmente è per questo che ha l’addome gonfio. Per quanto riguarda la stipsi sarebbe da comprendere il motivo per cui è ancora presente (e questo glielo può trovare un medico o un naturopata; andiamo dalle motivazioni fisiche a motivazioni nervose): opti, invece della tisana lassativa, a rimedi più morbidi come l’agar agar o i semi di lino. Buon tutto.

  25. eleonora il said:

    Buongiorno, io go un problema con la bimba di 3 anni…ha diarrea quasi sempre…o meglio feci non compatte e non belle e mal di pancia. la Padiatra non si preoccupa. dall’11/6 ho iniziato il ciclo su consiglio della mia amica infermiera ed ha iniziato enterelle 1 cp a colazione e una a cena. MA è troppo? leggo metà dose…. e scusi la domanda sciocca ma per metà dose si intende una capsula solo al mattino o mezza capsula mattino e mezza sera? perché dividere a metà la polverina che sciolgo in acqua mi risulta difficile…. posso dargliene una intera in un’unica soluzione? Grazie mille

    • eleonora il said:

      aggiungo solo che anche io vorre i iniziare ma le dosi per me hanno detto 2 capsule mattino e due cpasule sera…. anche questo è esagerato? grazie ancora

    • Gent.ma Eleonora, mezza capsula è più che sufficiente, e può scioglierla in acqua o succo di frutta, ma anche se prende una intera non è un problema a patto che non dia fastidio alla piccola. La diarrea fa pensare ad una possibile disbiosi, che va da possibili motivi fisici (candida intestinale in primis, come conseguenza di cura antibiotica o di altri farmaci ad esempio) ad un fattore emotivo (“Questa cosa non la voglio, la elimino subito”). Pensi anche all’alimentazione: cibi come latte e latticini possono indurre diarrea cronica. Le consiglio vivamente di trovare un bravo naturopata che la segua, in quanto una diarrea cronica non è da sottovalutare, anche per la perdita di minerali e vitamine: a tal scopo le consiglio di integrare l’alimentazione della piccola con alga Spirulina (ottima la Marcus), 3 piccole pasticchette 2 volte al giorno frantumate nel pasto. Buon lavoro.

  26. concetta il said:

    SALVE HO INIZIATO IL CICLO DI PULIZIA INTESTINALE …. TINTURA MADRE DI ECHINACEA TERMINATO… HO INIZIATO OGGI IL 3 GG DI ENTERELLE 1 CP DOPO COLAZIONE E DOPO CENA … COME MAI SOPRATTUTTO IERI AVEVO L’ADDOME TESO E UN PO GONFIO .. CON LA SENSAZIONE DI COMPRESSIONE D’ARIA DALL’INTERNO VERSO LE PARETI DELLA PANCIA…. IO SOFFRO DI DISBIOSI INTESTINALE …..
    GRAZIE IN ANTICIPO

    • Gent.ma Concetta, la sua reazione mi fa pensare che c’è probabilmente una candida intestinale in atto, per questo le consiglio di eliminare per un periodo i cibi controindicati in caso di candida (veda l‘articolo), assieme all’assunzione di acido caprilico (ottimo quello della Solgar) 1 cps a colazione e 1 durante la cena. Le consiglio comunque vivamente di andare da un naturopata, in quanto ognuno di noi è una storia a sè: i protocolli infatti sono generalizzati, non sono personalizzati. Buona vita.

  27. rosa il said:

    buon giorno, vorrei iniziare il ciclo di pulizia ma vorrei sapere se è indicato anche per me che soffro di colon irritabile e se è possibile aprire le capsule in quanto ho grosse difficoltà ad ingerire tutti i titpi di pillole anche di medie dimensioni.
    infine vorrei sapere se l’uso del kduzu può essere un valido aiuto per il colon. grazie.

    • Gent.ma Rosa, questo ciclo di pulizia non ha controindicazione, ma è comunque consigliabile chiedere al medico che la segue. In ogni caso le capsule si possono aprire, versare in bocca e poi deglutire con l’aiuto di un po’ di acqua. Buona vita.

  28. valeria il said:

    Buongiorno, ho recentemente scoperto questo sito e i suoi interessanti consigli. Il mio medico (omeopata) mi aveva consigliato questo protocollo già qualche anno fa, ma lo devo ancora provare (e lo farò sicuramente); prima dei fermenti Enterelle/Bifiselle/Ramnoselle lui mi consigliava di depurare l’intestino dalle scorie con Neobioxy … lei lo conosce? Me lo consiglia?
    Io soffro ripetutamente di candidosi, che nonostante le cure “da cavallo” tende a ripresentarsi a cicli, cosa posso aggiungere alla pulizia per questo problema? Forse Femelle?

    Infine, le chiedo cortesemente come aiutare il mio bimbo di 22 mesi a rinforzare il sistema immunitario. Complice una sua “debolezza” e i frequenti contagi al nido, per lui è stato un anno pesante, con continui raffreddori, tossi che poi sfociavano sempre in brochiti con febbre, curate sistematicamente con antibiotici (dopo controlli del pediatra, che è molto attento e lo dà solo quando la situazione diventa critica). Non le dico neanche quante volte l’ha preso … Posso aiutarlo con qualche prodotto sia a livello di intestino che di sistema immunitario e respiratorio?
    Grazie infinitamente per la sua risposta, Valeria

    • Gent.ma Valeria, il Neobioxy va benissimo prima del protocollo di pulizia, ma lo eviterei in caso di gastrite. Femelle va bene ma alla fine della pulizia completa intestinale, e lavorando anche con il fattore emotivo (solitamente una frustrazione legata alla propria femminilità o alla sessualità). Riguardo suo figlio sarebbe da dedicargli un po’ di tempo e capire che costituzione, che storia ha: molto sicuramente ha un accumulo di tossine dovute ad un alimentazione non adatta (latte, latticini e glutine in primis) e forse anche da una non completa eliminazione delle tossin ricevute con i vaccini. Potrebbe fargli provare anche a lui una pulizia intestinale, ma con metà dose di quando scritto nell’articolo, eliminando per il periodo latte, latticini e glutine. Sono certa che starà molto meglio. Tenga presente che in questi casi è possibile che il corpo elimini velocemente le tossine, quindi potrebbe avere delle scariche di pulizia. In ogni caso le consiglio di affidarsi ad i consigli di un bravo naturopata per suo figlio. Buona vita.

      • valeria il said:

        La ringrazio infinitamente per la risposta e seguirò sicuramente il consiglio di rivolgermi ad un professionista. Intanto ho iniziato io il protocollo… ma quando scrive di fare lo stesso con mio figlio intende con gli stessi prodotti? Cioè basta che prenda le bustine anziché le capsule e gliene dia metà? Ho sempre paura di “esagerare” vista la tenera età. Grazie ancora!!

        • Non esistono al momento bustine dei prodotti Bromatech. Può però aprire la capsula e versare il contenuto in un po’ di acqua e darlo a suo figlio, avendo l’accortezza di non lascaire residui nel bicchiere. I prodotti Bromatech vengono dati anche ai neonati (in minima dose) per le coliche gassose. Buona vita.

  29. Andrea il said:

    Buongiorno Susanna,
    ho letto con molto interesse il suo protocollo di pulizia intestinale. Io sono stato ricoverato 3 settimane fa in ospedale per diverticolite, dove mi hanno bombardato di antibiotici in vena, seguti da somministrazione orale per 10 giorni e fermenti lattici Enterogermina solamente per i primi 5 giorni. Ora sto seguendo la dieta a basso residuo indicata, in attesa della colonscopia a settembre. Un’amica mi ha consigliato Bifiselle 1 cps dopo colazione e Milonet 1 cps dopo cena per almeno un mese per ripristinare la flora batterica. Cosa ne pensa ? Posso in alternativa seguire il suo protocollo di pulizia intestinale ?
    Grazie e saluti.

    • Gent.mo Andrea, inizare solo con Bifiselle avrebbe senso solo nel caso in cui sia presente stipsi dopo una profonda pulizia intestinale. Credo sia molto meglio seguire tutto il protocollo, i risultati saranno migliori. Buona serata.

  30. Silvia il said:

    Dottoressa buongiorno,

    premetto che da anni ho problemi di intestino di cui non sono ancora riuscita ad accertare le cause (colon irritabile, cause pscicosomatiche. da lavoro e problemi familiari seri…) tranne un’accertata intolleranza al lattosio che di cui  ho limitato il più possibile l’assunzione e 2 anni fa una  candida intestinale curata con omeopatia. A gennaio di quest’anno mi è stato consigliato il protocollo dalla ginecologa perchè facendo le visite per una gorssa cisti ovarica ha visto il mio disordine intestinale ma ho iniziato con Enterelle e poi mi ha invertito l’ordine premettendo Ramnoselle a Bifiselle. Siccome sto ripetendo la cura posso rifarla così e può andare bene ugualmente o devo invertire? Ho inziato stamattina con Ramnoselle. Nel frattempo ho ripetuto i test per le intolleranze e stamattina anche il test per la celiachia di cui attendo risultati perchè la situazione mi sta esaurendo e minando la vita sociale,devo arrivare ad una soluzione. Ogni consiglio è prezioso. Grazie Silvia

    • Gent.ma Silvia, è veramente impossibile comprendere come sta una persona semplicemente da poche parole che, seppur mirate, non possono dare un’idea appieno della persona con quello che ha vissuto, che vive, e come il suo corpo ha reagito a tutto questo. Posso dirle che secondo quanto mi è stato insegnato ma anche per esperienza personale, Ramnoselle andrebbe preso per ultimo, in quanto il suo scopo è colonizzare un intestino pulito da Enterelle e Bifiselle. Credo ci sia anche altro nella sua storia, come ad esempio una non gestione corretta del glutine (a prescindere della celiachia, dato che tutti noi ne abbiamo abusato per anni, e il nostro intestino non ce la fa più). Sicuramente c’è anche una componente emotiva, che consiglierei di approfondire visto che tutto il lavoro fatto ha portato a scarsi benefici. Sarebbe da considerare anche come sta digerendo il suo stomaco: se lo fa male, l’intestino riceve cibo indigerito che crea un sacco di problemi. Potrebbe esserci anche una presenza di parassiti intestinali, che andrebbe seriamente presa in considerazione. Le consiglierei vivamente di affidarsi ad un naturopata meglio se iridologo. Spero di esserle stata utile. Buona vita.

  31. Silvia il said:

    Dottoressa buongiorno,

    premetto che da anni ho problemi di intestino von frequente diarrea cui non sono ancora riuscita ad accertare le cause (colon irritabile, cause pscicosomatiche. da lavoro e problemi familiari seri…) tranne un’accertata intolleranza al lattosio che di cui  ho limitato il più possibile l’assunzione e 2 anni fa una  candida intestinale curata con omeopatia. A gennaio di quest’anno mi è stato consigliato il protocollo dalla ginecologa perchè facendo le visite per una gorssa cisti ovarica ha visto il mio disordine intestinale ma ho iniziato con Enterelle e poi mi ha invertito l’ordine premettendo Ramnoselle a Bifiselle. Siccome sto ripetendo la cura posso rifarla così e può andare bene ugualmente o devo invertire? Ho inziato stamattina con Ramnoselle. Nel frattempo ho ripetuto i test per le intolleranze e stamattina anche il test per la celiachia di cui attendo risultati perchè la situazione mi sta esaurendo e minando la vita sociale e devo arrivare ad una soluzione. Grazie Silvia

    • Gent.ma Silvia, le ho ha gia risposto in un precedente post, ma aggiungo che la diarrea mi fa pensare che forse la candida non si è risolta con la cura omeopatica (che a mio modesto parere non basta, in quanto necessita di dieta stretta e rimedi ponderali, come probiotici ed acido caprilico, o tea tree). Buon tutto.

  32. Margherita il said:

    Gentilissima Susanna, sto iniziando il suo protocollo con molta fiducia nella speranza di ripulire bene l’intestino e prepararmi al nuovo anno. Sono soggetta ad episodi ripetuti di herpes vaginalis, ormai da 5 anni. Ne ho avuti dopo rapporti sessuali, dopo lunghi giri in bicicletta, dopo forti stress emotivi. Purtroppo non ho ancora trovato una cura adatta che mi aiuti ad eliminare il problema delle recidive.Ho pensato di pulire bene l’intestino e poi rinforzare il sistema immunitario ma è una soluzione self-made dopo tante cure omeopatiche e di metamedicina rivelatesi inutili. La ringrazio molto se può darmi una dritta su come risolvere questo fastidioso e doloroso herpes. Grazie di cuore.

    • Gent.ma Margherita, dopo tutto quello che ha provato, mi viene spontaneo pensare che forse ha bisogno di sostegno fisico (con integratori od oligoelementi) ma anche di sostegno per il sistema nervoso, in quanto forse è presente uno stress di base che mina qualunque tentativo lei faccia per stare meglio. Infatti, quando una persona è sfinita, per quanto trovi i rimedi giusti non sarà in grado di trarne vantaggio in quanto troppo stanca. L’herpes mi potrebbe confermare tutto questo, in quanto naturopaticamente parlando mi segnala un sistema immunitario debilitato, che forse è solo la punta dell’iceberg. Provi ad assumere il Cordyceps con vitamina C, ma anche il rame-oro-argento oligoelemento, 1 dose per 2-3 volte al giorno finchè non si sente meglio. Potrebbe anche valutare di farsi vedere da un iridologo per vedere come sta il suo corpo, e quali potrebbero essere le motivazioni fisiche di tutto questo. Una volta rimessa in sesto potrebbe riprovare con la Metamedicina, perchè forse non era ancora in piene forze per affrontare la nuova comprensione del suo malessere. Buona vita.

      • Margherita il said:

        Gent.ma Susanna la ringrazio molto per la sua risposta attenta e precisa.Devo prima terminare il protocollo di pulizia intestinale oppure posso prendere tutto insieme, aggiungendo Cordyceps e rame-oro-argento oligoelemento?
        Cordyceps: quante volte prenderlo al giorno e per quanto tempo? Mi scusi se chiedo nel dettaglio, ma sono totalmente inesperta in questo settore.
        Grazie anche del consiglio di ritentare con la metamedicina e di tentare approccio con iridologia. Era da tempo che ci pensavo, ora cercherò qualche valido professionista.
        Un caro saluto.

        • Può tranquillamente aggiungere il Cordyceps (2 cps per 3 volte al giorno, a digiuno) assieme a della vitamina C, ed anche assieme il rame-oro-argento, da una a 4 dosi al giorno sotto la lingua. Sono lieta di esserle stata utile, buon tutto.

  33. valeria il said:

    Buonasera,
    sono al terzo step del protocollo (Bifiselle) e il mio viso si è riempito in maniera considerevole di brufoli su tempie, fronte e sotto mento, come non mi succedeva dai tempi del liceo (ho 35 anni). Può essere un effetto della pulizia?

    • Gent.ma Valeria, probabilmente si, visto che non capitava da tempo ed è apparso in concomitanza cn la pulizia. Le consiglio vivamente di pulire il fegato (legato alla pelle) con, ad esempio, dell’aloe vera (buona quella della Vividus), un cucchiaio prima dei 3 pasti principali, ma solo se non appartiene al gruppo sanguineo zero. Se invece è del gruppo zero, potrebbe provare l’Epaphit capsule della Avd, 2 a metà mattina e 2 metà pomeriggio. In ogni caso l’acne è sempre legato a latte e latticini. Buona vita.

      • valeria il said:

        Salve Susanna, grazie per la sua celere risposta. Il prodotto che mi ha consigliato per il fegato è meglio se lo prendo a pulizia intestinale conclusa o anche in concomitanza (Sono a Bifiselle)?
        Approfitto della sua pazienza per chiederle anche un’altra informazione; ho letto in alcuni post che per la Candida consiglia Caprilico plus della Solgar. Io, come le avevo scritto, tendo a soffrirne. Ora fortunatamente sto bene e vorrei sapere se questo prodotto può essere preso anche in via preventiva o solo durante la fase “acuta”.
        Grazie mille, buon pomeriggio

        • Le conviene prenderlo a pulizia intestinale effettuata. Il Caprilico si prende nel momento del disturbo: come prevenzione è utile piuttosto il protocollo che sta eseguendo associato ad alimentazione con pochi zuccheri, lieviti e latticini, assieme ad una progamma per la riduzione e la gestione dello stress. Buon tutto.

  34. Laura il said:

    Buongiorno dottoressa,
    Ho 58 anni e ho scoperto tre anni fa di essere celiaca, dopo la menopausa ho cominciato a soffrire di stitichezza,gastrite e reflusso esofageo.Vorrei iniziare il programma di pulizia intestinale iniziando da enterelle insieme a mia figlia di 19 anni che ha un po’di acne. Le volevo chiedere se possiamo iniziare la cura e cosa mi consiglia per la stitichezza.Soffro di ipertensione e colesterolo.La sera faccio un dcotto di prugne secche.Grazie mille.

    • Gent.ma Laura, il progrmma di pulizia intestinale va benissimo anche per chi è celiaco, ma a mio modesto parere dovrebbe farsi seguire da un bravo naturopata in quanto potrebbe dar luogo a dei fastidi durante la pulizia (l’intestino del celiaco va monitorato regolarmente, in quanto è molto più sensibile). Per l’acne di sua figlia la pulizia va benissimo, ma andrebbe anche associata una pulizia del fegato. Buona giornata.

      • Laura il said:

        Buongiorno dottoressa,
        la ringrazio tanto per la risposta; la dottoressa che mi segue è un’omeopata e fa agopuntura e chiederò a lei di seguirmi durante la pulizia.
        Grazie ancora.Laura

  35. Laura il said:

    Buongiorno dottoressa,
    Volevo chiederle se Xantonet può essere usato come cura di mantenimento per la stipsi ricordandole che sono celiaca.
    Mi creano difficoltà nell’andare al bagno la mattina ,gli orari di lavoro.
    Grazie mille

    • Gent.ma Laura, Xantonet è adatto anche per celiaci. Potrebbe anche pensare di lavorare sulla stipsi con l’aiuto dei fiori o della Metamedicina, visto che un intestino che non si svuota bene lascia all’interno sempre microorganismi dannosi, e quindi da evitare. Buon tutto.

  36. margherita il said:

    Gent.ma Susanna, espongo un dubbio il cui chiarimento potrebbe interessare molti utenti. Ho comprato enterelle e bifiselle e mi sono accorta tardi che andavano messi in frigo (mea culpa).Sono sicura tuttavia che quando li ho comprati in farmacia non siano usciti da un frigorifero (sic). Li ho quindi tenuti al fresco in bagno nell’armadietto delle medicine, ma non in frigo.Ha senso metterli al freddo a posteriori se già in farmacia non erano conservati a basse temperature? Grazie della sua gentilezza. Buona giornata.

    • Salve Margherita. Si, ha senso metterli ora in frigo, per limitare il danno. Le farmacie dovrebbero assicurare la catena del freddo. La prossima volta se li riceve caldi si faccia sentire. Casomai cambi farmacia. Buona giornata.

  37. Giulia il said:

    Dottoressa bunasera, ero alla ricerca di un protocollo per trovare dei probiotici mirati per il mio caso e ho visto il suo blog. intanto complimenti per passione e competenza. Sarò breve, io ho 40 anni, e soffro di dolori all intestino e stitichezza sopratutto gli ultimi 12anni. Non ricordo un evento scattenante, ma la problematica è sempre la stessa e quasi cronica. Ha migliorato anni fa con dieta senza glutine,successivamente (dopo un iniziale peggioramento) con 6 mesi di ficus carica, fermenti della cosval e mirtillo rosso piu dieta senza frumento – latte- caffè e molta attenzione anche alla frutta quasi nulla, dopo credo 6 mesi ho iniziato a stare un pò meglio, ma a distanza di 2 anni che cerco di mantenere un alimentazione senza molto glutine e lattosio ora mi trovo quasi da capo.
    Il dolore è loccaizzato in basso a destra.
    Ho delle bolle di aria dolenti sempre sia in basso a sinistra che a destra, che migliorano con massaggio e quando riesco a liberarmi. non so se la stitichezza deriva da altri fattori, fino ai 18 anni non ero stitica, lo sono diventata cambiando paese, oppure se deriva dalle bolle di aria formatesi per altre disfunzioni.
    (personalmente ormai dopo molta ricerca personale che sono un erborista penso proprio di si…ma potrei anche sbagliare.) L aria blocca il sistema, e la peristalsi secondo me. Provato un pò con l aloe, con psyllium, semi di lino macinati. (argilla sembrava potesse funzionare ma alla fine non ha aiutato, restringe di piu) gli altri, sono cose che sistemano un pò la regolarità, ma non il gonfiore ed il dolore. Secondo lei, sarebbe il caso seguire il protocollo scritto sopra, oppure intraprendere prima una pulizia come quella della dottoressa per i parassiti descritta in un altra risposta con l assenzio e i chiodi di garofano…ect? la ringrazio molto dell attenzione.

    • Gent.ma Giulia, per prima cosa ci tengo a precisare (per correttezza) che non sono medico, ma naturopata. La sua storia è veramente molto articolata e secondo me dovrebbe farsi seguire da un naturopata che, con visita iridologica e magari anche con l’aiuto della riflessologia, scopra dove sono i suoi deficit energetici, quali sono i punti più bisognosi di supporto, perchè il suo malstare potrebbe dipendere da un fattore nervoso, da parassiti intestinalei (come lei suggerisce), da una demineralizzazione oppure anche una somatizzazione di un periodo doloroso della sua vita. Come vede i motivi possono essere molteplici. Per questo motivo non sono in grado di darle un suggerimento mirato, anche se una pulizia dei parassiti seguita da una pulizia intestinale poterebbero certamente aiutarla. Buona vita.

      • Giulia il said:

        Susanna cara, ti ringrazio molto per l’attenta risposta..nel frattempo ero per le mie uniche 10 giornate di ferie, durante le quali mi sono procurata i fermenti bromatech. devo dire che le mie aspettative erano alte, come tutte le volte che stiamo male e cerchiamo una risposta. L’ enterelle, nonstante dice che la defecazione deve essere importante, nn l ho notato piu di tanto, ma mi ha tolto piu del 50% del gonfiore, aiutando ad un po di regolarità,non quotidiana. La quale però ho trovato con Bifisele, quando ho aumentato 2 colazione+ 2 cena e non 1+1. Ora, mi sta finendo il Bifisele, e sono 3-4 giorni (essendo in vacanze non sono riuscita tenere molto a bada l’alimentazione)che mi ha ripreso dolore con aria, la quale si risolve però in giornata essendo regolare, ma mi ha preocupato il dolore che sento “tipo cistite” . stamattina ho messo 2 gtt di tea tree nel bicchiere, e ho bevuto abbastanza, sento vada meglio..come consigli di continuare? il tea tree distrugge i bifisele? passo a ramnosele, oppure continuo altri 10 die con bifi.? grazie infinite, dopo questo ciclo, valuterò la tua proposta dell iridologo. c’è un motore di ricerca per trovare uno bravo zona pisa-la spezia? grazie. Giulia

        • Gent.ma Giulia, Tea tree va bene anche per un possibile inizio di cistite (e quindi prendilo ancora un paio di giorni) e non contrasta l’effetto di Bifiselle se preso a debita distanza (almeno un paio d’ore). Se ti trovi bene con Bifiselle continua ancora per una scatola, poi fai il punto della situazione. Per un bravo naturopata iridologo ti consiglio di chiamare la Federazione Naturopati al 0121.901438. Buona vita!

          • giulia il said:

            Grazie Susanna delle tue risposte. Volevo tanto informarti sui miei progressi..il ciclo con bifiselle l ho continuato, aggiungendo anche xantonett, e questa associazione è stata favolosa per me.nonostante questo, il protocollo continuava con ramnoselle, che mi ha tolto la regolarità, prendendo xantonet si regolarizzava, ma solo con ramnoselle no..inoltre la cosa che ho associato dopo 1 settimana di ramnoselle era la seguente..Pruritto fortissimo sulla pianta del piede, e congiuntivite. verso fine cura è diminuito il prurito,da qualche giorno terminato tutto, sia prurito,ma ho detto addio anche alla regolarità. in piu, tornati dolori di colite che non erano passati del tutto, ma estremamente attenuati.. Il prurito e la congiuntivite possono avere associazione con il ramnoselle? ed ora, come continuo?? grazie infinite. G.

  38. Alessandra il said:

    Buonasera, soffro di colon irritabile da circa 10 anni con forti dolori di pancia alla fossa iliaca sinistra e di stomaco e con stitichezza. Sto provando a fare questo protocollo di pulizia intestinale e con oggi finisco enterelle (ne ho prese due capsule al giorno una a colazione una a cena per 12 giorni-ho finito così le due confezioni) ma non ho trovato giovamento..forse é troppo presto per dare giudizi..spero mi aiuti questo ciclo..inoltre io non mangio glutine carne rossa e latticini (solo yogurt bianco biologico) lei pensa potrebbe farmi bene il protocollo? La ringrazio Alessandra

    • Gent.ma Alessandra, i forti dolori mi spingono a consigliarle di fare una visita medica specialistica.. in acuto il medico è essenziale. In ogni caso (come lei giustamente scrive) non basta talvolta fare solo il protocollo di pulizia, ma eliminare gli alimenti che possono dare fastidio, iniziando da latte, latticini, glutine, alcolici, caffè, carne rossa, salumi, eccetera. Lo Yogurt purtroppo è latte 🙂 e nel suo caso andrebbe eliminato per vedere se i dolori che sente sono crampi da alimentazione errata. Potrebbe pensare di fare una pulizia dai parassiti intestinali, come suggerisce il metodo MC che trovo per molti versi un procotollo valido. Poterbbe anche essere dovuto allo stress, o ad una tensione che si porta dietro e che le tiene in tensione la parte addominale… per questo via mail è molto riduttivo dare consigli, io cerco di indirizzare, ma poi tocca a voi cercare un aiuto concreto, da un medico/naturopata che esegua l’iridologia e conosca le regole della buona alimentazione e della buona emotività. Provi ad esempio una tintura madre di passiflora e melissa, ma solo se non ha problemi di ipotensione. Buona vita

  39. Alessandra il said:

    Buongiorno dottoressa nel post di ieri ho dimenticato di dirle che ho senso di nausea inappetenza e bocca amara da circa una settimana..può essere dovuto a questo ciclo di pulizia intestinale?
    Grazie ancora
    Alessandra

    • Si, certo, visto che è iniziato in concomitanza con la pulizia. Aggiunga un drenaggio del fegato semplice, come ad esempio con Epahit della AVD, 2 cps a metà mattina e 2 a metà pomeriggio. Giusto per iniziare. Buona giornata.

  40. Roberta il said:

    Buongiorno Susanna,
    vorrei iniziare la pulizia intestinale anche per i miei figli, hanno 12 e 14 anni, come mi comporto con i dosaggi?
    Grazie.
    Roberta.

  41. Federica il said:

    Buongiorno Susanna,!Mi allaccio agli interventi di Margherita perchè vivo una situazione simile anche io. Sono afflitta da herpes vaginalis e nn trovo pace. Mi viene sovente, spesso in corrispondenza del ciclo.In questi giorni mi è venuto di nuovo forse perchè sono ritornata al lavoro dopo la maternità e sono andata in bici…Nn so più dove individuare la causa scatenante 🙁
    Non posso evitare di vivere!! 🙂
    Prenderò anche io Cordyceps e rame oro argento per rinforzare il sistema immunitario, anche se apparentemente non mi sento così stanca a livello fisico.Molto di più a livello mentale. Le chiedo se va bene usare questi due rimedi in allattamento (allatto solo mattina e sera, il pupo ha già 12 mesi e mangia i pasti normalmente!).
    La ringrazio in anticipo per l’attenzione alle domande e ai dubbi che si espongono e per i consigli preziosi che scrive.
    Buona giornata.
    Federica

    • Gent.ma Federica, con quanto sto studiando di recente, ho capito che non basta il Cordyceps in caso di Herpes (che comunque serve), ma piuttsto il Coriolus (fungo) perfetto per l’Herpes, o meglio ancora l’Immunity Assist forte della AVD, per almeno un mese 3 cps al mattino con vit. C., evitando nel contempo latte, latticini, e moderando notevolmente il glutine. In realtà questa è la base, l’inizio. Le consiglio vivamente di farsi seguire da un bravo naturopata che la possa aiutare efficacemente; l’herpes è lento ad andarsene. Non so se può prenderlo nell’allattamento; provi a chiedere conferma all’AVD. Lo stesso per il Cordyceps. Per quanto riguarda il rame oro argento sarebbe meglio sostituirlo con la Clorofilla di Leo, 25 gcc prima di colazione e 25 prima di pranzo. Buona vita.

  42. Alessandra il said:

    Grazie dottoressa per la sua tempestiva risposta.
    Ho fatto diversi esami per i dolori addominali (colon gastro esami sangue esami feci lastre helicobactery..) fortunatamente tutto negativo ..quindi trattasi di colon irritabile..da febbraio prendo duspatal due volte al dì e ho trovato giovamento. Come già le ho scritto ho iniziato il protocollo di pulizia intestinale ma in concomitanza mi é venuto il mughetto orale e il mio medico mi ha prescritto diflucan 100mg per 10 giorni.
    La mia domanda é il mughetto potrebbe essere lo sfogo della pulizia intestinale? Prendendo diflucan i fermenti che ho preso finora é come se non li avessi mai presi perché distrutti dal diflucan?
    Grazie ancora
    Alessandra

    • Si, probabilmente il mughetto c’era già (come candida) ed è venuto alla luce con la pulizia. Prenda solo Enterelle con Caprilico Plus della Solgar e segua le indicazioni per la candida. Questo per un mese, con alimentazione come descritto. Ci aggiunga un Emergency del Bush Flower. Inoltre il suo sistema immuntiario andrebbe rinforzato, aggiungendo nel contempo un’attività fisica 3 volte la settimana. Buon tutto.
      PS: non sono medico, ma naturopata 🙂

  43. margherita il said:

    Buongiorno Susanna!Sono felice perchè ho trovato una PARAFARMACIA (ho girato più di 6 farmacie)che fa arrivare Ramnoselle nella borsetta frigo e viene conservato in frigo all’interno del locale. Evviva.Inizio da oggi Ramnoselle sicura che sia valido mentre forse per Enterelle e Bifiselle ho “perso tempo” perchè sono stati settimane fuori dal frigo (sic!).
    Purtroppo durante il protocollo mi è ritornato l’herpes in forma molto forte.Posso sperare che alla fine del ciclo di pulizia e alla fine del mese di Cordyceps e Oligoelementi il mio sistema sarà un pò più forte? Sono un pò esausta di queste recidive invalidanti.
    Buona giornata e buon lavoro!
    ps. se ha in previsione seminari a Torino come posso scoprirlo?

    • Buongiorno Margherita, sono felice che ha trovato una farmacia che rispetti la catena del freddo. Comunque quello che ha fatto a qualcosa è servito, si rasicuri. Per quanto riguarda l’herpes, ho visto (con quanto sto studiando di recente) che non basta il Cordyceps (che comunque serve), ma piuttsto il Coriolus (fungo) perfetto per l’Herpes, o meglio ancora l’Immunity Assist forte della AVD, per almeno un mese 3 cps al mattino con vit. C. Meglio ancora sarebbe farsi seguire da un naturopata che conosca la materia e che parli con lei, la conosca, di modo che i consigli siano adatti a lei. Dare consigli via web può aiutare, ma è impossibile che siano perfetti senza un incontro a tu per tu. Per il momento non ho in previsione visite a Torino, ma se vuole essere avvista mi mandi la sua mail che la inserisco nella nostra mailing list. Buon tutto.

  44. margherita il said:

    Buongiorno Susanna mi spiace disturbarla ancora ma dell’oligo elemento rame oro argento mi chiedono se voglio le fiale o altro formato. Cosa intende per “4 dosi sotto la lingua”?Grazie!

  45. Daniela il said:

    Gentile Susanna
    Vorrei finalmente iniziare il protocollo di pulizia. Non riesco purtroppo a trovare il tea tree OIL per uso alimentare. Domanda: ho letto in internet che se riporta puro al 100% può essere usato anche per uso interno. E’ informazione corretta? Fare una fase 1) solo con estratto fluido di echinacea senza tea tree OIL ha un senso? Grazie per la risposta in anticipo. Daniela

    • Salve Daniela. L’olio essenziale per uso alimentare di tea tree si può ordinare in farmacia: quello della Flora (Primavera Life) o della Vitalis per esempio. Non ha senso fare solo la tintura madre di Echinacea perchè è solo il veicolo per trasportare l’olio. Un olio essenziale puro al 100% lo eviterei per uso alimentare se non espressamente indicato, perchè non so se hanno usato solventi o altro che non sono adatti per l’ingestione. Buona pulizia!

  46. Daniela il said:

    Grazie mille! Sono riuscita finalmente a prenotare l’olio ess di tea tree della Flora. Un’ultima domanda: siccome vorrei iniziare il protocollo anche ai miei tre figli (4,7,9 anni), posso dare anche a loro il tea tree OIL o vede controindicazioni ? In caso positivo, sempre 1 goccia? Grazie infinite per il suo contributo. Daniela

    • Gent.ma Simona, i probiotici della Bromatech vanno presi dopo i pasti. Anch’io all’inizio ero scettica, poi ho dovuto ricredermi perchè funzionano. Buona vita.

  47. Lucy il said:

    Gentilissima, sto terminando il trattamento con Enterelle/Bifiselle/Ramnoselle ai miei figli di 10 e 8 anni. Il primo ha frequenti male di pancia (secondo la pediatra soffre già di colon irritabile), mentre il secondo è perennemente raffreddato, con conseguenti problemi alle orecchie e di male di testa frontale. Stiamo già limitando i latticini nella dieta. Le volevo chiedere con quale probiotico potremmo proseguire per l’inverno e con quali modalità (le segnalo che prendono un immunostimolante a base di echineacea e betaglucano 15 giorni al mese, come prescritto dalla pediatra). Grazie mille e complimenti per la sua competenza e gentilezza

    • Gent.ma Lucy, non è semplice dare dei consigli mirati via mail. I miei consigli sono solo generali, di massima, poi è necessario recarsi dal proprio medico o da un naturopata che lavori a 360 gradi per comprendere il motivo di base per cui si suoi figli soffrono di disturbi cronici. In ogni caso c’entra la dieta; latte e latticini sono proprio da eliminare, producono muco. I bambini sono abbastanza piccoli per abituarli al cambiamento: discorso diverso in caso di adolescenti, dove c’è rifiuto di qualunque cambiamento (ed è giusto così). Già togliendo latte e latticini fa introdurre molte meno tossine nel loro organismo e quindi c’è meno sovraccarico. Lo stesso dovrebbe fare la famiglia al completo, perché anche negli adulti i latticini creano disturbo, ma sono più intasati e quindi le manifestazioni sono nascoste. Ma le posso assicurare che qualunque malessere noi soffriamo dipende sempre in buona parte dalla dieta. E non serve nemmeno fare il protocollo se continua a prendere latticini: è come spalare neve quando nevica. Quindi investa del tempo per cambiare con gradualità il menù a tutta la famiglia, o a buna parte, per poi vedere dei risultati buoni con il protocollo (e un intestino in ordine crea un sistema immunitario ottimo). Il colon irritabile sparisce con un’alimentazione adeguata; è solo un segnale del tipo “Ehi! Mi stai dando cose da mangiare che non voglio!”. Per quanto riguarda l’immunostimolante va bene, ma senza alimentazione corretta il suo effetto è meno forte (per lo stesso motivo non le consiglio un altro prodotto per le difese dell’organismo: i batteri sono nella loro pancia a causa di quello che mangiano, non fuori nell’aria). Un ultimo consiglio: inizi tutti i pasti con verdura cruda: se i bambini la prendono come abitudine, ne trarranno molto giovamento. Buona vita.

  48. Lucy il said:

    Buon pomeriggio, grazie per la sua risposta. Purtroppo (dico così perché i risultati non sono soddisfacenti) siamo già molto attenti all’alimentazione: i miei figli non bevono latte da qualche anno (sopperisco alle esigenze di calcio con mandorle e altre fonti), mangiano solo formaggio di capra in media una volta alla settimana, sto sempre attenta ai prodotti che contengono lattosio “nascosto”. Cerco di dargli pochi dolci (in genere cioccolato fondente o pane e marmellata o miele). Ovviamente gli sgarri ci sono, perché a volte sono a merenda/cena/feste dagli amichetti, ma in generale si alimentano in modo sano. Quasi sempre mangiano frutta o verdura (solo cruda perché cotta non gli piace) prima del pasto. A volte per me è abbastanza frustrante vedere bambini che ingurgitano ogni tipo di schifezza e stanno benissimo, mentre i miei “ne hanno sempre una”… senza troppo drammatizzare, perché non sono cose gravi, ma comunque i malesseri sono frequenti. Questo da ottobre a maggio, perché in estate di solito stanno bene. La cosa che non limito è il frumento: mangiano pasta, pane ecc. e quasi mai integrali (io e mio marito sì) perché proprio non gli piacciono. Secondo lei dovrei provare anche questa strada? Grazie ancora e un cordiale saluto

    • Gent.ma Lucy, comprendo la sua frustrazione, ci siamo passati un po’ tutti, perlomeno noi che cerchiamo di fare le cose al meglio per essere sani e forti. Deve tener conto che, quando mangiamo male, siamo come una stanza piena di detriti, fango e quant’altro, e un secchio di spazzatura in più ogni giorno non fa assolutamente differenza. Il punto è che a lungo andare (anni, decenni) la situazione degenera è diventa molto più difficile ed impegnativo ripulire la stanza. Invece, le persone che iniziano a pulire la loro stanza con alimenti buoni, rimedi naturali, iniziano a cambiare frequenza, ammassano le macerie in un angolo, aprono le finestre, spazzano il pavimento e se qualcuno butta sopra il pavimento pulito un secchio di spazzatura se ne accorgono, eccome! Ma non è solo questo. Ci sono anche le costituzioni che sono importanti: una persona robusta è molto più forte, sopporta di più rispetto ad una persona magra, esile. Ed infine ci sono da vedere le tossine che sono entrate da prima, che forse hanno sbilanciato il sistema immunitario come i vaccini ad esempio. Assieme a questo può anche starci una situazione emotiva difficile, vuoi per un contesto familiare, vuoi per il proprio carattere oppure per una difficoltà di interagire efficacemente con il mondo esterno (amici e scuola, soprattutto quest’ultima in quanto d’estate stanno meglio). Riesce quindi a comprendere come sia difficile via mail dare un aiuto concreto ed efficace. Le consiglio quindi vivamente di trovare un bravo naturopata che la possa consigliare su che strada intraprendere, magari con l’aiuto di fiori di Bach o Australiani. Nel frattempo le posso consigliare di dare ai suoi pargoli Performance Forte della AVD (2 cps al mattino e 2 alla sera) per un paio di mesi, e poi Immunity Assist Forte, 2 al mattino e 2 alla sera per almeno 3 mesi, entrambi almeno mezz’ora prima dei pasti e assieme ad una vitamina C (C Plus Naturalpoint ad esempio). E ridurre magari il glutine, ma tutta la famiglia, non solo loro: esistono mille varietà di cereali, uno più gustoso dell’altro, come mais, grano saraceno, quinoa, amaranto (questi ultimi due non sono proprio cereali). E ogni tanto un po’ di farro o kamut. Con un’analisi idridologica naturalmente,si potrebbe capirne di più. Spero di esserle stata utile, buona vita.

  49. Rita il said:

    Buongiorno, avevo sentito parlare dei prodotti Bromatech ma solo dopo aver scoperto il vostro sito mi sono decisa a provare il protocollo, sono arrivata alla terza fase, la settimana di Bifiselle e mi accingo ad iniziare l’ultima, poi vi chiedo: come si va avanti? Grazie e un sacco di complimenti per la professionalità e competenza

    • Grazie mille per i complimenti, cara Rita. Non esiste un protocollo per continuare a dire il vero, dipende un po’ da come sta la persona, da che disturbi ha e da cosa vuole risolvere. Sicuramente, se ha delle problematiche di intestino che durano da tempo, è consigliabile rifare il protocollo almeno 2 volte all’anno. In prossimità della stagione fredda posso solo consigliarle di provare Immunity Assist Forte Avd, 2 al mattino e 2 alla sera per almeno 3 mesi, almeno mezz’ora prima dei pasti e assieme ad una vitamina C (C Plus Naturalpoint ad esempio. In ogni caso resta sempre valido il mio consiglio di trovare un naturopata o un medico, meglio se iridologo, che possa seguirvi passo passo nella vostra strada. Buon lavoro.

  50. Elisa il said:

    Buonasera Susanna,
    mi sono casualmente imbattuta nel suo sito ed in questo interessantissimo articolo mentre stavo svolgendo una ricerca sulla disbiosi. Mi scuso per il messaggio lungo che sto per scriverle ma almeno posso spiegarle il quadro completo. Io sono una ragazza di 26 anni, soffro da 2 anni di cistite recidivante con anche rari episodi emorragici (E.Coli, l’ultima urinocultura due mesi fa segnalava ancora 1 milione di batteri. Tutto questo dopo due terapie antibiotiche che per la conseguente disperazione da candidosi mi hanno portato ad effettuare una terapia con D-mannosio che mi ha sollevato dai sintomi più fastidiosi ma non ha fatto abbassare la quantità di batteri nelle urine). Da circa lo stesso tempo (poco di più) soffro di geloni ai piedi (dita totalmente viola) che mi vengono dal primo freddo durante i mesi ottobre/novembre e non mi abbandonano fino a giugno. Ho già fato moltissime visite da specialisti (ematologi, reumatologi, infettivologi..ho perso il conto!) e dagli esami del sangue, capillaroscopie ripetute ed ecodopler nessuno è riuscito a darmi una spiegazione. Sottolineo che per cercare di limitare il problema utilizzo anche in casa delle calze termiche. Nell’ultimo anno ho sofferto di ricorrenti episodi di stitichezza alternata a diarrea, per cui mi è stato consigliato di fare degli esami per le intolleranze da cui mi han detto di evitare i latticini. Ho eliminato dalla mia dieta i miei amati formaggi, ma non ho ottenuto miglioramenti. Ho un fisico piuttosto atletico e snello, mi piace mangiare sano ma nonostante questo ho la pancia sempre abbastanza gonfia e “pesante” da un paio di anni a questa parte. Mi è stato consigliato di effettuare un disbiosi test che è risultato positivo e che potrebbe essere la causa di tutte le mie problematiche. Ora, la mia domanda è questa: secondo lei la terapia che ha descritto potrebbe essere utile per la disbiosi e per ripristinare la flora batterica del mio povero intestino distrutto (penso da terapia antibiotiche per una brutta tonsillite che, guarda caso, avevo fatto proprio qualche mese prima di iniziare ad avere tutti quest problemi) e del mio corpo intasato da tossine? La ringrazio moltissimo!

    • Gent.ma Elisa, il protocollo (non terapia) che descrivo in questa pagina è sicuramente utile per aiutare un intestino in difficoltà, ma viste le sue problematiche sicuramente c’è da fare anche altro, come ad esempio pulire il fegato, sostenerne l’organismo, cambiare alimentazione (togliere i latticini va bene, ma è da vedere anche il resto, cosa mangia e come), alleggerire il sistema linfatico, supportare l’aspetto emotivo.. Come ripeto spesso, non è possibile dare indicazioni che siano giuste e valide in una situazione che ha già molti fattori da considerare. Ha cambiato molti specialisti, perché non prova anche un naturopata? Ma uno bravo, meglio se iridologo, che possa capire bene cosa sta succedendo. Perché non prova a chiamare la Federazione naturopati e chiede un nominativo di un naturopata della sua zona? Questo invito lo estendo a tutti, non solo a lei ovviamente. Non siamo poi così cari  Il numero di telefono a cui fare riferimento è: 0121.901438.

  51. Valeria il said:

    Gent.ma Susanna,
    soffro da diversi anni di meteorismo e pancia gonfia. Per limitare il problema seguo un’alimentazione priva di glutine, lattosio, legumi e frutta e scelgo verdure con una bassa fermentazione.
    Ho provato a seguire il protocollo da lei indicato e mentre prendevo l’enterelle non ho avuto particolari effetti, mentre con bifiselle e ramnoselle la mia fermentazione intestinale è peggiorata.
    Vorrei precisare che in passato ho provato altri probiotici ma purtroppo con tutti ho avuto un peggioramento del gonfiore addominale e diarrea.
    Forse dovrei seguire un protocollo diverso, magari con una dose iniziale maggiore di tea tree per “pulire meglio” l’intestino? Oppure ha qualche altro consiglio da darmi?
    Grazie in anticipo e buona serata.

  52. Gent.ma Susanna, sto per finire il protocollo della pulizia intestinale e mi chiedevo se esiste un probiotico che possa aiutare ad abbassare la glicemia.
    Grazie per la risposta
    Maria Teresa

    • Gent.ma Maria Teresa, un buon prodotto è il Glycinet sempre Bormatech, oppure il Cromo (Picocromo della Solgar), ma volento anche una pulizia generale con Aloe vera andrebbe benissimo (1 cucchiaio mezz’ora prima dei 3 pasti principali) per almeno un paio di mesi, ma a patto di non avere il gruppo sanguineo zero. La glicemia alta va aiutata anche attraverso un’alimentazione curata, che riduca effettivamente gli zuccheri, ma anche i carboidrati raffinati e soprattutto latte e latticini!! Buona vita.

  53. Luana il said:

    Salve,
    Vorrei porle una questione.
    Sto facendo per un mese una terapia con ferrograd e samefast perché, dopo accertamenti, sono risultata un pochino anemica e ho un senso di stanchezza generale.
    Posso seguire il protocollo o è incompatibile con questi due integratori?
    Grazie mille

    • Gent.ma Luana, certo che può fare il protocollo in contemporanea, ma se fossi in lei prenderei un complesso B completo, in quanto non si dovrebbero mai prendere vitamine B da sole (il Samefast contiene esclusivamente B9 e B12), soprattutto in presenza di anemia. Sarebbe poi da controllare come sta il suo stomaco, visto che la B12 viene assorbita solo in quest’ultimo. Buon lavoro.

      • Luana il said:

        Salve, lo stomaco è a posto, nel senso che non ho gastrite. Ma ho il cardias incontinente che, nei periodi in cui sgarro un po’ troppo col cibo, mi causa reflusso.
        Mi consiglia una integrazione completa del gruppo b. Aggiungendola a samefast non rischio di assumere dosi eccessive di b9 e b12? Potrebbe suggerirmi qualche nome commerciale?
        Grazie mille per la sua disponibilità.

        • Non è un problema di gastrite, ma di mancanza del fattore intrinseco che avviene anche senza sintomi. Una visita iridologica solitamente lo può indicare. E’ veramente molto difficile assumere dosi eccessive di vitamine del gruppo B essendo spesso inesistenti nella nostra alimentazione ed anche per il fatto che sono idrosolubili e quindi si perdono subito con le urine. Un buon prodotto è B complex della Naturalpoin o della Long Life, o della Natur’s Plus. Buona vita.

          • Gent.ma Sabrina, il fattore intrinseco è una proteina che serve a proteggere la vit. B12 (vitamina molto delicata), incapsulandola e trasportandola nell’intestino, dove poi verrà accumulata come scorta nel fegato. Senza di esso, il processo avviene lentamente, o in maniera inefficace per salvaguardare dosi corrette di B12. Buona vita.

  54. Serena il said:

    Gent.ma Susanna, ho 28 anni, soffro di disbiosi intestinale, gastrite, reflusso, ernia iatale. Sono in cura da 8 anni da un gastroenterologo che ho deciso di cambiare. Assumo da altrettanto tempo ogni giorno inibitori di pompa protonica.
    Crede che questo protocollo sia adatto anche a me?
    Ho provato a sospendere il farmaco ma avverto immediatamente forti bruciori, reflusso e raucedine. Ho deciso di continuare ad assumerlo fino a che non andrò da un altro specialista. Nel frattempo come mi consiglia di agire per minimizzare gli effetti nefasti dell’ipp sulla flora batterica?

    • Gent.ma Serena, non può togliere un farmaco di questo tipo se prima non ha lavorato a fondo sul suo terreno e sullo stomaco. Il protocollo è andatto a lei, ma senza Tea tree ovviamente, anche se da solo non basta. Ha bisogno di qualcuno che la veda, le parli, le faccia le domande giuste e sopratutto che la aiuti a cambiare alimentazione. Provi a contattare la federazione naturopati italiani al 0121.901438 per farsi dare il nominativo di un naturopata vicino a lei: non siamo poi così cari, vale la pena provare. Buona vita.

        • Il Serobioma della Bromatech (1 dopo colazione e 1 dopo cena) va benissimo, o la Klamat della Nutrigea (1 per 3 volte al giorno durante i pasti principali): questo per ristabilire la permeabilizzazione dell’intestino.

          • Serena il said:

            Grazie per la risposta!
            Ritiene che nel mio caso si possano fare cicli anche mensili?

          • Gent.ma Serena, purtroppo non sono in grado di vedere i vostri messaggi precendenti, e quindi non ricordo la sua storia (appaiono solo sotto l’articolo, ma non ho il tempo di cercarlo in 200 messagi, chiedo scusa.. sicuramente ci sarà un metodo più veloce, ma al momento non lo conosco). In ogni caso tutte le problematiche intestinali di qualunque tipo, necessitano di pulizia periodica, in certi casi anche costante (se il problema è cronico e invalidante). Buona vita.

      • sabrina il said:

        Buonasera Susanna volevo chiederle ma c’è anche una cura per il reflusso gastroesofageo oppure bisogna prendere sempre gli inibitori che poi per altro fanno poco e come li smetti torni punto e a capo? oltretutto sò non andrebbero presi sempre? Grazie.

        • Per prima cosa chi ne soffre dovrebbe prendere l’abitudine di stare seduto ben diritto nella prima fase digestiva, in quanto se l’esofago viene tirato, si allunga e le valvole tendono a chiudersi più facilmente.
          Natrum Phosphoricum dei sali di Schussler è utile per iperproduzione di acido cloridrico e per il rigurgito con eruttazioni acide. Invece il Magnesium phosphoricum Schussler è indicato per rigurgiti, spasmi gastrici, crampi e gastriti con coliche gassose. Inoltre io consiglio il Pylorex Bromatech, 1 cps dopo ogni pasto, per almeno un paio di mesi. Buon tutto.

  55. manuel il said:

    A breve inizierò una cura a base di rifaximina per la sibo (con dieta ovviamente). Dovrò ingegnarmi anche per tenere sotto controllo la candida in questa situazione. COsa mi consigli di fare?Questo protocollo lo seguo prima o dopo? 🙂 Emagari qualche suggerimento anche per non fare prosperare troppo la candida! 😀

    • Gent.mo Manuel, come giustamente lei afferma il punto delicato della situazione è che, essendo la flora intestinale composta da ceppi batterici, fungini e virali, riducendo uno di questi gruppi può succedere che gli altri due aumentino di quantità, come appunto succede con la candida. Prenda in contemporanea Enterelle della Bromatech (2 dopo colazione 2 dopo cena), assieme a Mycoflor AVD (1 cps prima di ogni pasto). Vedrà che i problemi saranno minimi. Buon lavoro.

  56. giuseppe il said:

    Buonasera, mi hanno diagnosticato fibromialgia e prescritto Liryca e xanax oltre a curcuma e magnesio. Una collega di lavoro mi ha consigliato oggi il protocollo di pulizia (già provato personalmante) con 2 compresse dopo colazione e dopo cena e alla fine una compressa di SEROBIOMA dopo colazione per tre mesi. Soffro anche di ipertensione e ipercolesteromia. Ho difficoltà digestive e stitichezza.
    Ritiene che il protocollo sia adatto ? il serobioma è indicato per il mantenimento? grazie

    • Gent.mo Giusppe. Si, il protocollo va bene e il Serobioma lo può prendere come mantenimento. Ma sappia che la fibromialgia ha necessità di avere un’alimentazione senza glutine. Provi a toglierlo del tutto e vedrà i benefici. Oltre a questo c’è anche molto altro (esistono molti naturopati ferrati in materia), ma togliere il glutine è un ottimo inizio. Buon lavoro.

  57. Giulia il said:

    Buongiorno Susanna, avevamo scambiato un po di domande e consigli tra settembre-ottobre, mi faceva piacere informarti sui miei progressi..il ciclo con bifiselle l’ ho continuato per un po, aggiungendo anche xantonett, e questa associazione è stata favolosa per me.nonostante questo, il protocollo continuava con ramnoselle, che mi ha tolto la regolarità quotidiana, prendendo xantonet si regolarizzava, ma solo con ramnoselle no..inoltre la cosa che ho associato dopo 1 settimana di ramnoselle era la seguente..Pruritto fortissimo sulla pianta del piede, e congiuntivite. verso fine cura è diminuito il prurito,da qualche giorno terminato tutto, sia prurito,ma ho detto addio anche alla regolarità. in piu, tornati dolori di colite che non erano passati del tutto, ma estremamente attenuati.. Il prurito e la congiuntivite possono avere associazione con il ramnoselle?
    oggi, a quasi un mese di distanza,
    essendomi trovata bene con Bromatech ho fatto un ciclo di Milonet, che ha aiutato un po ma non quotidianamente, dolori non ne ho ma i gonfiore persiste.Provato Adomelle, ma gonfiore persiste, regolarità scarsa.. Pensavo di inserire bifisele nuovamente..che ne pensi? Ti ringrazio moltissimo, Giulia.

    • Salve Giulia. Oltre a consigliarle di continuare a prendere Xantonet se soffre ancora di stitichezza, e magari consigliarle di fare la pulizia per la candida intestinale, posso solo suggerirle di rivolgersi ad un naturopata in gamba che la aiuti a riequilibrare del tutto la sua flora intestinale. Il prurito e la congiuntivite fanno pensare ad un eccesso di tossine che il fegato non è riuscito ad eliminare: provi l’Epahit capsule della Avd per un paio di mesi. Purtroppo via mail è possibile solo dare consigli di massima, nulla più. Provi a chiamare la federazione naturopati italiani al 0121.901438 per avere il nominativo di una persona vicina a lei. Buona vita.

      • Giulia il said:

        Grazie Susanna,
        protocollo per candida intende Caprilico solgar e candinorm pegaso come nel suo articolo comprensivo ovviamente alimentazione indicata??
        Grazie dei consigli e della valutazione del depuratore epatico. Chiamerò la federazione Naturopati per farmi seguire da vicino. la ringrazio,è stata gentilissima.Giulia

  58. Valeria il said:

    Buongiorno Susanna,

    soffro di gonfiore addominale, stitichezza cronica e risulto intollerante ai latticini e ai lieviti (incluso e sopratutto il lievito di birra).
    Vorrei provare il protocollo che suggerisce sperando che mi sia di aiuto.. Ho una domanda: il Tea Tree Oil di ESI (100% Malaleuca Alternifolia) va bene da ingerire nella posologia da lei indicata?
    I fermenti di Bromatech contengono lattosio o lievito di birra?

      • Valeria il said:

        Grazie mille Susanna per la sua disponibilità.
        Quindi lei mi consiglia di iniziare dal Candinorm (oltre che con l’alimentazione) x 2 mesi prima di fare i protocollo? Io sto prendendo da diverse settimane il GSE con Rosmarino e Uncaria, può andar bene come antimicotico o meglio quello della Solgar che mi consiglia?
        Leggo comunque che un sintomo della candida è la diarrea cronica e io invece sono stitica.. Grazie ancora!

          • Candinorm 1 cps prima di colazione ed una prima di cena (15 minuti prima) invece il Caprilico Plus 1 ad ogni pasto (durante). Il Candinorm non va tenuto in frigo, a differenza dei prodotti Bromatech.

        • Non conosco il prodotto che lei mi cita, pur avendo una buona opinione della GSE. Se è indicato per la candida, lo continui, altrimenti opti per il Caprilico Plus. La candida non è necessariamente associata alla diarrea, esiste anche la candida con la stitichezza, che lei potrebbe alleviare con Xantonet della Bromatech, almeno fino a pulizia completata. Buona giornata.

          • Valeria il said:

            Cara Susanna, la ringrazio molto per la sua disponibilità e per i preziosi consigli!
            Un caro saluto.

  59. luigi il said:

    Salve,vorrei se il protocollo si può effettuare in contemporanea al trattamento con xanax e citalopram e se mi può consigliare qualche prodotto efficace per la pulizia del fegato.Grazie

    • Salve Luigi. Il protocollo di pulizia preveder solo dei probiotici,e quindi sono adatti anche in concomitanza con altri medicinali. Ma è sempre meglio chiedere al suo medico. Per la pulizia del fegato la situazione è diversa; sicuramente le consiglierei l’EPADX della AVD, ma essendo molto articolato (come prodotto) forse è meglio che chieda al suo medico se può prendere una tintura madre di tarassaco e cardo mariano. Buon tutto.

      • luigi il said:

        Gentile Susanna intanto la ringrazio per avermi risposto… Ora però avrei un ultima domanda:
        occhi rossi e secchi,e caduta di peli e capelli (non molti e non a chiazze)e difficoltà a mettere peso a quale organo mal funzionante o che sta lavorando troppo a causa delle tossine potrebbero collegarsi, intestino?fegato?stomaco? (ho fatto mille esami ormonali e non,e sono tutti nella norma tranne calcio ionizzato che nonostante lo integro me lo ritrovo sempre molto basso).Grazie ancora

        • Gent.mo Luigi, non è per nulla facile darle un aiuto sulla base di poche righe. Indicativamente occhi e capelli mi fanno pensare al fegato che sarebbe da sostenere sia come alimentazione (no latte, latticini, fritti ed alcolici per iniziare) che come rimedi naturali (Epadx ad esempio). Personalmente le consiglio di rivolgersi ad un naturopata in gamba che la aiuti a trovare il metodo migliore per togliere il sovraccarico che c’è in circolo ed anche per cambiare alimentazione. Per trovare un bravo nautopata della sua zona provi a chiamare la federazione naturopati italiani al 0121.901438. Le auguro buon lavoro.

      • sabrina il said:

        Buonasera Susanna,volevo sapere se l’EPADX ha delle controindicazioni o delle precauzioni per alcune persone con dei disturbi…se si quali? grazie molte.

  60. Serena il said:

    Gentile Susanna, ho un problema di psoriasi che da anni ormai non mi dà pace…mi colpisce il cuoio capelluto, i lati del naso ma soprattutto la zona genitale e anale nella quale, soprattutto di notte, il prurito non mi dà tregua. Vorrei iniziare il protocollo bromatech qui consigliato, sperando che aiuti a disintossicare. Ha altri consigli per la mia situazione? Vorrei evitare di prendere il cortisone come consiglia la medicina tradizionale ma è pur vero che si tratta di un disturbo davvero fastidioso. Specifico che sono vegetariana, non fumo, non bevo alcolici e cerco di mangiare correttamente, anche se ancora non sono riuscita ad eliminare la pasta e la pizza e i formaggi ma in quantità che cerco di controllare 🙁 La ringrazio! Serena

    • Gent.ma Serena, non è così semplice darle una risposta efficace. Con la psoriasi, essendo in parte legata anche all’aspetto emotivo, posso solo consigliarle vivamente di rivolgersi ad un naturopata in gamba che la aiuti a trovare il metodo migliore per togliere il sovraccarico che c’è in circolo ed anche per cambiare alimentazione. Oltre a questo le consiglierei inoltre un appoggio emotivo, con ad esempio un psicologo o un consulente di Metamedicina, perchè la psoriasi ha bisogno di comprensione. Per trovare un bravo nautopata provi a chiamare la federazione naturopati italiani al 0121.901438. Le auguro buon lavoro. PS: con la psoriasi, non esistono quantità minime accettabili di foramggi.. e il prurito fa pensare proprio a questo, ad un surplus di tossine che il fegato non sa come eliminare.

      • Serena il said:

        Grazie, so che si tratta di un aspetto anche emotivo, sono una persona abbastanza ansiosa e questo sicuramente incide…proverò ad eliminare completamente i latticini (cosa che cerco di fare già da un po’ ma non sempre mi risulta semplice)…ritiene comunque che il protocollo Bromatech possa risultare di aiuto oppure non ha a che fare con il mio caso? Grazie

        • Si, sono certa che il protocollo la possa aiutare. Si faccia inoltre aiutare a livello emotivo, con un supporto psicologico o anche con un consulto di Metamedicina (che lavora direttamente sulla causa del sintomo). Buona vita.

  61. Rosalba il said:

    Buongiorno
    soffro di recidiva di candida vaginale. Attualmente ho una candida in corso e oltre a eliminare determinati alimenti dalla dieta (come da protocollo) ho iniziato la pulizia intestinale assumendo 1 ggt di tea tree oil in 30 ggt di tintura madre di echinacea. Sono al terzo giorno ma ho notato un aumento del prurito vaginale con secrezione bianca e un aumento della stitichezza.
    Cosa posso fare? Continuo o passo direttamente ai fermenti lattici? Ho effettuato anche una lavanda con il tea tree oil (5 ggt in 250 ml di acqua bollita) ma non ho avuto nessun beneficio per il prurito. Grazie

    • Gent.ma Rosalba, quando la candida viene disturbata, rilascia ancora più tossine in circolo e, se il fegato non riesce ad eliminarle, possono dare fastidio. Potrebbe integrare nel protocollo anche un prodotto per la pulizia del fegato: le consiglio Epadx Avd, 2 cps alla sera prima di dormire (inizi con una per 7 giorni, poi continui con 2) per almeno 2 mesi. Continui con il protocollo come previsto, ma vada avanti con Enterelle per un mese associandoci anche un prodotto specifico per la candida come il Caprilico Plus Solgar, 1 ad ogni pasto (sempre con una alimentazione adatta a debellare la candida). Per la stitichezza, che non deve esserci, le tossine devono uscire, prenda Xantonet della Bromatech. Una volta passato il mese, continui con Bifiselle e poi Ramnoselle. Buon lavoro.

      • Rosalba il said:

        La ringrazio per avermi risposto. Da anni riscontro dei valori anomali delle GAMMA-GT (mediamente intorno ai 100) e dei movimenti altalenanti delle transaminasi GOT e GPT. Dalle analisi non risultano epatiti. Devo presumere quindi che questi valori anomali dipendano dalle tossine in circolo? Inoltre tempo fa un omeopata mi ha prescritto per la candida oltre ad enterelle, il prodotto Sepiaplus gtt (Hering) nella posologia di 10 gtt dopo colazione e 10 gtt dopo cena che nulla sapendo ho iniziato a prendere da ieri. Può andare bene con il suo protocollo che sto seguendo? Posso assumere comunque il prodotto da lei consigliato per il fegato Epadx Avd? La ringrazio

        • Ogni anomalia che abbiamo nel nostro corpo dipende sempre da tossine fisiche e tossine emotive/mentali. La candida è veramente una produttrice enorme di tossine che intasano tutti i nostri tessuti, e il fegato si fa in 4 per eliminarle. Essendo la candida in incredibile aumento vista l’alimentazione completamente sbilanciata (ricca di zuccheri e di carboidrati raffinati, oltre che di latte e latticini) e visto l’abuso di antibiotici (presenti anche nelle proteine animali), potrebbe essere più che plausibile che i suoi valori errati siano dovuti ad essa. Non conosco il prodotto di cui mi parla, e quindi non so dirle se secondo me è efficace per la candida; dal mio punto di vista è necessario un rimedio ponderale, non basta un omeopatico. Epadx è altamente consigliabile per i valori del fegato in disequilibrio. Buona vita.

          • Rosalba il said:

            Buongiorno volevo aggiornarla. Sto seguendo il protocollo per la pulizia intestinale da una ventina di giorni con grossi miglioramenti. Non ho più prurito o perdite dovuti a candida vaginale. Avendo terminato il mio prodotto omeopatico per la candida (Sepiaplus gocce) volevo continuare la terapia con Caprilico Plus Solgar da lei consigliato. Mi potrebbe confermare la posologia di 1 tavoletta a pasto (colazione pranzo e cena)? Quando si assume, prima del pasto? Per quanto tempo posso assumerlo? Nel frattempo sto assumendo (come da suo consiglio) Bifiselle (poi passo a Femelle) ed EPADX. Grazie

          • Salve Rosalba (che bel nome!). Sono felicissima che sta meglio!! Indicativamente il caprilico si assume una tavoletta durante il pasto, nei casi più ostinati anche di più, ma è (ovviamente) molto personale. Il tempo standard è di 30-45 giorni nei casi di candida “normale”, mentre per le candide aggressive si arriva anche a un anno, o un anno e mezzo, ma con diete più drastiche. Si ricordi comunque di cambiare alimentazione: ha visto il mio articolo? Finito il protocollo passi a Serobioma, riparatore della mucosa intestinale. Buon lavoro 🙂

          • Rosalba il said:

            Buongiorno Susanna da circa 1 mese e mezzo sto assumendo EpaDx e da circa una decina di giorni Serobioma. Ho letto in un altro suo articolo di Immunplus New Era come prevenzione per i mali di stagione. Volevo chiederle:
            1) posso assumere ImmunPlus assumendo anche EpadX e Serobioma?
            2) Volevo far assumere Immunplus ai miei figli di 12 anni (40Kg) e 8 anni (30 Kg) devo seguire il dosaggio bambino o adulto?
            3) per quanto tempo di può assumere Immunplus?
            La ringrazio

          • Salve Rosalba. Può prendere ImmunPLus anche durante Epadx e Serobioma, seguono tre strade diverse. Può dare ImmunPlus ai bambini, dose normale. Come prevenzione ImmunPlus può essere preso per tutto l’inverno. Buona vita 🙂

          • Rosalba il said:

            Buongiorno Susanna. Ho nuovamente bisogno dei suoi consigli. Con l’alimentazione, protocollo di pulizia intestinale e Acido Caprilico ho risolto il problema del prurito vaginale da candida. Da un paio di settimane sto avendo irritazione e prurito anale (scotch test per presenza miceti negativo). Inoltre le feci hanno un odore acre (non diarrea). Cosa posso fare? Posso usare il Candinorm? in che dosaggio? grazie

          • Gent.ma Rosalba, lietissima che i miei consigli le abbiano permesso di stare meglio. Se le feci hanno un odore acre probabilmente c’è bisogno di alcalinizzare il corpo ma sopratutto di pulire e disintossicare il fegato: provi con Ephit AVD cps prima (2 metà mattina e 2 metà pomeriggio) per un mese e poi EPADX AVD per due mesi (2 alla sera prima di dormire). Ci aggiunga Alkaloximed 1 bustina prima di dormire in acqua. In ogni caso chieda consiglio anche al suo medico di fiducia. Buona vita.

  62. carmen il said:

    CONTRARIAMENTE A QUASI TUTTI QUELLI CHE LE SCRIVONO IO SOFFRO DI DIARREA QUASI QUOTIDIANA…HO FATTO TANTISSIME CURE NATURALI MA CON POCHI RISULTATI…HO PERFINO PRESO IL LIMITRYL IL QUALE MI HA DATO DEI RISULTATI MA HO VOLUTAMENTE INTERROTTO….LEI PENSA CHE POTREI USARE ENTERELLE BIFISELLE E RAMNOSELLE….ED EVENTUALMENTE IN QUALE ORDINE E QUANTITA’ GRAZIE

    • Gent.ma Carmen, la diarrea se è accompagnata da gonfiore addominale che aumenta nel corso della giornata, è probabilmente una candida intestinale e va gestita in modo differente. Se non c’è il gonfiore e si è reduci da antibiotici, si può fare un ciclo di Enterelle anche di 2 settimane. Altrimenti provare 2 Enterelle al mattino e 2 Rotanelle alla sera, entrambi dopo i pasti. Ma sarebbe comunque il caso di trovare un naturopata ferrato in materia per un aiuto efficace (bisogno capire se la diarrea è batterica o virale ad esempio). Buon tutto.

  63. Silvia Stiantini il said:

    Buongiorno
    soffro da anni di colon irritabile, quest’estate è stata tremenda, ho iniziato dopo un periodo di stress ad avere meteorismo e diarrea, così a settembre son andata dal gastrenterologo che mi ha diagnosticato disbiosi, (non sono celiaca solo intollerante al lattosio) mi ordinato 20 gg di enterelle ( 2 al giorno) , 1 mese di 1 bifiselle mattina 1 ramoselle sera e dopo 3 mesi di bromorech. I primi 20 gg è andata molto bene con enterelle, adesso invece che sto assumendo bifiselle e ramoselle ho di nuovo meteorismo e qualche scarica diarrea …cosa mi consiglia? Grazie

    • Salve Silvia. Disbiosi è un termine generico, bisogna prima capire se è putrefattiva o fermentativa. Come scrivevo alcuni post fa, i gas intestinali sono di due tipi: rumorosi ed inodori (da fermentazione) e silenziosi e odorosi (putrefazione). Nel primo caso dopo enterelle si continua solo con Ramnoselle limitando carboidrati raffinati, zuccheri e lieviti, nel secondo dopo Enterelle si continua solo con Bifiselle riducendo di molto le proteine animali. Mi faccia sapere. Buon tutto.

      • Silvia il said:

        Buongiorno Susanna grazie per sua risposta i miei gas sono rumorosi ed inodori (da fermentazione) però ho saltuariamente crampi con scariche di diarrea, e spesso risolvo solo con enterogermina, posso dunque continuare con ramnoselle e al bisogno enterogermina? Grazie tante

  64. Carlo il said:

    Bentrovata Susanna
    soffro di colon irritabile, vedo che oggi è molto diffuso e anche di gas intestinali, mi hanno prescritto enterelle e mi fa molto bene, ma quanti cicli devo fare e per quanto tempo? Mi è stato detto un solo mese però per me è un ottimo rimedio vorrei continuarlo .

    • Gent.mo Carlo, i gas intestinali sono di due tipi: rumorosi ed inodori (da fermentazione) e silenziosi e odorosi (putrefazione). Nel primo caso dopo enterelle continui con Ramnoselle limitando carboidrati raffinati, zuccheri e lieviti, nel secondo dopo Enterelle continui con Bifiselle riducendo di molto le proteine animali. Buon lavoro.

  65. Daniela il said:

    Buonasera
    Nel mese di ottobre ho fatto il protocollo su di me e i miei figli. Settimana scorsa la bimba ha dovuto prendere antibiotico per otite e in sovrapposizione, dopo qualche giorno, ha fatto virus gastrointestinale con numerose scariche al giorno per quasi una sett. (I primi giorni anche 15, poi in media 5 al giorno). Ora la situazione di e’ stabilizzata e le sto dando 1 compressa al giorno di axidophilus della pegaso. Volevo sapere se va bene così oppure mi consiglia di rifare la pulizia o anche solo 1 fase della stessa. Grazie Daniela

    • Gent.ma Daniela, l’otite fa pensare ad una alimentazione errata, lo stesso per il virus gastrointestinale. Va benissimo l’Axidophilus della Pegaso, e anche rifare il protocollo di pulizia, ma sarebbe da riconsiderare piuttosto l’alimentazione di base della famiglia: latte e latticini in primis. Buon lavoro.

  66. Laura il said:

    Buonasera gentilissima Susanna,
    le ho scritto due mesi fa e ho fatto ,con successo, il protocollo di pulizia intestinale . Ho continuato con bifiselle uno la mattino euno la sera come mantenimento e ,per aiutarmi con la stitichezza , la sera prendo un decotto di prugne secche e semi di lino e così va abbastanza bene ,ma la mia pancia brontola spesso per eccessiva aria.Le ricordo che sono celiaca, soffro di reflusso ,sono ipertesa,colesterolo
    Alto abbastanza sottocontrollo co armolipid plus. Ho 59 anni e dopo qualche anno dalla menopausa soffro di un forte prurito vaginale e anale,pur non avendo dal pap test candida vaginale Cosa mi può cosigliare?Devo riprendere il protocollo oppure fare una terapia di mantenimento? La ringrazio e la saluto cordialmente.
    Laura

    • A parte il fatto che le consiglierei vivamente di andare da un naturopata qualificato che la possa seguire ed aiutare passo passo, le consiglierei di continuare la sua pulizia con Milonet Bromatech (gestione dei carboidrati, 2 cps dopo colazione e 2 dopo cena) e Serobioma Bromatech (per il ripristino della mucosa intestinale, 2 dopo pranzo). Entrambi sono indicati per la celiachia. Per almeno un mese così. Poi prosegua con un mantenimento, come ad esempio Milonet 2 dopo colazione e Serobioma 2 dopo cena, per 4 mesi si e un mese no. Meglio sarebbe per sempre, dato che la celiachia necessita di cure intestinali continue. Buon tutto.

  67. Vanni il said:

    Buongiorno , pensando di praticare il protocollo per la pulizia intestinale, un farmacista mi avrebbe consigliato il seguente metodo:
    Enterelle 2+2 x6 gg
    Bifiselle 2+2 x6 gg
    Ramnoselle 2+2 x6 gg
    Per il mantenimento 2 bifiselle il martedì e 2 ramnoselle il venerdi. Rispetto alle quantità che indica lei sono doppie, pure rispetto a quelle indicate sulle confezioni. Come mi devo comportare?
    Il mantenimento per quanto tempo va fatto e le 2Bifsele e le 2Ramnoselle come vanno assunte? Grazie mille

    • Buongiorno Vanni. Diciamo che lo standard Bromatech è 2+2, ma molto spesso ne basta 1+1 (in quanto sono probiotici molto potenti). Oltretutto ci sono state delle persone che hanno anche avuto dei fastidi prendendone 2+2, e proprio per questo motivo (essendo i miei consigli di massima, senza poter vedere e parlare con la persona) consiglio la dose minima maggiormente sicura. A questo punto scelga lei quante capsule prendere, può anche fare delle prove a 1+1 e a 2+2. Mantenimento e come assumerle sono descritti in questo articolo. Buona giornata.

  68. Ottavio il said:

    Ciao, ho intenzione di cominciare il protocollo indicato con Enterelle, Bifiselle e Ramnoselle in sequenza come consigliato. Avrei da aggiungere che soffro di meteorismo – flatulenza, va bene così oppure si può integrare il protocollo durante o dopo il ciclo, saluti e grazie

    • Gent.mo Ottavio, può iniziare il protocollo come proposto oppure cercare di capire se la sua disbiosi è putrefattiva o fermentativa. Come scrivevo alcuni post fa, i gas intestinali sono di due tipi: rumorosi ed inodori (da fermentazione) e silenziosi e odorosi (putrefazione). Nel primo caso dopo Enterelle si continua solo con Ramnoselle limitando carboidrati raffinati, zuccheri e lieviti, nel secondo dopo Enterelle si continua solo con Bifiselle riducendo di molto le proteine animali. Buona serata.

  69. Paola il said:

    Gentilissima Signora Susanna, leggo volentieri i suoi messaggi che aiutano tante persone dovrei curare una candida intestinale da dove iniziare ho scariche diarrea, meteorismo e continui brontolii senza odore. Grazie

    • Gent.ma Paola, grazie per i complimenti!! Da quello che mi scrive potrebbe essere d’aiuto iniziare con una pulizia della candida che trova in questo articolo. Poi potrebbe fare il protocollo pulizia intestinale con tea tree, enterelle e poi ramnoselle. Buona giornata.

  70. Vanni il said:

    Buongiorno sono Vanni, sto finendo il ciclo di enterelle 2+2 x 6 gg ,visto che non ho avuto problemi volevo sapere se potevo continuare e se si per quanto tempo.
    Grazie mille

  71. monica il said:

    Buongiorno, sono Monica, vorrei iniziare il protocollo di pulizia intestinale come da Lei indicato. Io però assumo, da circa 4 anni, Movicol ( 1 busta al giorno) per una stitichezza ostinata che si protrae da diversi anni. Devo sospenderlo durante la cura Bromatech oppure posso continuare ad assumerlo ? grazie moltissime.

    • Gent.ma Monica, provi a prendere lo Xantonet della Bromatech assieme al protocollo dipulizia intestinale. Molto spesso questo connubio risolve il problema. In ogni caso la stitichezza si risolve anche integrando fibre nella nostra dieta, come un kiwi al mattino ad esempio, o preferendo pasta integrale (meglio bio, in quanto le paste integrali da supermercato sono tali per addizionamento della crusca). Poi c’è anche il fattore emotivo, essendo la persona stitica tendenzialmente una persona che vuole controllarsi per essere perfetta o amata (o comunque super controllata). Buon lavoro.

  72. luigi il said:

    Salve gentile Susanna,vorrei sapere cosa potrei assumere per purificare i reni e rigenerare le surrenali dopo un periodo prolungato di stress psicofisico?Grazie

    • Gent.mo Luigi, i reni non dovrebbero mai e poi mai essere depurati nei mesi freddi. Il periodo migliore è fine estate ed inizio autunno, per il fatto che energeticamente i reni sono sotto stress quando fa freddo. Per le surrenali ottima è la vitamna B5 ma solo se assieme alle altre vitamine del gruppo B. Meglio ancora il cordyceps, che sostiene surrenali e nutre i reni. Anche 3 cps per 3 volte al giorno se serve. Per un paio di mesi, meglio se con la vitamina C. Buona vita.

    • Gent.ma Graziella, i parassiti intestinali sono in effetti un problema non facilmente risolvibile in quanto possono essere presenti anche in altre parti, oltre dentro l’intestino. Sono legati al cibo che ingeriamo, all’aria che respiriamo ed anche agli animali domestici con cui entriamo in contatto. Ma, in ogni caso, è fondamentale lo stato del nostro intestino, del nostro fegato e del modo in cui affrontiamo la vita. Personalmente consiglio il protocollo Clark per eradicare tale problema, oltre ad una pulizia intestinale e del fegato. Spero a breve di avere un po’ più di tempo e di scriverci un articolo. Buona giornata.

  73. luisa il said:

    vorrei chiedere quali probiotici consiglia per il crohn … mi hanno consigliato di utilizzare enterelle e acronelle … oppure anche l’enterolactis plus

    • Salve Luisa. Ottimo consiglio quello che ha ricevuto. Io solitamente consiglio 2 cps di Enterelle dopo pranzo per 12 giorni assieme a Acronelle (1 cps al mattino e 1 alla sera); ma Acronelle deve continuare per due mesi. Poi come mantenimento prendere Enterelle 1 cps a colazione per 1 settimana al mese e Acronelle 1 dopo colazione (sempre). Buon lavoro.

  74. Jenny il said:

    buongiorno,
    ho subito una colectomia totale, ed assumo periodicamente i prbiotici.
    potrei fare prima una pulizia con enterelle per 5 giorni e poi passare direttamente a citogenex il girono e bifiselle alla sera? avevo già fato in primavera la pulizia sopra descritta nel sito
    grazie in anticipo cordiali saluti

    • Gent.ma jenny, nel suo caso consiglierei quasi costatentemnte l’assunzione di probiotici, tranne parere medico diverso ovviamente. Faccia dei cicli di Enterelle di 5 giorni al mese, e poi 2 settimane di Bifiselle e 2 di Ramnoselle. Poi una settimana o due di pausa, e ricominci. Citogenex serve nel caso di problemi con il sistema immunitario; se lei sente che le possano servire, li provi a pranzo (1 o 2 cps). Buon lavoro.

  75. jenny il said:

    Buongiorno la ringrazio per la celere ed esaustiva risposta, ramnoselle purtroppo mi causa fastidi forse proprio perché nn ho più il colon. Non lo so, citogenex lo prenderei proprio a causa delle difese immunitarie molto basse, in farmacia mi hanno altrimenti consigliato Immunoskin, oltre che fare anche periodi di disintossicazione con drenall, a causa della menopausa chirurgica, purtroppo il mio caso è piuttosto complicato lo so cordiali saluti

    • Ramnoslelle lavora sulla prima parte del colon, ed anche Bifiselle lavora sul colon, ma sull’ultima parte. Sarebbe da capire perchè le da fastidio: se manca il colon iniziale non dovrebbe dare alcun disturbo perchè non ha dove agire. Ma visto che da dei disturbi sarebbe importante capirne il perchè. Magari con l’aiuto di naturopata ferrato in materia? Si, prenda Citogenex, è veramente ottimo come prodotto. Buona vita.

    • Ramnoslelle lavora sulla prima parte del colon, ed anche Bifiselle lavora sul colon, ma sull’ultima parte. Sarebbe da capire perchè le da fastidio: se manca il colon iniziale non dovrebbe dare alcun disturbo perchè non ha dove agire. Ma visto che da dei disturbi sarebbe importante capirne il perchè. Magari con l’aiuto di un naturopata ferrato in materia? Si, prenda Citogenex, è veramente ottimo come prodotto. Buona vita.

  76. Jenny il said:

    La ringrazio,
    in realtà mi manca tutto il colon, ho solo il tenue ed il retto…
    Mi mancano anche diversi linfonodi e quindi non espello le scorie a dovere…

    • Quindi a conti fatti nemmeno Bifiselle dovrebbe andarle bene. Forse è meglio iniziare con Enterelle e poi procedere con Citogenex. Mancandole il colon, dovrebbe bere molto, molto di più delle normali persone perchè è nel colon che si riassorbe molta acqua, ed inoltre le sarà utile per eliminare le scorie (almeno due litri al giorno, almeno): questo è veramente importante. Ed inoltre integri la sua dieta sempre con minerali e vitamine naturali, come le alghe: la Nutrimax della Nutrigea è veramente buona. E integri la sua storia con la Metamedicina: le consiglio di consultare il libro Il grande dizionario della Metamedicina per cercare il motivo per cui le è stato tolto il colon. Penso potrebbe esserle di aiuto. Le auguro ogni bene.

  77. Jenny il said:

    La ringrazio per la celere ed esaustiva risposta
    Il mio è un caso complicanti visto che mi hanno tolto pure l utero e le ovaie 🙁
    Cordiali saluti

  78. monica il said:

    Gent.ma Susanna, sto procedendo con il protocollo d ora sono alla fase “Ramnoselle”. Ho seguito il suo consiglio di integrare con Xantonet e devo dire di essere soddisfatta. Le volevo chiedere se, al termine del protocollo, potrò continuare con Xantonet evitando così di assumere , almeno per un pò, il Movicol ?
    Secondo Lei è stato normale, nei primi giorni in cui assumevo Enterelle, avere più caldo ( nel vero senso della parola visto che io sono una persona che soffre molto il freddo ?)
    La ringrazio moltissimo e Le auguro un felicissimo 2016.

    • Gent.ma Monica, certamente può continuare con Xantonet, magari associandolo (a settimane alterne) a 1 cps di Bifiselle dopo colazione e 1 dopo cenza, con 1 cps di Ramnoeselle dopo colazione e 1 dopo cena. Se la stipsi non si risolve provi a cercarne l’emozione nascosota (spesso è l’autocontrollo). L’unica motivazione che può venirmi in mente per l’aumento del caldo, potrebbe essere dovuto al fatto che Enterelle elimina la microflora nociva del nostro intestino e può essere stato necessario un piccolo rialzo termico per eliminarla del tutto. Ringrazio per gli auguri, che rimando di cuore anche a lei!

  79. luigi il said:

    Gent.ma Susanna,per migliorare un malassorbimento intestinale, dovuto sia a gastroenteriti avute anni fa,sia poi ad un uso prolungato di antibiotici per curare l’ acne, quale ciclo di probiotici mi consigleresti?bastano solo enterelle,bifiselle,ramnoselle?o dovrei aumentare lo spettro di ceppi probiotici?.Grazie

    • Gent.mo Luigi, sarebbe da capire com’è lo stato del tuo intestino e qual’è la tua alimentazione tipo. Prova comunque ad iniziare con il protocollo standard assieme all’alimentazione consigliata, per poi proseguire con Serobioma (1 dopo colazione e 1 dopo cena) per almeno un paio di mesi. Potrebbe risolvere oppure essere un buon inizio. Buon lavoro.

  80. rosalia il said:

    Gent.ma Susanna, sto svolgendo una terapia omeopatica su vari fronti, soprattutto per quanto riguarda l’infiammazione e il ripristino dei tessuti (urovaginali e intestinale). il medico mi ha invitato inoltre ad assumere simbiotici e nel frattempo mi ha consigliato eubioflor. vorrei però fare il protocollo della pulizia intestinale; mi chiedevo se i prodotti indicati prevedono sia probiotici che prebiotici e quindi rispondono all’indicazione del medico. Lei pensa che posso comunque continuare ad usare eubioflor nel contempo della pulizia?
    Grazie

    • Gent.ma Rosalia, il protocollo prevedere solo pulizia e reimpianto, senza prebiotici, anche perché mi è stato insegnato che messi assieme nella stesa capsula perdono l’effetto. Buoni prebiotici (secondo me ovviamente) sono XANTONET Bromatech oppure il PSILLIUM BASE AVD. Invece simbiotici di cui mi hanno parlato bene sono MAXIMUM FLOR AVD oppure STARTIFLOR AVD. E può tranquillamente prendere in contemporanea Eubioflor, perchè seguono due strade diverse. Buon lavoro.

  81. marco il said:

    Buongiorno Gentile Susanna,
    sono un cantante professionista e ho 52 anni, non sono uno sportivo haimè e supplisco alla pigrizia con lunghe camminate a buon passo.
    soffro di reflusso gastroesofageo di primo grado per incontinenza cardiale con delle lesioni accertate sulla mucosa dell’esofago e della bassa faringe, tra le altre sintomatologie ormai note, infiamma costantemente ormai da molti anni anche le core vocali aiutando la formazione di edemi cordali e muco, difficoltà nell’uso della voce professionale e portandomi spesso dall’otorino..quindi limitando o rendendo più difficoltosa la mia attività. Bevo poco anche perchè forse aumenta la sensazione di reflusso. Ultimamente noto una facilità di persistenti infiammazioni ai tendini ( polso-caviglia, ma forse dipende da altro ?..)
    Ho già diminuito il consumo di carni, glutine e eliminato latticini e derivati alleggerendo in generale la dieta per quanto possibile. Teoricamente dovrei assumere Pantorc da 40mg scendendo a 20 per minimo due mesi a cicli ma mi sento di evitare, se possibile, questo farmaco inibitore ( cosa ne pensa?) e prendo Gaviscon Advance al bisogno. Al momento, come ciclo, sto assumendo 50 gocce di ribes nigrum al risveglio, 30 gocce di ficus carica mezz ora prima dei pasti principali e volevo iniziare con Pilorex come probiotici. In questo momento Non sto facendo ancora nulla per fegato e reni. Le chiederei gentilmente se pensa che il mio percorso sia corretto, grazie mille per la Sua attenzione. Marco

    • Buongiorno Marco. Mi è sempre difficile darvi indicazioni ad hoc quando mi scrivete (tutti voi 🙂 ) le vostre difficoltà. Questo perché non vi conosco, non so la vostra storia, non vi ho visto; ma se la situazione non è particolarmente ingarbugliata, cerco di darvi consigli di massima, invitandovi a cercare un terapeuta nella vostra zona che vi segua più da vicino. Da quello che so, i cantanti hanno spesso problemi di reflusso, ma stranamente, non capita a tutti, quindi non si può generalizzare. Di primo acchito, con le chiavi della Metamedicina, mi viene da chiederle se non c’è una sua parte che sta resistendo al cantare (un senso di colpa, poca autostima, non averne il diritto, perdita di tempo, eccetera) in quanto gli edemi possono significare che si sente limitati, mentre l’infiammazione richiama la rabbia. Perché non trova un consulente di Metamedicina? Sono certa che potrà darle degli spunti nuovi al suo problema. L’infiammazione generale fa pensare all’acidosi, quindi, esclusa la dieta che va probabilmente bene, rimane lo stress che ci riporta al possibile movente emotivo del suo malessere. Provi a integrare l’alimentazione con Alkaloximed (1 bustina ogni sera) per alcalinizzarsi e ridurre l’infiammazione, assieme al Pineal Tens Laborest (1 bustina al mattino e 1 alla sera per 14 giorni, poi 1 alla sera per un paio di mesi) per ritrovare un po’ di serenità interiore. Pylorex va benissimo, ma magari dopo un periodo di Enterelle. E poi, con calma, aggiungere 2 cps di Epadx alla sera per il fegato (associato alla rabbia, e quindi necessario), per almeno 2-3 mesi. Buon canto 🙂

      • marco il said:

        Grazie Dottoressa, eh si, sicuramente l’emotività è parte di tutti noi e quindi in qualsiasi professione, se poi è legata ad una professione artistica come nel mio caso, ne rende più difficilmente gestibili le sintomatologie, …soprattutto nell’uso della voce professionale ahimè ! Grazie mille per la sua disponibilità ( ha ragione non deve essere facile..), e per il messaggio al dilà degli utilissimi consigli che seguirò sicuramente. Buon lavoro anche a Lei, Marco

  82. Ottavio il said:

    Gentile dott.ssa Susanna, sono Ottavio e ho già chiesto una consulenza in precedenza su questo sito per un protocollo di pulizia intestinale con in ordine: Enterelle, Bifiselle e Ramnoselle. Ora ho completato tale protocollo ma, ahimè, non ho risolto il mio problema! Ovvero una flatulenza putrefattiva ostinata e pressocché continua. Da dire che ho provato in tre anni di tutto e di più…a livello di integratori e antibiotici + visite gastroenterologiche che a nulla sono valse, non so a che santo ormai rivolgermi. Potrebbe suggerirmi un rimedio, se pertinente con il suo profilo professionale. Saluti e ringraziamenti.

    • Gent.mo Ottavio, molto probabilmente si tratta o di intolleranza temporanea a qualche alimento che lei usa abitualmente oppure ad una non digestione completa di quanto mangiato. Potrebbe lavorare un po’ più in profondità, con l’assunzione di Serobioma (per permeabilizzare la mucosa intestinale), 1 cps dopo colazione e 1 a metà pomeriggio, assieme a Milonet (per un aiuto nella digestione), 1 cps dopo pranzo e 1 dopo cena. Se invece sente il suo intestino infiammato, inizi con Acronelle (1 cps dopo i 3 pasti principali) per almeno 2 mesi, poi prenda Milonet e Serobioma. Buon lavoro.

    • Gent.ma Roberta, una persona con l’intestino senza problemi (rarissima, perchè in realtà molti problemi sono senza sintomi) potrebbe fare il protocollo due volte all’anno, oppure all’occorrenza (questo perchè un intestino sano porta tonnellate di salute). Se invece una persona ha un intestino che è un po’ il suo punto debole, anche più volte all’anno. Discorso diverso se la persona ha il morbo di Chron o la Celiachia o la Rettocolite ulcerosa: in quel caso i probiotici andrebbero presi di continuo, ma non questi del protocollo. Quanto prima scrivrerò un articolo in merito 🙂 Buona vita.

      • sabrina il said:

        Aspetto con interesse tale articolo :-).
        Volevo chiederle Susanna chi soffre di queste patologie qual’è il primo sintomo? che appena mangiano vanno al bagno? grazie.

  83. Anna il said:

    Gentilissima Susanna,
    in caso di disbiosi intestinale ed anche candida, sarebbe meglio prendere in successione enterelle/bifiselle/ramnoselle ed infine aggiungendo femelle oppure meglio utilizzare solo Candinorm della Pegaso + Caprilico Plus?
    La ringrazio per l’attenzione, un caro saluto.

    • Gent.ma Anna, in caso di candida si parte con la candida, in quanto bisogna pulire l’intestino prima di reimpiantare. Quindi Candinorm (o Enterelle) con Caprilico Plus. Se la candida è vaginale aggiungerci Femelle per velocizzare i risultati. Buona serata.

      • sabrina il said:

        Ah mannaggia non lo sapevo e ormai sono quasi alla fine del protocollo con enterelle bifiselle e ramnoselle! La farò al limite al prossimo protocollo tra 6 mesi 🙂

        P.s Susanna è vero che anche l’intolleranza al lattosio non è una vera e proprio intolleranza ma dipende sempre dall’intestino? come si cura? grazie

        • Il latte, cara Sabrina, è un argomento molto controverso. Personalmente sono d’accordo con chi sostiene che è un alimento che non andrebbe assunto dopo lo svezzamento (tranne casi saltuari), in quanto non abbiamo gi enizmi per scindere il lattosio dopo i primi anni di età. Non a caso siamo gli unici “animali” che bevono/mangiano latte e latticini dopo l’allattamento. Ma non si tratta solo di questo: la invito a leggere il libro “The China study” dove si parla della famigerata caseina, fonte di moltissimi problemi. Quindi la risposta è che che l’intolleranza al lattosio permane sempre, perchè è il nostro corpo che non vuole cibarsene.

        • Si, gentile Anna, vanno assunti assieme per almeno un paio di mesi. Se il problema migliora ma non si risolve, siamo in presenza di una candida cronica, cui debellamento è molto più complicato e spero di parlarne a breve in un articolo. Buon tutto.

  84. sabrina il said:

    Buongiorno Susanna, volevo chiederle la pulizia dell’intestino con i prodotti bromatech ogni quanto va fatta all’anno ,se tra una e l’altra non c’è bisogno di un mantenimento e se è altrettanto valida anche per chi non può usare l’olio come nel punto 1!
    E poi vorrei chiederle per una buona depurazione dolce invece del fegato ,una o due volte l’anno cosa è buono adoperare senza spendere eccessivamente?
    E visto che ci sono,essendo naturopata, vorrei chiederle per tenere altro il sistema immunitario cosa si usa e per quanti cicli l’anno? grazie molte.

    • Gent.le Sabrina, io consiglio di farla (per chi non soffre di particolari problemi) in primavera ed autunno. Il mantenimento potrebbe essere il Serobioma, un ciclo di 2 settimane alla fine. L’olio di inizio è possibile sostituirlo con Ozovit, ma anche non prendere nulla. Per una depurazione dolce consiglio Epaphit capsule AVD, 2 a metà mattina e 2 alla sera prima di dormire. Per il sistema immunitario ci sono molti rimedi: io uso Immunity Assist forte della AVD. Buon tutto.

  85. sabrina il said:

    Fantastico come pulendo il fegato ma più l’intestino(con probiotici adatti) mi pare di capire molte cose si sistemano,quali intolleranze,candida,cistiti,problemi di zuccheri ecc. Pochi lo dicono e consigliano prodotti mirati e buoni…grazie Susanna! A me hanno detto però che i prebiotici a sifferenza dei probiotici non è necessario integrarli in capsule se uno mangia già abbastanza verdure è vero? grazie.

    • Si, certo: ma solo nel caso in cui non avesse mai preso medicinali di alcun tipo, se fosse vegano, se non avesse mai subìto grandi stress, se abitasse in un luogo incontaminato e se praticasse attività fisica regolare adatta al suo corpo. Visto che una persona così è molto rara al giorno d’oggi, possiamo tranquillamente affidarci ai probiotici 🙂 Grazie a lei <3

  86. ilenia il said:

    salve Dott.sa…giungo a questo articolo perché da qualche mese giro in cerca di una soluzione…io e la mia bambina di 4 anni e mezzo siamo state in novembre vittime degli ossiuri(questi sconoscuìiuti )…CI E’ STATA CONSIGLIATA UNA CURA CON VERMOX X 4 GIORNI 2CPR AL DI’…non tranquilla e spaventata dall’invasivita’ del farmaco abbiamo continuato per un ulteriore mese una cura(che pareva avesse risolto il problema finalmente…) con VERMINT CPR per me e VERMINT JUNIOR per mia figlia .
    In dicembre la bimba contrae la scarlattina….curata con antibiotico 10 gg ogni 8 ore e fermenti(amoxicillina+acido clavulanico+lactoflorene)…seguita da bronchite in gennaio…altro ciclo di antibiotico…neoduplamox due cicli da 4gg a distanza di 7 giorni(premesso…la mia bimba prima di dicembre non aveva mai fatto cure antibiotiche in vita sua….)..
    iniziano tre giorni fa sintomi simili alla cistite e fortissimo prurito vulvare…nella notte mi accorgo che SONO TORNATI GLI OSSIURI…perche’ uno l’ho visto transitare in vagina…ho detto no alla cura con vermox…e l’erborista mi ha ridato vermint junior x 3 mesi…
    ma qui inizia il duello…la pediatra mi prescrive MAXI FLOR FERMENTI…l’ERBORISTA MI SPIEGA…FERMENTI NO PERCHE’ NUTRONO GLI OSSIURI…
    …tutto questo per spiegare la mia disperazione…non so quale sia la cosa giusta da fare e come muovermi…e leggendo il suo protocollo vorrei chiedere se in questa situazione potrei iniziarlo per me e soprattutto per la mia bambina…se puo’ allontanare il rischio di vulvo vaginiti o infezioni dell’apparato uro-genitale e ripristinare la flora batterica adesso che gli ossiuri sono ricomparsi…o se esistono altre cure adatte a questa problematica…
    le chiedo un gentile parere e mi scuso tantissimo per essermi tanto dilungata.
    una preoccupatissima mamma

    • Gent.ma Ilenia, per prima cosa sarebbe da rivedere, alimentazione e stato emotivo della piccolina. Alimentazione, riducendo gli alimenti che generano disbiosi intestinali, che nutrono i parassiti, che originano tossine: come latte, latticini, zucchero, carboidrati raffinali, glutine, carne. Se abbiamo una discarica di rifiuti che attira topi e scarafaggi, non serve buttare veleno per ma piuttosto pulire la discarica. Questo è un punto, a mio avviso, necessario: ma tutta la famiglia non solo la piccola. Forse è l’occasione per iniziare a nutrirsi meglio, anche perché noi siamo ciò che mangiamo (e pensiamo) e se proprio vogliamo, la celiachia è in costante aumento. Quindi meglio prevenire, in ogni caso: e questo vale per tutti. Secondo, la sfera emotiva: perché questa piccolina è così infestata da parassiti? Addirittura nella parti intime… può essere che la piccola stia vivendo una “infestazione” nella sua vita sociale? Personalmente indagherei in questo ambito, non con domande diretta ma vedendo se ha piacere di andare a scuola, dai nonni, con gli amici e leggere tra le righe se ci sono dei momenti di chiusura. Potrebbe inoltre iniziare a darle Rescue Remedy dei Bush Flower, 4 gocce per 4 volte al giorno, anche due boccette. E per quanto riguarda i probiotici, non so da che fonte abbia attinto la sua erborista: per quanto mi riguarda, gli insegnamenti ricevuti e l’esperienza acquisita (seppur modesta) mi spingono a consigliare sempre una pulizia intestinale in caso di parassiti, con tutto il discorso alimentazione e d emotivo accanto. E prenda anche lei il rescue, perché ne ha bisogno. Una volta finito il protocollo potrebbe farle fare la pulizia dei parassiti della dott.sa Clark: mi scriva in privato che le mando quella per i bambini. Vedrà che tutto si risolverà al meglio, non perda mai la fiducia nella forza vitale di sua figlia e nella sua capacità di madre di risolvere la situazione. Buona vita.

  87. federica il said:

    Gentilissima Susanna, il mio bimbo, di 5 anni ha continuamente afte in bocca, come gliene passa una gliene viene un’altra. Dato che non è regolare nell’andare in bagno, mi sono chiesta se possa essere legato a un discorso intestinale, trovando molto interessanti le sue indicazioni. Crede che ci possa essere una relazione?

    • Gent.ma Federica, è sicuramente legato all’intestino e di conseguenza, all’alimentazione. Non mi stancherò mai di ripeterlo: non si può rimanere in buona salute (o risolvere i propri malesseri) se non si cambia alimentazione. Latte, latticini non sono adatti a noi, creano un sacco di muco, veramente tanto. Il glutine crea colle, difficili da eliminare. Lo zucchero sbilancia le nostre vitamine. Eccetera. E se da piccoli i problemi sono ma piccolini, man mano che le tossine si accumulano e le problematiche aumentano. Il fatto che non sia regolare complica la situazione, in quanto non elimina le tossine che tendono ad accumularsi: provi con Xantonet Bromatech, una prima di colazione (è anche masticabile) ed eventualmente (se non basta) anche 1 a cena. Xantonet è anche un prebiotico, quindi aiuta la flora intestinale. E meglio ancora se gli fate fare il protocollo di pulizia intestinale. La stipsi però segnala autocontrollo, di solito per essere come mamma e papà mi vogliono. Quindi cercate di essere meno esigenti con lui, e provate e dargli anche il Rescu remedy dei fiori di Bach per un paio di settimane. Buon lavoro.

      • federica il said:

        Grazie mille Susanna. Ho iniziato a dargli Xantonet come mi hai consigliato. Dopo tre giorni dove non ha evacuato, lo ha fatto all’asilo e la dada si è preoccupata perché le feci erano tante e biancastre. Ho chiesto a mio figlio e lui mi ha detto che non ha avuto male alla pancia nel farle e non ha fatto fatica. Non mi sono particolarmente preoccupata come invece lo era la dada, ho pensato che potesse essere l’effetto depurativo del prebiotico e l’ho detto anche a lei, ma ho preferito scrivere per esserne sicura

        • Salve Federica, feci tante va bene, vuol dire che era probabilmente bloccate. Il biancastro mi fa pensare ad una candida intestinale (color biancastro) oppure a muco presente. Prova a leggere questo articolo e vedi se trovi qualche similitudine con i suoi sintomi. In ogni caso sarebbe da cambiare un po’ alimentazione, insegnandogli ad iniziare i pasti con verdura crudo (meglio tutta la famiglia assieme, è una pratica che ci ringiovanisce il pancreas e lo stomaco e poi di conseguenza tutto l’intestino). Riducete tutti latte e latticini. Buona vita.

          • Federica il said:

            Gentilissima Susanna, io volevo ringraziarla. Ho fatto seguire il protocollo di pulizia intestinale al mio bimbo e ho seguito il suo consiglio di magiare la verdura cruda prima di cena e le afte che da mesi non gli davano tregua hanno cessato di venire! Grazie! Adesso cosa mi consiglia di fare per mantenere i risultati raggiunti? Gli faccio fare i protocollo una volta all’anno? Grazie per il suo aiuto. Federica

          • Gent.le Federica, segua un’alimentazione con ridotto apporto di latte, latticini e carboidrati raffinali, e ripeta una volta all’anno il protocollo proposto. Nel caso ci fossero altre problematiche di salute anche più volte all’anno. Buona vita a presto.

  88. sabrina il said:

    Buonasera Susanna,in famiglia abbiamo fatto il protocollo 1+1 per sei giorni di ENTERELLE,BIFISELLE E RAMNOSELLE! Le feci ancora non affiorano e la pancia rimane un pochino gonfia quindi non so se ci sia ancora disbiosi. Ho capito che questo protocollo va ripetuto due volte l’anno adesso peró vorrei capire come fare il mantenimento perchè i probiotici della BROMATECH ho visto essere molti e tutti con uno scopo diverso,come a dire che gran parte delle nostre malattie arrivano da li se non in equilibrio 🙂 . Ci vorrebbe una lista con il nome e le loro proprietà online visto che nella scatola non viene specificato essendo integratori…..per loro aggiungerei 🙂

    Mamma si é trovata un po meglio con RAMNOSELLE , io con ENTERELLE mentre papà nessun effetto particolare tra i tre .

    Allora vorrei capire come fare un mantenimento a parte le due volte l’anno…con delle considerazioni! Mamma soffre moltissimo di diverticoli che ogni tanto per altro si infiammano ,cistiti interne e credo anche di malassorbimento non so se da intolleranze alimentari ,come lattosio e glutine,lieviti che portano per altro aciditá ,quindi vorrei capire come e con cosa sarebbe meglio continuare per il mantenimento e con che modalità e per quanto tempo? magari tenendo conto proprio del prodotto per cistiti che in questo periodo sembra ci sia.
    E poi sempre a cicli come si curano e” disinfettano i diverticoli? Che i gastroenterologi oltre che antibiotici non danno?

    Arrivando a me io sto facendo al momento una disintossicazione con T.M. di cardo mariano e tarassaco e una cura omeopatica quindi al momento mi fermerò un attimo dopo il protocollo però vorrei sapere come regolarmi se ne dovessi aver bisogno! potrei avere una candida intestinale visto che con ENTERELLE mi sono trovata meglio e sò aiuta anche per questo,ma mi han detto che per curare la candida oltre al cibo non bastano i probiotici è vero?
    Oltre a questo risulto intollerante al lattosio,per me è impossibile mangiare yogurt,potrebbe esserci insulino resistenza e quindi problemi metabolici diciamo e acidosi . E vorrei capire e avere uno schema per queste mie problematiche e debolezze nello specifico.

    Mentre papà rimane un soggetto allergico stagionalmente alle graminacee,diabetico e una leggera prostatite,cosa mi consiglia? per il momento basterebbe come mantenimento il serobioma?

    Ma secondo lei bisogna innalzare un po’ il sistema immunitario anche con altro o sistemando l’intestino già è sufficiente per difendersi da altre possibili patologie?

    cordialmente la saluto e ringrazio Sabrina.

    • Gent.ma Sabrina, come spesso ripeto, posso dare dei consigli di massima, non arrivare a comprendere le motivazioni di determinati disturbi senza parlare almeno mezz’ora con la persona e capire la sua storia e il suo modo di mangiare e di vivere. I probiotici sono molto diversi, e possono servire a molti scopi: io cerco di mettere le indicazioni di base per i probiotici che propongo, ma cercherò di fare ancora meglio. Nel messaggio che lei mi scrive, ci sono moltissime domande, che necessitano di un lavoro personalizzato; per rispondere a tutte le sue richieste impiegherei molto tempo e non sarei nemmeno sicura di quanto avrei scritto perchè una patologia (come ad esempio i diverticoli) può avere mille motivazioni e mille sfaccettature e senza fare domande sparerei a caso: un naturopata è un investigatore, non ha la risposta pronta per tutto. Il mantenimento è semplicemente ripetete il protocollo, aggiungendo alla fine 2 settimane o più di Serobioma se lo si desidera, per la permeabilità della mucosa intestinale. Per la candida le consiglio di provare a seguirlo come ho consigliato nel relativo articolo. Buon tutto.

  89. sabrina il said:

    Buonasera Susanna,un altra cosa vorrei chiederle,ma i prebiotici se uno mangia,verdura e insalata basta? perchè a me hanno detto di prendere i PRObiotici e non anche i PREbiotici. Quando servono?

    E poi un altra domanda,è possibile una persona sia carente di alcuni enzimi? quanti e quali sono e come riconoscere se uno ne ha bisogno?

    P.S. anche a me han detto di non metterli in frigo,visto la stagione e comunque io in casa non ho mai più di 20 gradi.

    Ringrazio per l’aiuto prezioso, Sabrina.

    • I prebiotici si usano per nutrire la flora intestinale, e si usano in certe circostanze e soprattutto quando ci sono dei problemi evidenti al micorbioma (insieme della flora intestinale appunto). Si, gli enzimi sono carenti in tutti in quanto con la nostra alimentazione moderna vengono utilizzati per digerire i cibi inadatti di cui ci cibiamo (è il pancreas che produce la maggior parte degli enzimi… è un discorso lunghissimo, dovrei fare anche qui un altro articolo… e li troverà anche come riconoscere se si è carenti..). I probiotici vanno messi in frigo, almeno i Bromatech; se non sono stati messi cambiare farmacia (la scatola deve essere fredda al tatto) opprue chiedete se rispettano la catena del freddo. Per gli altri probiotici la cosa è ininfluente, ma secondo me i Bromatech sono i migliori, quindi non mi pongo il problema. Buona vita.

  90. milva il said:

    Gentilissima Susanna,seguo sempre i suoi commenti.Sto facendo il protocollo per la pulizia intestinale in contemporanea assumo anche il kefir di latte prodotto in casa.Soffro da 9 anni di fibromialgia associata alla fatica cronica,di probabile origine post virale,ho notato già dei miglioramenti di alcune sintomalogia,tranne che mi è tornato il mal di testa che avevo risolto da un paio d’anni eliminando il glutine dalla dieta.Potrebbe essere che questa pulizia metta in circolo delle tossine? Come eliminarle? Avevo pensato al silicio ma ho preferito chiedere a Lei.Inoltre un’altro segnale che è evidente…..l’ultima tinta per capelli non ha preso,nessuno mi sa dare una spiegazione…..confido tanto in un suo parere.
    Grazie per la sempre disponibilità e gentileza

    • Gent.ma Milva, per il mal di testa le propongo Epadx 2 cps alla sera (per il fegato, iniziare gradualmente, 1 alle 18, poi 1 alle 20, una prima di dormire e poi arrivare a 2) e continuare per almeno 3-4 mesi. ogni problema di capelli (soprattutto di cambio struttura) io lo lego alla candida intestinale, a cui credo sia fermamente collegata la fibromialgia; e probabilmente è una candida diffusa, il che complica un po’ le cose. Da tempo pensavo di scrivere un articolo, provo a vedere se ce la faccio in un paio di giorni perché è un problema veramente frequente. Il silicio può servirle, ma non a molto secondo il mio parere. Buona giornata.

  91. Alessandra il said:

    Buonasera Susanna, avrei bisogno di un consiglio… Ultimamente, un pò per motivi d’ansia legati al lavoro, un pò per qualche frittella di carnevale di troppo, ho difficoltà di digestione, soprattutto ai pasti pricipali. Avverto pesantezza, gonfiore e dolore nella parte alta dell’addome e mal di testa, il tutto accompagnto da una forma leggera di stipsi ( sono abituata ad evaquare tutti i giorni di solito). Di solito faccio un’alimentazione abbastanza sana e senza eccessi (ho sofferto per anni di colon irritabile ma per fortuna dopo una cura e con l’alimentazione giusta ora riesco a tenere a bada il problema), la mattina sono solita prendere acqua calda e limone ma bevo poco durante la giornata (lo so, devo bere di più… berrò di più, farò la brava ^^).
    Lei mi consiglia il protocollo per rimettermi un pò in riga e disinfiammare? o magari ha altro da consigliarmi?
    In attesa di una sua risposta le auguro Buona giornata, saluti Alessandra

    • Gent.ma Alessandra, quando una persona mi dice che magia bene, solitamente e9 volte su 10 non è così. Abbiamo veramente un’idea falsata del mangiar bene, anche perché ognuno di noi ha la sua costituzione, la sua storia. Se non mangia latte, latticini, alimenti industriali, carboidrati raffinati, zucchero, alcolici, aceto e mangia poche volte alla settimana glutine e carne, potrebbe allora essere un’alimentazione probabilmente buona. Altrimenti qualcosa è da rivedere per il problema dello stomaco. Anche il caffè a digiuno, peggio se con latte, crea problemi con lo stomaco. Provi ad iniziare i pasti sempre con verdura cruda, associando 1 cps di Enzylife Naturalpoint.

      • Alessandra il said:

        Buongirono Susanna, grazie per la risposta. Non mangio latte e latticini ormai da 4 anni, consumo pochissima carne (un paio di volte alla settimana, al massimo 3), non mangio insaccati e raramente pane (solo per accompagnarci un hamburger di legumi), mangio pesce, pasta riso e altri cereali integrali, non bevo alcolici ne assolutamente bevande gassate tranne che per la birra quando si esce per una pizza ( che di solito mi faccio a casa usando farina integrale). zucchero raffinato in casa mia non esiste perché per dolcificare l’orzo e tisane uso miele e nemmeno tutte le volte, non bevo caffè e per i doci che mi faccio per la colazione uso il moscobado. Non bevo nemmeno i latti vegetali ( giusto la domenica mi concedo un cappuccino alla soia con l’orzo – e mi guardano un pò come se gli facessi pena ^^). Per cui credo di fare un’alimentazione abbastanza corretta in generale. Bevo pochino e mangio forse poca varietà di verdura. Proverò ad iniziare i pasti con verdura cruda come consigliato da lei. L’unica cosa di cui faccio ammenda è il fatto che nelle ultime due settimane non ho saputo resistere alla tentazione del fritto di carnevale e ho ecceduto.
        Mi scusi se sono stata prolissa e mi sono dilungata, ma la ringrazio per l’attenzione. Le auguro buona giornata. Saluti Alessandra.

  92. Ivana il said:

    Buonasera Susanna, ho scoperto solo da poco questo sito e sono rimasta positivamente colpita dalla chiarezza dei contenuti, tutti molto interessanti e dalla sua competenza e disponibilità. Volevo chiederle in breve se il protocollo di pulizia intestinale sopra riportato è consigliato per chi si è sottoposto a tac con mdc dell’addome completo. Oltre al ripristinare un intestino più pulito e regolare, se ne potrebbero trarre altri benefici? Spero di essere stata chiara, grazie mille.

    • Gent.ma Ivana, questo protocollo è indicativamente adatto a tutti, soprattutto in caso di disturbi intestinali di qualunque tipo (in questo caso previo parere medico ovviamente). L’intestino è il nostro cervello enterico ed è anche la sede di buona parte del nostro sistema immunitario. Quindi un intestino a posto ne consegue maggiore difesa, emozioni migliori e maggiore vitalità. Buon tutto.

  93. Milva il said:

    Grazie Susanna per l’aiuto che ci porti.
    Stò facendo il protocollo enterelle/bifiselle/ramnoselle e ho avuto dei miglioramenti notevoli agli occhi per fotofobia e sensazione di sabbia al mattino.
    Ero stata ad un incontro col dottor Luciano Lozio dove spiegava la relazione con diversi ceppi di probiotici e la relazione con le varie parti del corpo ma non riesco più a trovare elementi in merito,che tu conosca c’è un probiotico maggiormente indicato per le problematiche agli occhi dovute a malattie autoimmuni? Non escludo che possa entrare in merito pure la candida essendoci anche bruciore

    • Gent.ma Milva, come probiotici per le malattie autoimmuni io considero quelli presenti nel Citogenex della Bormatech (indicato proprio per le patologie autoimmuni), che sono Lactobacillus Casei, Bifidobacterium Lactis (assieme a 1-3 Beta glucano). In una patologia autoimmune inoltre consiglio sempre di togliere del tutto il glutine e di lavorare molto sull’emotivo (senso di colpa e di responsabilità), dando un occhio agli ormoni in circolazione. Ma se bruciano, allora penso proprio alla candida e magari cerco altri segni. Buon tutto.

  94. Peppe il said:

    Buonasera Susanna, complimenti per la sua preparazione e per gli ottimi consigli che da ai suoi lettori.
    Sono un B rh Negativo, ho 58 anni, sono relativamente sportivo (corsa e pesi) e, affetto da ernia iatale ho assunto inibitori di pompa per circa 15 anni. Feci affioranti e regolari, ma sonno post-prandiale.
    Ho iniziato da circa un’anno la dieta dei gruppi sanguigni quindi eliminando glutine, latte, formaggi, pomodoro ecc. ma soprattutto cercando di associare, durante i pasti, i cibi giusti, come da dieta.
    Di conseguenza: smesso con inibitori, (digestione ok) guarita prostata con valori bassissimi del PSA FREE, colesterolo 180, trigliceridi 56.
    Unico problema rimasto è un pò di prurito alle gambe e alle braccia (solo invernale) e un visus un pò fiacco.
    Avendo perso 4 kg dall’inizio della dieta, sto cercando di mettere un pò di massa muscolare con esercizi per i muscoli.
    Volevo chiederLe se anche io potrei avere la candida e quali analisi devo eseguire.
    Grazie tante

    • Salve Peppe. Complimenti per il lavoro svolto, vedrà che i risultati continueranno ad arrivare! Per la massa muscolare consiglio le alghe (proteine) come le Klamath (Nutrimax Nutrigea una delle migliori, utile anche per rinforzare la vista) o Spirulina della Marcus. Per scoprire la candida uno degli esami migliori è certamente l’esame delle feci volto alla presenza di miceti e di Candida albicansan, ma dal mio punto di vista l’auto-osservazione (con la lista dei sintomi alla mano) è il metodo migliore. Un altro metodo è trovare un medico/naturopata che la conosca bene. Buon lavoro.

      • peppe il said:

        Grazie per la risposta tempestiva, proverò ad assumere l’alga che mi hai consigliato e che già conoscevo.
        A risentirci presto

  95. Sabrina il said:

    Buonasera Susanna ,volevo chiederle i probiotici giusti per curare la permeabilità intestinale,da quello che ho letto mi sembra potrebbero essere il SEROBIOMA,e poi non saprei se meglio ACRONELLE o RAMNOSELLE. Ho letto molto bene del miso per l’infiammazione e invece molti parlano dell’alfalattoalbumina,lei cosa consiglierebbe?
    P.S. è vero che una permeabilità intestinale potrebbe essere la concausa anche di calcificazioni alle spalle?
    Grazie molte.

    • Per la permeabilità intestinale, cara Sabrina, io consiglio Serobioma oppure Acronelle se è presente infiammazione. Anche le Klamath o la Glutammina servono allo scopo. Del miso purtroppo non so nulla, tranne che se assunto a inizio pasto aiuta la digestione. Un intestino permeabile apre la porta a molte malattie ma non so dirle purtroppo se predispone alle calcificazioni delle spalle. Buon tutto.

  96. MARCO il said:

    Grazie davvero Susanna bellissimo articolo; vorrei sfruttare la sua conoscenza nel settore e cosi porle alcune domande.
    ho appena iniziato la seconda fase con le bifiselle e mi chiedevo se una volta terminata la pulizia potessi andare avanti solo una volta alla settimana con le ramnoselle e una volta alla settimana con le bifiselle questo per colonizzare in maniera duratura i probioti (io l’ho sentito raccomandare dal Proff Lozio noto esperto in questo campo) lei cosa ne pensa?
    La seconda domanda è relativa alla conservazione, le scatole che ho comprato in farmacia erano sulle dispense e non certo in frigorifero, li considera efficaci lo stesso?
    Un’ultima domanda invece relativa a un altro argomento, ho sentito parlare molto di agente colloidale come antibiotico naturale ma io nutro ancora dubbi, lei ha qualche nozione in merito? Lo consiglia?

    • Certamente, può continuare come consiglia il dott. Lozio che è espertissimo in materia. Se i probiotici non erano in frigo non posso assicurarle che funzionino perfettamente… Enterelle ancora ancora, Bifiselle non ci giurerei. Quindi o cambia farmacia o rifiuta di prenderli motivando il rifiuto. L’argento colloidale è un argomento molto controverso e proprio per tale motivo ho smesso di consigliarlo. Buona vita.

  97. Vanni il said:

    Buongiorno sono Vanni, volevo sapere se queste alghe ,sia la spirulina che la klamath, hanno qualche controindicazioni per qualcuno,se la risposta è no quale sarebbe il metodo di assunzione? e per quanto tempo?
    Grazie mille
    Cordialità

    • Caro Vanni, difficile dirle la quantità da prendere senza sapere nulla della persona. Indicativamente una cps a pasto. Queste alghe non contengono iodio essendo di lago e quindi non sono controindicate in caso di ipertiroidismo. Spero di esserle stata utile. Buon tutto.

  98. Daniela il said:

    Buongiorno Susanna, non è la prima volta che le scrivo, questa volta mi rivolgo a lei per mio papà. Dopo due mesi di febbre altalenante e continuo peggioramento dello stato di salute generale, e’ stato ricoverato per una infezione alle pareti intestinali da enterobacter cloacae, che si è diffusa nel sangue. E’ stato curato con antibiotici specifici per 2 settimane e poi dimesso, nonostante pcr (a 4) e glubuli bianchi (10,5) ancora un po mossi. La mia domanda e’ se pensa che il protocollo potrebbe fare al caso suo oppure se ha qualche altro probiotico da consigliarmi. Lui si sente stanco e ha problemi a defecare. E’ dimagrito parecchi chili (12) in questi mesi ma partiva da un peso extra (100kg) ; tutti gli altri esami di controllo fatti (gastroscopia, colonscopia, eco e tac addome) sono risultati negativi. Segnalo che in questo periodo è anche un po giù di morale, e poco reattivo a livello emotivo. Grazie come al solito Daniela

    • Sicuramente il protocollo gli servirebbe ma prima assolutamente consiglio Lvs70 della Labor 30 gocce 3 volte al giorno per tirarlo su assieme ad Aloha Cordyceps Avd 2 cps per 3 volte al giorno a digiuno. Poi, dopo una decina di giorni, inizi il protocollo. Chieda comunque il parere al medico curante. Buon lavoro.

  99. Vanni il said:

    Buongiorno sono Vanni, rispetto all’alga spirulina quali sono le proprietà e in che modo si può assumere? grazie mille
    Cordiali saluti

  100. Sabrina il said:

    Buonasera dottoressa, all’incirca due settimane fa le avevo posto una domanda dove chiedevo del miso e un altra cosa ma non trovo più la domanda e neanche la sua risposta,sa dirmi come mai? grazie.

    • Gent.le Sabrina, non ho idea del perché non trova domanda e risposta. Forse l’ha postata in un articolo vecchio? Può anche essere che senza volere io l’abbia cancellata, non sarebbe la prima volta visto che non sono ferratissima in materia. Mi spiace moltissimo. Vuole rifarmi la domanda?

  101. Franca Macor il said:

    Gent.le Dottoressa volevo chiedere un parere circa una cura con fermenti.Sofro di colon irritabile e la scorsa settimana avevo delle coliche molto forti con stipsi.La farmacista mi ha consigliato 2 cp di enterelle la sera e 2 al mattino associate a acronelle a pranzo (da 2 a 6 ). Dopo un immediato benessere e aver sostituito enterelle con Bifiselle ( 2 al mattino 2 la sera )adesso di nuovo ho mal di pancia (un po’ meno di prima ) e stipsi.

    • Gentile Franca, le consiglierei di provare Psyllium Fibra Solgar e non sospenderla per un paio di mesi per pulire ben bene l’intestino. Continui con Acronelle 2 dopo colazione e 2 dopo cena per un paio di settimane e poi se starà meglio, riduca ad 1+1. A quel punto provi di nuovo Bifiselle. Se non va bene continui con Acronelle. Buon lavoro.

      • Franca il said:

        Gent.le Dottoressa la ringrazio per il suo consiglio. Ho già provato la fibra prima dei fermenti ma in questa fase di infiammazione mi faceva peggio ( ho fermentazione e non riesco ad andare in bagno ). Siccome mi fa male il colon e da tempo ho notato che mangiando meno carboidrati ho meno fermentazione volevo un suo parere circa una possibile candida intestinale.
        La ringrazio infinitamente per i suoi consigli.

        • Anch’io come lei, cara Franca, non tolleravo i prodotti lassativi. E quindi capisco il problema. Ma Psyllium Fibra non da questo problema, come anche del resto l’agar agar (forse per lei il migliore). Le consiglio vivamente di provarli in contemporanea con Acronelle Bromatech 2 cps dopo colazione e 2 dopo cena, eccellente disinfiammante. Dopo due settimane così, integri con Ramnoselle 2 dopo pranzo altrimenti, se vede che i sintomi che ha, ricordano la candida intestinale, inizi la sua pulizia. Buona vita (PS: non sono medico, solo naturopata)

  102. tiziana il said:

    buonasera
    io da due settimane sto facendo il protocollo intestinale sono allo step 2 e noto dei disturbi che posso supporre siano risultato della pulizia
    candida e brufoli
    vorrei sapere se è così e cosa consiglia di fare
    se proseguire con gli altri step
    la ringrazio
    saluti
    Tiziana

    • Gentilissima Tiziana, sarebbe il caso di aiutare il fegato a smaltire un po’ di tossine, che ne dice? Provi Epadx 2 cps alla sera prima di dormire per un paio di mesi. E finito il protocollo inizi la pulizia della candida. Buon lavoro.

  103. annalisa il said:

    Gentile Dottoressa,
    vorrei sapere se questo protocollo è consigliato anche in allattamento. Ho letto in diverse fonti che disintossicarsi durante questo periodo porta le tossine eliminate nel latte materno e quindi nella bebè, che è ancora allattata esclusivamente al seno. Ma forse questo protocollo non è disintossicante, e ciò che viene eliminato non passa appunto dal latte!
    Aspetto un suo parere e la ringrazio in anticipo.
    Annalisa

    • Gentile Annalisa, molti protocolli infatti aumentano la quantità di tossine in circolo in quanto drenano determinati organi. In questo caso il problema non esiste perché è un protocollo di rinforzo e non di drenaggio. Solitamente lo consiglio sempre in gravidanza. Buona vita.

  104. Vanni il said:

    Gentilissima Dottoressa, mi chiamo Vanni, circa un mese fa dopo alcuni giorni che mia figlia di nove anni si lamentava di avere ogni tanto un leggero mal di pancia, io e mia moglie abbiamo pensato di darle per una decina di giorni i fermenti lattici (fermentix). Dopo qualche giorno dalla fine della “terapia” abbiamo dovuto ricorrere alle cure del P.S. perchè accusava forti mal di pancia.Alla palpazione dell’addome , ci hanno riferito che, si sentivano delle feci ferme. Quindi un clistere per liberare e tutto ok. La pediatra ci ha consigliato di proseguire per circa un mese con il “Pediapax” per ammorbidire le feci e quindi aiutare il transito intestinale.
    Domanda: i fermenti lattici ( se assunti in modo non corretto) possono creare stitichezza.
    Il protocollo per la pulizia posso farlo fare anche a lei? Se si con quali modalità?
    Grazie mille per la sua disponibilità.
    Cordiali saluti e Buona Pasqua

    • Gent.le Vanni, non properrei la puliza dell’intestino a sua figlia, ma piuttosto un integrazione di mangnesio per rilassare la muscolatura (molto utile nei mal di pancia dei bambini/aodlescenti) e un apporto di fibre per pulire molto dolcemente l’intestino. Quindi propongo Pineal Tens Laborest (1 bustina alla sera un attimo prima di dormire) + Psyllium Fibra Solgar (1 cucchiaino alla sera in molta acqua, almeno 2 ore prima/dopo i pasti e dal Pineal Tens). Molto probabilmente le cose si risolveranno così. I probiotici non creano diarrea o stitichezza, semplicemente fanno affiorare quello che c’è gia bne nascosto sotto. Infine, non sono medico ma naturopata 😉 Buona vita.

      • vincenzo il said:

        Salve mi ero dimenticato di dire che io,purtroppo,da circa 20 anni nei cambi stagione mi si ripresena puntualmente la candida albicans a liello perianale e glande,3/4 giorni di pomate topiche e andava via,lei parla,anche se non la esclude ,che questa patologia potrebbe portare anche a malformazioni neoplastiche,”tumori”,allora io devo iniziare a preoccuparmi?
        Anticiatamente ringrazio per la risposta

        • Gent.mo Vincenzo, nel mio articolo scrivo chiaramente che sono molti gli autori che ipotizzano che alla base delle malattie degenerative ci sia la presenza di candida, ma questo non significa che avere una candida porti necessariamente ad un tumore: in ogni caso provi a cercare in rete, sono certa che troverà degli articoli interessanti. Per il suo problema le consiglio di provare la pulizia intestinale della candida che si trova su questo sito, in quanto ogni problematica esterna parte molto spesso da un disequilibrio interno. Buon lavoro.

  105. Vittorio Alberti il said:

    Evitate di dare consigli se non avete una sufficiente conoscenza della biologia e fisiologia umana… tantomento di fitoterapia ed esperienza dei così detti integratori e se non sapete leggere gli ingredienti dei prodotti. Depurare è un termine che non si usa da almeno trent’anni si deve parlare di drenaggio…come fate a consigliare echinacea o camomilla in TM non sono la stessa cosa e hanno attività farmacologica diversa e perchè aggiungete una malaleuca oe?
    Perchè invece mnomn usate le piante elettive per un drenaggio intestinale???? Perchè usate dei prodotti banali come enterelle & C. quando in commercio ci sono prodotti con il triplo di probiotici????
    Già nel mondo del “naturale” c’è abbastanza confusione e non necessita di ulteriore dilettantistica ed impropria disinformazione. Cordiali saluti Vittorio Alberti naturopata Centro Ricerca Piante Officinali Veneto

    • Gent.mo Alberto, come rispetto il suo percorso che la porta a consigliare efficacemente rimedi diversi dai miei, la prego di fare lo stesso nei miei riguardi. Quanto scrivo arriva buona parte dagli studi eseguiti presso un’ottima scuola di naturopatia italiana, integrati con la mia modesta esperienza di circa vent’anni e forse, proprio per questo, non mi reputo dilettante ma una persona in continua ricerca e in continuo studio (dato che non basta una vita per riuscire ad essere un bravo terapeuta). E mi spiace se sbagliando i termini depurare e drenare, ho offeso in qualche modo la sua professionalità: quello che divulgo ha come fine aiutare qualcuno e non essere scritto perfetto. Inoltre sono pienamente d’accordo che le due tinture madri sono diverse (anche se entrambe agiscono sul sistema immunitario), ma il loro principale scopo è quello di veicolare l’olio essenziale di melaleuca che le consiglio vivamente di provare prima di accantonare. Non esiste un’unica verità, un’unica strada per trovare la salute ma anche la serenità. Le auguro di trovare la sua. Buona vita.

  106. Cetty il said:

    Salve Susanna,
    proprio ieri ho fatto la colon periodica vista la formazione in passato di polipi al colon, e adesso da due anni tutto ok.
    Premetto che da qualche tempo ho cercato di diminuire di molto il consumo di glutine e latticini seguendo la dieta dei gruppi sanguigni e, grazie a questo, la mia trentennale stitichezza è scomparsa.
    Le chiedo: dopo la pulizia intestinale come preparazione all’esame endoscopico, ho pensato di ripristinare un pò la flora batterica assumendo il Bifiselle.
    Cos’altro e come mi consiglia di assumerlo?

    • Gent.ma Cetty, mi è un po’ difficile darle un buon consiglio sapendo così poco di lei, e soprattutto vedendo che molti problemi li ha già risolti. Da quanto mi scrive sono d’accordo con lei, Bifiselle va bene certamente, anche se io ci aggiungerei anche Ramnoselle. Personalmente aggiungerei anche un buon drenaggio del fegato, in quanto è strettamente collegato con l’intestino. Buon lavoro.

  107. beba il said:

    salve.
    Avrei bisogno di un suo parere mentre sto eseguendo il protocollo di pulizia intestinale. Da circa un anno e mezzo ho dei disturbi fastidiosissimi che hanno certamente a che fare con stress generico e ina menopausa al seguito….ho 51 anni!!!! Estate scorsa attacchi ansiosi e scariche intestinali al mattino appena sveglia ..dolori diffusi articolari…diagniosticata con gastroscopia gastrite acda leggera…respiro affannoso e stanchezza cronica…freddo…apatia e attacchi ansiosi che mi avevano bloccato il diaframma. Nel frattempo per non farmi mancare nulla con una fame di zuccheri indescrivibile ho preso 10 kg e oggi ho un’addome gonfio e grasso. Probabilmente la notte qualche stato ansioso e vampate che non riesco a distinguere. Il mio medico omeopata mi consigliò il serplus complex preso x circa due mesi per moderare una probabile adrenalina intestinale molto attiva e calmare un po’ il mio stato emotivo alzando la serotonina e devo dire che le scariche si sono interrotte ma la rigidità toracica e il gonfiore e tutto il resto si sono attutiti ma non scomparsi. Qualche gg fa sono invece stata da un ginecologo omeopata il quale a riscontrato tramite esami opportuni appunto che sono entrata in nonostante abbia ancora il ciclo e un’ ipotiroidismo attribuendone la causa allo stress forte e alla caduta delle difese immunitari e cosi mi ha consigliato la pulizia intestinale per poi procedere con una cura naturale per sistemare tiroide e ammortizzare i sintomi diffusi che mi stanno debilitando mentalmente. Premesso ciò le chiedevo un suo punto di vista come donna naturopata . Che tipo di cura mi consiglierebbe dopo la pulizia intestinale per contrastare i sintomi da menopausa e ridurre l’invecchiamento??? Vorrei poterla vedere personalmente ma mi trovo a troppi km di distanza . Spero lo stesso lei possa farmi una diagnosi valutando un mio recente storico. Morte del mio cane dopo 17 anni…stress emotivo generale per contrasti e delusioni sentimentali,menopausa e una repentina solitudine data da una forte apatia e una certa insicurezza dovuta ai kg di troppo. Un cambiamento che inconsciamente o no mi sta dando molto da fare. che mi dice??? Grazie mille e attendo sua risposta

    • Gent.ma Beba, la situazione che mi porta è articolata da più situazioni intrecciate assieme, e non mi è possibile dare dei consigli efficaci per risolverla (sulla base di poche righe e non sapendo nulla della sua costituzione, dieta o storia), oltre a consigliarle una pulizia intestinale e l’uso del Rescue Remedy. Le propongo piuttosto di cercare un medico alternativo o un naturopata in zona che la possa aiutare ascoltando con cura la sua storia, oppure, se ha piacere, consideri che effettuo anche consulti via skype. Buona vita.

      • beba il said:

        la ringrazio della sua attenzione. Proseguo la pulizia e nel contempo sto già prendendo Ansioten ma ho la sensazione che qualche componente mi dia aritmie. Proverò il rimedio di Bach. Al mio rientro magari la contatto via skype o per un appuntamento. Intanto spero di trovare un po’ di conforto durante questa permanenza al mare . Saluti e buone cose anche a lei.

        • Gent.ma Beba, provi i fiori e veda se le possono essere di aiuto e sostegno. Ansioten contiene valeriana, e non tutti la tollerano; quindi potrebbe essere lei che le crea disturbo. Provi a sospenderlo e a prendere invece il Pineal tens Laborest (è un prodotto che adoro per la sua versatilità) 1 bustina al mattino e una alla sera. Almeno dormirà meglio e sarà più rilassata nelle sue vacanze. Buon riposo!

  108. Anna il said:

    gentilissima dott.Susanna
    mi chiamo Anna e soffro da oltre 15anni di RCU e dolori articolari conseguenti alla patologia stessa veramente una tragedia.a proposito dell utilizzo dei probiotici ho seguito i vari interventi del dott.L.Lozio su telecolor e anche le sue tesi di sopra. so che vengono testati con ottimi risultati su rcu e chron sia lactobacillus che bifidobacterium e molto utile anche l’uso di zinco.
    ho rinunciato alla mesalazina ormai da anni,i sintomi sono molte scariche al giorno con muco urgenza all’evacuazione feci poco formate,sangue raramente.
    potrebbe giovarmi una cura con probiotici? se sì quali?
    grazie in anticipo,un abbraccio,Anna

    • Gent.ma Anna, non è possibile dare consigli efficaci senza vederla, parlarle, e conoscere la sua storia. Indicativamente posso consigliarle Acronelle Bromatech 2 dopo colazione e 2 dopo cena, assieme ad Enterelle, 2 dopo pranzo. Dopo alcune settimane, con dieta ipotossica (senza proteine animali, glutine ed alimenti industriali o preconfezionati), si potrà ridurre Acronelle ad 1 cps per 2 volte al giorno, ma sarà anche necessario ripristinare la permeabilità intestinale, sostituendo Enterelle con Serobioma, 2 dopo pranzo: per almeno 2-4 mesi. In Metamedicina la RCU si associa ad una lacerazione interna probabilmente a causa di una decisione da prendere o oppure in seguito ad una situazione molto dolorosa che ha lacerato il cuore. Indubbiamente le consiglio un incontro con un naturopata. Buon lavoro.

  109. Katy il said:

    Buongiorno,
    sto seguendo il protocollo proposto.
    Il primo giorno di Enterelle è andato benissimo, da diverso tempo non avevo una pancia così piatta.
    Ma poi il secondo giorno ha iniziato a gonfiarsi e dal terzo un disastro, più gonfia di prima dell’inizio della cura.
    Come mai? Devo interrompere la terapia?

    • Gent.ma Katy, non mi è possibile darle una risposta precisa, non conoscendo la sua storia. Forse il gonfiore è dovuto ad un elimino di tossine che Enterelle di solito mette in atto (e solitamente passa in due giorni), oppure ad una eccessiva sensibilità del suo intestino: in tal caso propongo di fare un paio di settimane con Acronelle, stessa quantità. Mi faccia sapere, buona giornata.

  110. Monica il said:

    Gentile Susanna,
    da poco un’amica mi ha consigliato di seguire il protocollo per la pulizia intestinale dato che, ormai da una decina di anni, ogni volta che necessito di assumere un farmaco, compare una strana allergia sotto forma di eritema che parte dall’inguine , su per tutto il corpo fino alla radice dei capelli. Questo mi costringere ad interrompere le cure e ad assumere gli antistaminici.
    Di recente ho subito un intervento per neuroma di Morton e osteotomia del mignolo varo: stessa situazione: Ventiquattr’ore dopo la prima assunzione di antibiotico e antiinfiammatorio si è verificata la crisi allergica costringendomi a sospendere la terapia e a sopportare forti dolori.
    Oltretutto, sempre più spesso soffro di un dolore puntorio sotto il costato nella parte destra in sede di fegato e cistifellea. Alla palpazione il fegato risulta molto ingrossato, come dice il medico, ma secondo gli esiti dell’ecografia e degli esami del sangue pare che tutto sia nella norma.
    La mia domanda è questa: secondo lei, è possible che il fenomeno dell’ allergia e il dolore che le ho descritto siano legati tra loro e causati dal un mal funzionamento dell’intestino?
    Quest’ultimo non mi da problemi di funzionalità, ma soffro tantissimo di tensione addominale, gonfiori e talvolta spasmi. Assumo da anni l’inibitore di pompa protonica a causa di una beanza del cardias che mi provoca seri sintomi di reflusso gastro esofageo.
    Inoltre soffro di continue recidive di infezione da candida.
    Nel 2007 ho subito una tiroidectomia per carcinoma tiroideo e terapia radiometabolica piuttosto pesante.
    Vorrei che la mia amica avesse ragione e mi sento di accettare il suo consiglio riguardo alla pulizia dell’intestino.
    Lei, cara Susanna, mi consiglia di fare altrettanto? Può essermi utile?
    La ringrazio per la pazienza dimostrata.
    Saluti
    Monica

    • Gent.ma Monica, l’intestino è la porta che conduce dal mondo esterno a dentro di noi; se introduciamo alimenti inadatti a noi o vivamo momenti di stress o emotivi, è inevitabile che funzioni male e che produca tossine oppure che non fornisca il necessario per una buona salute. I dolori molto spesso cono riconducibili all’acidosi, quindi in primis alimenti animali, alimenti raffinati, alcolici e stress (tra l’altro l’acidosi apre la strada alla candida). Anche le tensioni e gli spasmi fanno pensare a dun conflitto emotivo irrisolto che genera stress: ma la mia è solo un’ipotesi. Quindi ok per provare la pulizia dell’intestino ma affiancato ad un supporto di un valido naturopata, che la segua, e che le dia anche altro per aiutarla a venirne fuori, altrimenti non credo possa bastare. Nell’attesa di trovare il naturopata giusto prenda il Pylorex della Bromatech, 1 dopo ogni pasto per il reflusso. Se le interessa, da alcuni mesi offro anche un servizio via skype. Buona vita.

      • Monica il said:

        Gent.ma Susanna,
        non immagina quanto ciò che mi dice sia così reale e rispondente alla realtà.
        Mangio da anni nella mensa aziendale e, sotto l’aspetto emotivo , nonostante sia una Counselor, per questioni familiari, sono stretta in una condizione di continua tensione.
        Vorrei poter avere un colloquio diretto con lei, se è possibile per avere una sua specifica consulenza.
        Come posso fare?
        Per ora la ringrazio per avermi accolta e ascoltata dal profondo.

        Monica

        • Gent.ma Monica. Purtroppo essere Counselor o consulente di Metamedicina non ci fornisce un’immunità da “intoppi emotivi”, anzi! Talvolta sembra che siamo noi i più complicati su questa terra! Ma forse proprio per questo abbiamo scelto questa strada: prima di tutto per noi, e subito dopo per aiutare chi ha bisogno di capire meglio la propria vita ed essere finalmente felice. Se ha piacere io faccio consulti via Skype, ma nel frattempo provi Stress Stop dei Bush Flower e Pineal Tens Laborest, una bustina ogni sera. Buona vita.

  111. cristina il said:

    gentilissima Susanna, a me è stato suggerito un protocollo di 7 giorni che prevede 2 enterelle a colazione; 2 bifiselle a pranzo e 2 ramnoselle a cena.
    E’ la seconda volta che lo faccio: la prima volta non ho avuto particolari problemi; ora al secondo giorno ho episodi di diarrea. Grazie per un suo commento

    • Gent.ma Cristina, 2 capsule x 2 sono veramente troppo per molte persone. Riduca a 1 per due volte al giorno e credo andrà meglio. In ogni caso la diarrea, se dura solo uno o due giorni, senza altri sintomi in concomitanza a rimedi naturali, segnala spesso una pulizia del corpo. Buon lavoro.

  112. Enrico Eliade il said:

    Gent.ma Susanna,
    Ho un figlio di 16 anni che soffre di acne sia in viso che su tutta la schiena.
    Volevo sapere se consigliavi anche in caso di acne la pulizia intestinale con Enterelle, Bifiselle e Ramnoselle e se avevi altri suggerimenti da dargli per migliorare questo problema.

  113. Davide il said:

    Carissima Susanna, grazie grazie grazie! ..per le sue risposte pazienti ed equilibrate, per il suo lavoro sapiente e la sua grande generosita’!

    Grazie davvero!

    Sto seguendo il ciclo da lei consigliato nell’articolo. Ho saltato il passo 1, in quanto provenivo da un digiuno depurativo di 7 giorni. Soffro oramai da 8 anni di dermatite atopica che si acuisce con l’esposizione ai raggi solari. Da circa 1 anno soffro anche di una ancora piu’ fastidiosa orticaria, che va e viene senza che riesca a capirne la logica. Forse erroneamente, nutro la convinzione che lavorando sul mio intestino e ovviamente sulla mia alimentazione potrei trovare la soluzione ai miei problemi. Mi illudo? Esiste un probiotico che si sente di consigliarmi a scopo di mantenimento dell’equilibrio intestinale al termine di questo ciclo nel mio caso particolare?

    Un saluto affettuoso e pieno di riconoscenza. davide

    • Gent.mo Davide, è riuscito a farmi arrossire! Semplicemnte la mia è una grande passione, ed inoltre le vostre domende mi permettono di approfondire argomenti che altrimenti non sfiorerei neppure. Quindi vede, anch’io ne traggo beneficio. Prima di fare digiuni così prolungati sarebbe da considerare la sua costituzione, in quanto potrebbe non dare il beneficio sperato ma anzi creare altre problematiche. Mi spiego: dopo 1 giorno di digiuno la nostra flora intestinale inizia a deperire per mancanza di nutrimento e dopo 7 giorni è veramente molto debole. Inoltre se la persona di suo non ha molte riserve, toglie energia agli organi per vivere, e così non svolgono bene il loro lavoro. Nel suo caso, dal mio modesto punto di vista, c’entra anche fegato ed emotivo. Quindi benissimo fare dopo un digiuno il protocollo intestinale ma poi sarebbe il caso di proseguire con drenaggio del fegato e comprensione del messaggio che questa dermatite (e l’orticaria) manda, visto che nemmeno il digiuno l’ha debellata. Provi anche New Era D, 4 compressine per 3 volte al giorno sotto la lingua, indicata per tutti i problemi di pelle. Infine, un probiotico per i problemi di pelle potrebbe essere l’Achidophilus, ma credo che la radice sia da ricercare da un’altra parte. Casomai trovi un naturopata a cui affidarsi e fare un incontro completo. Buona vita.

  114. Gloria il said:

    Salve, vorrei sapere se posso utilizzare questo metodo di pulizia per mio figlio di due anni. È stata una dura invernata,con due antibiotici al ule al seguito.ora da una settimana sto dando bifiselle,2 capsule al gg. Se non fosse indicato questo metodo di pulizia, mi consiglia un aiuto invernale con solo bifiselle? Grazie di cuore

    • Salve Gloria. Certo che può seguire il protocollo per suo figlio ma dimezzando le dosi, mezza capsula in poca acqua dopo i pasti. Quindi non solo Bifiselle ma tutti e 3 i probiotici. Ed integri con l’oligoelemento Manganese-Rame. Buon tutto.

    • Salve Gloria. Questi probiotici contengono varie tipologie di probiotici a seconda del lavoro richiesto (pensi che esistono moltissimi probiotici tutti diversi). Le faccio un esempio per rispondere alla sua domanda: se immaginiamo che l’Italia sia l’insieme di tutti i probiotici esistenti, chi abita a Milano è un streptococcus, chi abita a Firenze invece è un salivarus e così via per tutte le città italiane (…l’esempio è proprio buttato là). Enterelle è una ditta che (ad esempio) contiene un pochi di vicentini, un pochi di romani ed alcuni torinesi, ognuno specializzato nel suo lavoro. Spero di essere stata chiara 🙂

  115. Nino il said:

    Gent.ma Susanna,

    vorrei iniziare il protocollo di pulizia da lei suggerito. Soffro di intolleranza al lattosio (che infatti evito ormai quasi del tutto) e – in misura minore – anche al glutine. Soffro, però, anche di steatosi. Crede sia meglio iniziare col protocollo di pulizia intestinale e passare poi a EpaDx per il fegato oppure conviene fare diversamente? La ringrazio in anticipo della disponibilità

    • Gent.mo Nino, può iniziare le due pulizie in contmporanea, in quanto le tossine che verranno trovate dal fegato potranno essere eliminate meglio dall’intestino, e viceversa. Buona vita.

  116. Gloria il said:

    Gentilissima! Grazie di cuore!! Dunque,uso mezza capsula di ogni probiotico dopo i pasti! Ok! Ma l oligolemento (scusi l ignoranza), lo trovo in vendita gia con questa composizione? Inoltre…posso sapere se secondo Lei posso associare anche Bactabliss? Grazie ancora

  117. Gent.ma Susanna,
    seguo da diverso
    tempo con molta attenzione ed interesse il suo blog. Vorrei chiederle alcuni consigli. Soffro di “dolicocolon”, penso dalla nascita, seguendo i suoi consigli ultimamente sto prendendo 2 cps di bifiselle prima di pranzo e 6g di agaragar , la situazione è un po’ migliorata, ma non troppo, sono sempre stitica.
    Assumo queste sostanze da 4 mesi,
    posso continuare? Se si, per quanto tempo? Cosa potrei fare ancora?
    In attesa di una sua risposta la ringrazio e la saluto.

    • Gent.ma Maria Grazia, l’agar agar non ha controindicazioni nella durata, ma è sempre meglio variare i rimedi che si usano, anche se naturali. Le proporrei di provare in alternativa Xantonet della Bormatech, 1 cps ad ogni pasto ed eventualmente aumentando per un periodo a 2 cps a pasto. In contemporanea prenda il Pineal Tens Laborest, 1 bustina al mattino e una alla sera prima di dormire. Si abitui inoltre ogni sera a praticare sulla sua pancia un automassaggio in senso orario, con una pressione dolce ma decisa, di modo che aiuti il suo intestino a stimoalre la peristalsi: questo per almeno 3-5 minuti. Un altro rimedio alternaitvo all’agar è l’ottimo Psyllium Fibra della Solgar. Mi tenga aggiornata, buon lavoro.

  118. Rosanna il said:

    Buongiorno,
    Vorrei sapere se ente reale si può assumere in gravidanza in caso di crampi intestinale e meteorismo. Grazie!

    • Gent.ma Rosanna, i probiotici si possono assumere tranquillamente in gravidanza, anche se nel suo caso ci assocerei anche del magnesio per i crampi (Axi magnesio della Pegaso ad esempio); ma chieda comunque il parere al medico che la sta seguendo. E magari riduca latte, latticini e zucchero. Buon arrivo del bebè <3

  119. Lucy il said:

    Grazie mille! È davvero gentilissima! Quindi in tutto dovrei prendere 5 capsule? Ho letto anche di Adomelle, volendo si potrebbe integrare? Ultima domanda. Posso associare del magnesio? Ancora grazie!:)

    • Meglio non mescolare al momento troppi probiotici. Più avanti piuttosto vedo Citogenex Bromatech, per sostenere il sistema immunitario intestinale. Integrare con magnesio è sempre un’ottima idea. Pensi anche ad un drenaggio del fegato per gestire le scorie assorbite dall’intestino. Buon lavoro 🙂

  120. Lucy il said:

    Le chiedo ancora due cose. L’epadx avd si può associare alla cura di probiotici?il mag2 è ok come magnesio? O mi consiglia un altro tipo? Ancora grazie

  121. Silvano il said:

    Buongiorno dottoressa,

    mi scuso per il disturbo; volevo chiederle, gentilmente, quanto segue:

    1) volevo farle sapere che mi sto trovando molto bene con il protocollo di pulizia intestinale da lei consigliato e volevo chiederle se oltre il protocollo, la sera dopo cena, io possa utilizzare l’acronelle e se si in quante compresse (soffro spessissimo di colite e devo accertare che non si tratti di crohn o ibd);

    2) mi potrebbe suggerire un prodotto naturale che mi permette di prendere qualche chilo? (nonostante io mangi parecchio non metto su un etto); ho 40 anni sono alto 1,70 cm e peso 60 kg.

    In attesa di un gentile riscontro, mi scuso per averla disturbata, le auguro un buon tutto.

    • Gent.mo Silvano, sono felice che si trovi bene con il protocollo di pulizia. Certo che può usare l’Acronelle: potrebbe integrarlo a pranzo, dopo il pasto, anche 2.
      Consiglaire dei prodotti naturali efficaci per perdere peso senza averla vista e senza averle parlato, è come voler colpire un tappo con una fionda in piedi su un treno a tutta velocità: un azzardo. Personalmente le consiglio di trovare un bravo naturopata della sua zona ed affidarsi a lui. Anche se, un’dea, il sovrappeso potrebbe probabilmente partire da questo intestino infiammato (non sarebbe la prima volta). Buon tutto.

  122. Silvano il said:

    Gentilissima Dottoressa, la ringrazio infinitamente per la risposta; in realtà le chiedevo un consiglio per poter prendere qualche chiletto, non perdere….per esempio mi hanno parlato molto bene del fieno greco…; spero possa consigliarmi qualcosa in merito…
    Nel frattempo seguirò il suo consiglio per quanto concerne l’acronelle e le chiedo gentilmente un’ultima cosa: per potenziare le difese immunitarie può andar bene il prodotto CITOGENEX?…se si, quante compresse al giorno ed in che momento della giornata?…
    ringraziando infinitamente, porgo cordiali saluti augurandoLe un buon lavoro ed una serena giornata.

    • Si, il Citogenex va benissimo visto che lavora anche sull’intestino ed è ottimo in caso di malattie autoimmuni: 1 cps dopo ogni pasto alla fine del ciclo di pulizia. Il fieno greco in effetti viene consigliato per acquisire peso, ma dal mio punto di vista funziona raramente e con poche persone. Ha provato a fare l’esame per la celiachia? Potrebbe anche essere un problema di candida, o di parassiti intestinali: anche in questo caso potrebbe pensare di approfondire con degli esami specifici. Conisderi anche la possibilità di cercare i metalli pesanti con il test mineralogramma del capello. Spero di esserle stata utile, buon tutto.

  123. Silvia il said:

    Buongiorno Dottoressa,

    sto seguendo il protocollo di pulizia dell’intestino e mi trovo bene. Devo iniziare il terzo ed ultimo passaggio (ramnoselle + bifiselle); siccome sto assumendo anche acronelle dopo pranzo, posso prenderlo assieme a bifiselle che va sempre preso dopo pranzo o è meglio distanziare i due prodotti? (es. acrtonelle la sera?). La ringrazio molto, buona giornata

    • Gent.ma Silvia, è sempre meglio prendere i probiotici distanti; io solitamente consiglio Bifiselle (o Ramnoselle) dopo colazione e dopo cena, e Acronelle dopo pranzo. Buon lavoro. (PS non sono medico, solo naturopata 🙂 )

  124. Silvano il said:

    Grazie mille Dottoressa, come sempre gentilissima. Alla fine del ciclo di pulizia, come mi suggerisce, prenderò il citogenex. Ho fatto l’esame per la celiachia e, per mia fortuna, è tutto ok. Secondo lei l’alga klamath mi potrebbe aiutare nell’acquisire un complesso nutrizionale atto a prendere un po’ di peso?…molte persone mi hanno parlato bene del prodotto NUTRIMAX: se si, quante compresse posso prenderne? Grazie mille, le auguro una buona giornata ed un sereno lavoro

    • L’alga Klamath è, dal mio punto di vista, eccezionale, in particolare la Nutrimax. Può prenderne da 1 a 3 ad ogni pasto (ovviamente il numero varia da persona a persona; provi come si sente meglio o si faccia consigliare dal farmacista). Purtroppo non ho dati in merito sulla sua capaicità di aumentare il peso.

  125. Gloria il said:

    Grazie davvero di cuore!! Ho preso gli oligoelementi come consigliato! Mio figlio non è ancora in grado di succhiare dalla fialetta quindi posso mettere il contenuto in un cucchiaio di acciaio(i classici da minestra insomma) oppure gli oligoelementi nn possono stare a contatto con il metallo del cucchiaio? Insomma cerco un modo alternativo alla suzione per darglieli! Grazie ancora

  126. Erica il said:

    Gent.ma dott.ssa, ho iniziato questa mattina il protocollo di pulizia intestinale con olio di tea tree per uso alimentare diluito in un cucchiaino d’olio d’oliva ( non ho usato le tinture madri perchè assumo già un farmaco in gocce su base alcolica per la tiroide e non volevo rincarare la dose). Purtroppo però avverto sintomi di irritazione che si manifestano con bruciore lieve ma persistente a livello di stomaco e polmoni. Leggo in internet che possono essere possibili effetti collaterali dell’olio essenziale. è preferibile che sospenda il tea tree? è normale o per lo meno comune che si manifestino questi sintomi? Grazie dell’attenzione e cordiali saluti

    • Gent.ma Erica, gli oli essenziali sono sempre controindicati in caso di problemi allo stomaco come gastrite ad esempio. Se ha sentito bruciore in quella zona probabilmente è presente un’infiammazione, forse silente, in zona: le consiglio ovviamente di sospendere il tea tree e di prendere Pylorex Bromatech 1 cps dopo ogni pasto per un almeno un paio di settimane, per lenire la mucosa gastrica. Poi inizi il protocollo per la pulizia intestinale. Il fatto che abbia disturbato anche i polmoni mi fa pensare o a un’irritazione polmonare presente passata in silenzio e che il tea tree ha messo in luce oppure a dei postumi di una bronchite che il tea tree andava a riparare (visto che l’olio essenziale era per uso alimentare e che viene usato anche in caso di bronchite con l’assunzione di più gocce). Ma queste sono solo ipotesi che solo un medico potrebbe confermare dopo un colloquio. In ogni caso è da sospendere. Buona serata. PS: non sono medico, ma solo naturopata 🙂

  127. Gloria il said:

    Salve,mi scuso se trova un doppio commento ma credo nn mi abbia accettato il primo. Volevo ringraziarla immensamente per i consigli,Lei è davvero eccexionale!! Ho iniziato gli oligoelementi al piccolino di due anni ,come suggerito da Lei, ma vorrei sapere se posso travasare su un cucchiaio di metallo x darglieli xche dalla fiala è impossibile:-(
    Grazie

  128. Lucy il said:

    Buongiorno dottoressa! Volevo chiederle se i probiotici possono dare effetti collaterali se presi a lungo. Sto prendendo acronelle ed enterelle da 12 giorni più magnesio e pastiglie per purificare il fegato. Per quanto tempo si possono assumere? Grazie mille!

  129. gigi il said:

    salve, dopo questo protocollo è possibile fare un enteroclisma, o questo distruggerebbe la flora batterica ripopolata coi probiotici che lei consiglia?
    grazie
    cordiali saluti
    gigi

    • Gent.mo Gigi un enteroclisma può togliere parte della flora ma solo nella parte finale dell’intestino che si ripristina con un po’ di Bifiselle. Gli enteroclismi sono utili ma non per tutti, dipende molto dalla costituzione e dalla storia personale. Buon tutto.

  130. Lucy il said:

    Buongiorno! In questi giorni di enterelle, acronelle e purificante per il fegato mi sento molto stanca, nonostante stia prendendo il magnesio. È normale? Non so se provare a sospendere la cura.

    • Si, è normale cara Lucy. Sia perchè il fegato si pulisce dalle tossine e sia perchè l’intestino fa lo stesso (e se sono troppe, o la pesona è stanca, o l’intestino non riesce ad eliminarle, restano in circolo per un po’). Riduca la quantità del drenante del fegato. Buon lavoro.

  131. Lucy il said:

    Buongiorno Dottoressa. Volevo chiedere se dopo 15 giorni di cura è normale essere molto stanchi. In più ho preso la cistite. Potrebbe essere per il rilascio di tossine dovuto alla disintossicazione? Quando posso prendere il citogenex di cui mi aveva parlato? Ho visto anche che cè un tipo di brobiotici, sempre bromatech, per lo stomaco, potrei associare anche quello? Quando canto ho un po’ di raucedine e la mia insegnante di canto mi ha detto che potrebbe essere dovuto a reflusso.

    • Gent.ma Lucy, da quello che mi scrive presumo si tratti di rilascio tossine che il suo corpo non sa gestire. Le propongo di sospendere la pulizia del fegato e fare solo quella dell’intestino: conclusa quella, proceda con il drenaggio del fegato. Associ magari la Clorofilla della Di Leo per la stanchezza (30 gocce per 2 volte al giorno in molta acqua, prima di colazione e prima di pranzo), oppure (se può spendere di più) il Codyceps che potrebbe prendere per un paio di mesi per riprendersi del tutto: questo sopratutto se esce da un periodo di super lavoro o stress, e se soffre di freddo in inverno. Per il probabile reflusso nascosto potrebbe provare il Pylorex Bromatech, 1 dopo pranzo e 1 in altro momento lontano dagli altri probiotici. Citogenex dopo la puliza del fegato. Buon tutto.

    • In ogni caso per la cistite un ottimo rimedio è l’R18 (15 gocce per 3 volte al giorno a digiuno). Ma essendo un omeopatico è necessario chiedere parere ad un medico.

  132. Nino il said:

    Gent.ma dott.ssa Susanna,

    ho iniziato il ciclo di pulizia da 2 settimane. Con enterelle andava una meraviglia: finalmente non andavo in bagno subito dopo qualsiasi pasto, le feci erano formate e mi sentivo meno gonfio. Sono passato, dopo una settimana, a bifiselle e sono tornato esattamente nella stessa situazione di prima. Da domani dovrei iniziare Ramnoselle. Cosa ne pensa? Grazie in anticipo della disponibilità!

    • Salve Nino. Bifiselle stimola la peristalsi per pulire, Ramnoselle invece riduce le fermentazioni e quindi fa si che si vada meno in bagno. Inizi pure Ramnoselle e concluda con un ciclo di Enterelle. Consideri la possibilità di avere una candida intestinale. Buon lavoro.

  133. Lucy il said:

    La disturbo ancora una volta. Stavo guardando il cordyce Ps e ho visto quello della nutriva a 39 euro. È una buona marca? Ho letto che agisce sulla serotonina. Io sto prendendo zoloft da 50mg una al giorno x le crisi di ansia. Lo prendo da qualche anno e vorrei sospenderlo. Sarebbe meglio non associarli? Grazie mille

    • Salve Lucy. La Nutriva è una buona azienda anche se io preferisco l’Aloha Cordyceps AVD. Non essendo medico non posso darle la certezza che i due rimedi interagiscano. Le conviene parlare col suo medico. Solitamente i funghi interagiscono con medicinali anticoagulanti o con i farmaci per il diabete. Buona serata.

  134. Lucy il said:

    Buongiorno dottoressa! Le scrivo da parte di mia sorella. Inizia ad avere i disturbi della menopausa e si sente sempre gonfia, con molta aria nella pancia. Non digerisce bene e ha spesso mal di testa. In più trattiene i liquidi ed è ingrassata. Vorrebbe chiederle, visti i preziosi consigli che ha dato a me, cosa potrebbe prendere. La sua alimentazione è sempre stata un po’sregolata, abbastanza grassi e dolci. Grazie mille

    • Salve Lucy. Ecco alcune indicazioni di massima, in attesa di andare da un naturopata: sicuramente fare il protocollo pulizia intestinale, eliminare latte latticini, assieme ad un drenaggio del fegato (che trova sul sito). Aggiungere del moto e un hobby. Casomai, se vuole approfondire, faccio anche consulti via sky. Buon lavoro.

  135. Buongiorno dottoressa per infiammazione intestinale con muco e scariche subito dopo mangiato è meglio qualche probiotico della Bromatech o un buon disinfettante naturale? il lapacho ad esempio? o meglio la curcuma?

    • Salve Sabrina. Ottimo il lapacho ma ci aggiunga anche Acronelle dopo i pasti ed il Candinomr Pegaso prima dei pasti (e legga i miei due articoli sulla candida intestinale). Buon tutto.

  136. Lucy il said:

    Buongiorno! Mia sorella ha iniziato il protocollo di pulizia intestinale e l’epadx. Grazie mille anche da parte sua! 🙂

  137. Silvio il said:

    Buongiorno,

    ho fatto la pulizia intestinale con ottimi risultati!! Ora posso continuare con l’acronelle dopo pranzo per via del mio colon irritabile?…se si quante compresse?….; mi potrebbe inoltre consigliare un buon integratore vitaminico?….tra i mille in commercio non a quale affidarmi: non vorrei assumere nulla di troppo chimico.
    Grazie mille, cordiali saluti con l’augurio di una serena giornata ed un buon lavoro.
    Silvio

    • Gent.mo Silvio, felicissima che abbia ottenuto ottimi risultati! Certo che può continuare Acronelle, 1 dopo colazione ed 1 dopo cena, o anche di più se ne sente il bisogno (anche se sarebbe da lavorare anche sulla rabbia, visto che ogni infiammazione la segnala). Un buon integratore vitaminico naturale, secondo la mia modesta opinione, è Nutrimax della Nutrigea (alghe Klamat). La quantità potrebbe essere di 2 a colazione e 2 a cena. La ringrazione per l’augurio, che giro anche a lei. Buona vita.

    • Salve Nicoletta. Essendo esclusivamente probiotici non esiste alcuna controindicazione (ovviamente senza l’olio essenziale di Tea tree che è controindicato in gravidanza). Consiglio comunque di chiedere al proprio medico di fiducia. Buona vita.

  138. vitalina il said:

    Buongiorno,
    vorrei sapere se questo protocollo di pulizia può dare giovamento ad una dermatite seborroica in viso da poco comparsa sul viso di mio figlio che ha 12 anni. Stesse dosi che per gli adulti?
    Grazie mille per la risposta

    • Gent.ma Vitalina, non avendo mai visto suo figlio e non sapendo la sua storia non sono assolutamente in grado di darle una risposta sincera. L’acne dipende molto da intestino (alimentazione), ormoni (e quindi fegato) ed emotivo. Oltre al protocollo consiglierei anche un drenaggio del fegato e il sale di schussler Natrium Ph. Buon tutto.

  139. Jenny il said:

    Gentile dottoressa.
    vorrei iniziare la pulizia intestinale potrei aggiungere anche il drenall? 20 gocce in mezzo litro di acqua?
    Prendo anche l’entact per il panico e l’ansia., sono isterectomizzata e non ho il colon. ma mi sento molto appesantita.

    • Salve Jenny. Non conosco il Drenail, ma siccome sta prendendo farmaci non posso che consigliarle di rivolgersi al suo medico. Il protocollo invece può farlo tranquillamente, ma sempre chiedendo al suo medico, visto che le manca il colon. Buon tutto.

  140. Nunzia ciciriello il said:

    Buongiorno sto seguendo anch io il suo protocollo …..sono all ultimo passo…..vorrei sapere quali benefici sono evidenti ?in seguito a chemio e radio fatto 8 anni fa ho fatto diversi tipi di pulizia intestinale….peró nn so veramente se è servito a liberare il mio intestino e tutto l apparato digestivo da quei medicinali così tossici….ho seguito una depurazione con bentonite,con sali di Schüssler e qualcos altro che nn ricordo…

    • Gent.ma Nunzia, i benefici da sentire potrebbero essere molti e diversi per ogni persona: meno dolori addominali, feci migliori, sparizione del meteorismo, riduzione o risoluzione del gonfiore, pelle migliore, miglioramento del sonno, miglioramento dell’umore, eccetera. Se non ha notato nulla forse, a seguito probabilmente dei medicinali assunti, ha bisogno di ripeterlo più volte ma sopratutto fare prima e durante un bel drenaggio prolungato del fegato e forse anche dei reni. I sali sono troppo blandi per la situazione. Inoltre dovrebbe obbligatoriamente andare in bagno ogni giorno. Le consiglio personalmente di rivolgersi ad un naturopata che la possa aiutare efficacemente. Buona vita.

  141. Jenny il said:

    Grazie mille per la risposta cerco comunque di spiegare la mia situazione
    ho subito 5 anni or sono un isterectomia e una colectomia totale. Mi hanno asportato tutto il colon.
    L’azienda ospedaliera che mi ha operato mi ha poi prescritto alcuni integratori da prendere.
    AG res 50 (orosolubili una alla mattina) Hyaluwell sei spruzzi e femal due compresse al giorno.
    Oltre ad una pasticca di entact al giorno da 10 mg per attacchi di panico e ansia
    Vorrei però fare un periodo di disintossicazione pure potrei assumere galium heel e Lymphomysot assieme a questi integratori?
    Faccio anche 5 giorni al mese di enterelle
    Grazie in anticipo e cordiali saluti

    • Gent.ma Jenny, non è facile darle consigli senza conoscere a fondo la sua storia (non bastano poche righe, serve almeno un’ora). Galium e Lymphomyosot sono prodotti omotossicologici e quindi solo un medico può consigliarli (o anche un farmacista). Come disintossicazione potrebbe provare la Zeolite od anche la meravigliosa Aloe, ma sempre previo parere medico. Spero di averle dato un’idea. Buon tutto.

  142. Angela il said:

    Buongiorno,
    e complimenti per l’interessante blog!
    Da diversi anni assumo i probiotici per contrastare i fastidiosi disturbi intestinali che mi affliggono quali meteorismo,flatulenza,pancia gonfia ed episodi di diarrea.
    Il problema è che non sempre i prodotti acquistati risolvono adeguatamente il problema e così,nel tempo,ho provato diverse marche ottenendo benefici ma sempre piuttosto temporanei.
    Nel mese di Marzo ho contratto una fastidiosa gastroenterite che ha ulteriormente appesantito la situazione.
    E l’ultimo simbiotico che ho assunto in ordine di tempo,per rimettermi in sesto dagli strascichi dell’influenza intestinale,ha risolto solo in modo parziale i miei problemi.Anzi,durante l’assunzione,ho avuto parecchi episodi di diarrea.Cosa mai accaduta prima.
    Ho 58 anni,seguo un’alimentazione il più possibile sana nel contesto di un corretto stile di vita,non fumo e faccio moderata attività fisica.Sono piuttosto stressata sia dalla vita lavorativa che dal rapporto con la mia anziana madre e l’intestino ne risente pesantemente.
    Qui (ed altrove) leggo che consiglia i prodotti della Bromatech e molti ne sono soddisfatti.
    Vorrei capire quale possa essere il più adatto per le mie esigenze.
    E’ possibile avere qualche suggerimento?
    Ringraziandola anticipatamente per l’attenzione che vorrà prestarmi colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.

    • Gent.ma Valeria. I probiotici che propongo sono quelli che mi hanno dato maggiori riscontri. Da quello che mi scrive potrei ipotizzare un Leaky Gut Syndrom associata ad una candida intestinale. Perché non prova il protocollo che propongo per quest’ultimo disturbo? Per quanto riguarda lo stress con sua madre le consiglio di risolverlo contattando un consulente di Metamedicina: sono certa che eliminato lo stress l’intestino starà già meglio. Se ha piacere inoltre, io propongo consulti individuali via Skype. Spero di esserle stata d’aiuto. Buona giornata.

  143. Fabio il said:

    Gentile Susanna,

    ho letto con piacere alcuni suoi articoli e apprezzo molto le sue pronte risposte ai messaggi ricevuti.

    Sono vegano da 3 anni e, dopo aver preso le compresse sublinguali di B12 della Long Life (piene di edulcoranti, sucralosio ecc), ho scoperto le compresse NaturalPoint (decisamente più naturali eccetto il rivestimento della capsula fatta con idrossipropilmetilcellulosa).

    Due domande:
    1. Considerando un intestino pulito, è vero che le pastiglie sublinguali di B12 sono più efficaci delle capsule da ingoiare?

    2. Posso aprire le capsule NaturalPoint e prendere SOLO la polverina di cianocobalamina SENZA diminuire l’effetto dell’integrazione? Se si, qual è il miglior modo per farlo? Mettere la polverina sotto la lingua oppure scioglierla in un dito di acqua?

    Grazie,
    Fabio

    • Gent.mo Fabio, in realtà non riesco quasi mai a rispondere subito 🙂
      La B12 necessita di uno stomaco in perfetta efficienza per essere assimilata (il cossidetto fattore intrinseco) altrimenti subentra la carenza. Questo anche se assume la B12 sotto forma di integratore. Sarebbe una buona idea verificare la buona funionalità dello stomaco, ad esempio con una visita iridologica. Se l’iride mostra segni di debolezza digestiva oppure la persona soffre in qualche modo di problemi di stomaco, diventa molto più affidabile la pastiglia sublinguale. Per il fatto che contenga gli edulcoranti, la assuma in concomitanza con vitmina C potente spazzino. Non so inoltre se la B12 aperta e messa sulla lingua sortisca un buon effetto: per farlo deve essere esplicitamente scritto sulla confezione. Spero di esserle stata utile.

      • Fabio il said:

        Buongiorno, avevo premesso infatti “considerando un intestino pulito”. In effetti vorrei sapere se aprendo la capsula la B12 risulta comunque funzionale oppure no. Non c’è scritto questo sulla scatola anche se chi la vende promuove questa possibilità.

        • Io non parlavo di intestino ma di stomaco. È diverso. L’intestino può essere perfetto ma lo stomaco un disastro anche senza sintomi. Come facciamo a sapere se lo stomaco trasporta efficacemente la b12? Solo con l’iridologia e con gli esami del sangue ma lì è già più complesso. Se non è scritto non è sublinguale. Altrimenti lo metterebbero perché sono molto ricercati questi prodotti.

  144. Tiziana il said:

    Buongiorno Dottssa ho due bimbi uno di 1 anno e l’altro di 5 ai quali volevo fare la pulizia profonda per poi cominciare a prendere qualcosa per aiutare le loro difese immunitarie (es. probiotici dott giorgini). hanno già usato i prodotti della bromatech consigliati da una ns amica nutrizionista che ora però si trova all’estero e non mi ritrovo più le sue indicazioni. se non ricordo male per il piccolo ci aveva dato enterelle per 4-5 gg ma non ricordo se una mattina o sera, e successivamente il bifiselle per 7-10 gg la sera. per il grande invece, florabus 4-5 gg non ricordo dosaggio e se da prendere mattina e/o sera, e a seguire anche lui bifiselle 7-10 gg. può aiutarmi per favore? Grazie mille, Tiziana

    • Gent.ma Tiziana, per i bambini entro i 2 anni consiglio lo stesso protocollo degli adulti ma metà dose, quindi apre la compressa e ne usa metà in acqua, mentredai 2 anni in su usi la dose piena. La pastiglia di cui usa la metà la richiude e la pone in frigo. Ovviamente non usi l’olio essenziale di tea tree. Orari e modalità li trova nell’articolo. Buon tutto.

  145. Linda il said:

    Buongiorno dottoressa,
    volevo chiederle se esiste qualche protocollo naturopata per chi soffre di cistiti ricorrenti, sono ormai 10 anni che ne soffro e non so più cosa provare.

    • Gent.ma Linda. Sicuramente c’è da fare un lavoro più approfondito di quello possibile leggendo alcune righe: questo perché nessuna cistite è uguale ad un altra. Le consiglio vivamente di trovare un naturopata della sua zona e fare un lavoro completo su intestino, fegato e parte emotiva (territorio e rabbia). Buon tutto.

  146. Luca Barbera il said:

    Buongiorno dottoressa,
    vorrei una sua opinione sul Serplus ed eventualmente sapere la differenza con il protocollo Bromatech, la ringrazio, Luca.

  147. SSsSSSimone il said:

    Buongiorno,
    scrivo per avere un’indicazione circa il protocollo di pulizia intestinale.
    Qs’ Estate ho sofferto (Giugno us) di una diarrea durata circa una settimana e periodicamente sono solito avere attacchi di diarrea (2/3 scariche una tantum).
    seguo un regime alimentare a base di frutta, verdura cruda o al vapore o lessa, pesce e carne bianca (1 volta a settimana).
    A Giugno ho assunto Enterolctis Plus per 3 settimane.
    Adesso vorrei fare il protocollo (ultima volta Primavera us) ma proprio stasera solito attacco di diarrea.
    Posso cominciarlo egualmente o faccio alternativamente Citogenex per 15 gg e rimando il protocollo?
    grazie e buon lavoro
    Simone

  148. chicca il said:

    buongiorno, vorrei un consiglio.
    ho da tempo dei sintomi molto fastidiosi che potrebbero essere riconducibili a candida intestinale e/o sistemica. Dico potrebbero perchè ho difficoltà ad avere una diagnosi precisa. Vorrei comunque provare a fare un trattamento con probiotici per riequilibrare la flora intestinale. Ma ho un problema, sono fabica e non riesco a trovare in rete la composizione esatta dei probiotici, anche quelli da lei consigliati, e del Femelle che è stato consigliato a me. Il problema sta nel sapere se questi prodotti contengono Vitamina C e in quale quantità, perchè la Vitamina C di sinstesi è controindicata nel favismo.
    Potrebbe dirmi cortesemente quali di questi prodotti la contengono? Grazie

    • Gent.ma Chicca, in questi casi un farmacista gentile è l’unico rimedio, in quanto molto spesso sono disponibili a dare la composizione di quello che vendono. Buona giornata.

  149. GGigliola Amiciigliolaiol il said:

    SAlve,
    ho letto con interesse il suo articolo.
    Le volevo chiedere cosa pensava della pulizia intestinale con enteroclisma. Secondo lei nell’acqua usata per tale scopo, si può aggiungere l’olio di melaleuca?
    Inoltre volevo un suo parere su questo strano fenomeno: io ed altre persone, compreso i miei figli, abbiamo notato che dopo l’uso di fermenti lattici o probiotici avevamo un aumento di peso ed un gonfiore diffuso…..come mai??
    La ringrazio in anticipo e le auguro una buona giornata
    Gigliola

    • Salve. Penso molto bene dell’enteroclisma ma ovviamente non va bene per tutti. Oltretutto ne esistono diverse versioni ma sconsiglio vivamente di metterci oli essenziali!
      Per quanto riguarda i probiotici sarebbe da parlare con queste persone, vedere la loro storia, lo stato dell’intestino e che probiotici hanno usato.

  150. Delia il said:

    Gentile Susanna, le scrivo per rappresentarle il mio problema: è da anni che soffro di candida intestinale. Ho avuto modi conoscere ed assumere i probiotici della bromatech, ma sicuramente in modo sbagliato, dato che non ho risolto del tutto il problema: ho sempre disbiosi intestinale con eccessiva aria nello stomaco.
    Se lei è d’accordo volevo iniziare con Candinorm e l’acido caprilico per poi passare alle gocce di tea tree oil- enterelle, bifisielle e ramnoselle da lei consigliato alle persone che soffrono del mio stesso problema.
    Volevo da lei conferma se questo protocollo può essere adatto a me e soprattutto in che posologia.
    Grazie

    • Si, è un iter valido. Purtroppo l’acido caprilico è uscito di produzione e può sostituirlo con Kolorex Forte della Named la cui posologia è scritta sulla confezione. In ogni caso sarebbe meglio un consulto medico o naturopatico perché credo ci siano altre cose da considerare. La posologia del protocollo intestinale è quella descritta nell’articolo. Buon lavoro.

  151. Paola il said:

    Buonasera ,vorrei sapere come procedere per mio figlio (adulto) che ha avuto 4 giorni di febbre 38,5 e mal di pancia con scariche liquide scure e maleodoranti .poi la febbre si è abbassata e ora a distanza di una settimana ha perso 4 kili le feci incominciano a essere un po piu consistenti ha ripreso a mangiare con cautela introducendo riso carote e patate cotte dovrebbe ora inserire i probiotici e un integratore per il sisitema immunitario .puo iniziare il protocollo dal punto 2 con enterelle?
    La ringrazio e la saluto Paola

    • Gent.ma Paola, può iniziare benissimo dal punto 2, anche se io partirei dal punto 1 per disinfettare bene l’intestino. Le consiglio comunque di consultare il suo medico per avere un parere sul motivo di questa diarrea con febbre. Buon tutto.

  152. Delia il said:

    Grazie per la celere risposta, ma volevo sottolineare che non ho la diarrea, ho solo aria nello stomaco e mi sento molto gonfia.
    Ho iniziato a togliere il glutine e zucchero.
    Quindi volevo solo conferma se il protocollo candinorm e Kolorex per due mesi per poi passare a enterelle, bifisielle e ramonoselle vada bene.
    Grazie

  153. Rosalia il said:

    Salve Susanna,vorrei porle due domande. Ho da tanto tempo bruciori urovaginale e rettali che aumentano soprattutto dopo le evacuazioni profonde. Inoltre le feci non sono formate. Le chiedo se secondo lei il protocollo completo di pulizia intestinale può fare al caso mio.
    Inoltre le chiedo se tale protocollo è compatibile con cure omeopatiche e fitoterapiche.
    Grazie,a presto.
    Rosalia

    • Salve. Il protocollo non ha controindicazioni di alcun tipo ma consiglio sempre di chiedere al proprio medico.
      Nel suo caso le consiglierei di iniziare con Acronelle Bromatech per linfiammazione, 1 dopo ogni pasto eliminando/riducendo latte latticini carne rossa pomodori fritto alcolici. E pensi sopratutto alla presenza di candida intestinale vista la presenza di feci non formate. Buon lavoro.

  154. Marisa il said:

    Buongiorno Susanna,
    complimenti per l’articolo mi è piaciuto molto. Personalmente ho provato anche l’Enteros gel. Che ne pensi?
    Consigliano l’uso di un tubetto per ogni 10 anni di età. Considerati i miei 50 anni ho dovuto acquistare 5 tubetti da usare a distanza di 15 giorni l’uno dall’altro.
    Il costo è medio ma comprando i tuetti online sui siti tipo Outletfarma si risparmia molto.

  155. FRANCESCO il said:

    Gentile Susanna, 10 anni fa ho avuto un episodio di candida ai genitali, da allora ho sofferto di psoriasi alle mani con dei tagli profondi…ho provato di tutto ma senza risultati.
    Ho il sospetto che la mia psoriasi sia dovuta ad una candida non curata bene.
    Ho seguito con molto interesse il tuo post, così ho deciso di seguire il protocollo che hai consigliato: da 5 gg. prendo kolorex, candinorm e xantonet (per avere una perfetta pulizia intestinale), dopo circa due mesi seguirò la cura enterelle-bifisielle-ramnoselle. Mi sono accorto che da quando ho iniziato la cura la psoriasi alle mani è peggiorata ed è spuntato l’herpes alle labbra. Lei pensa che con questi sintomi la cura stia facendo effetto?
    La ringrazio
    Francesco

    • Salve. Sicuramente il peggioramento è dovuto alla pulizia. Le consiglierei di affiancare una pulizia del fegato con ad esempio Epaphit capsule 2 metà mattina e 2 metà pomeriggio. Tutto dipende dall’aggressività della sua candida: se il peggioramento persiste probabilmente c’è anche un’intolleranza ai carboidrati. Mi tenga aggiornata. Buon tutto.

  156. Francesca il said:

    Gentilissima Susanna,
    ho cercato di leggere tutte le domande e le sue rispettive risposte a partire dal 2015, per evitare di porre una domanda già fatta e farle perdere tempo, ma c’è davvero troppo da leggere, quindi alla fine ho deciso di scriverle.
    E’ lungo ma la prego di avere pazienza e leggere tutto perchè ho bisogno di un suo parere

    Presto inizierò una pulizia intestinale attraverso un prodotto americano. Non è un probiotico, ma un mix di piante, erbe e estratti naturali i cui scopo è aiutare a eliminare (o più letteralmente evaquare ahah) tutti i parassiti dell’intestino.
    E’ un prodotto che va usato dalle 2 alle 3 volte all’anno, e la sua efficacia è confermata dalle tante foto che ho visto, scattate da chi l’ha usato, di tutti i parassiti espulsi durante l’utilizzo per circa 30 giorni (disgustoso, ma molto motivante. Qui link alle foto https://organicolivia.com/success-stories/ ).
    L’ho ordinato ieri e dovrebbe arrivare tra una decina di giorni, quindi per adesso mi concentrerò sull’aiutare la digestione con una corretta alimentazione, idratazione e stile di vita. In quanto questo prodotto va usato solo se non si hanno particolari problemi di digestione.
    Ecco che qui entra in gioco lei:
    Il prodotto dovrebbe essere accostato ai PROBIOTICI, in quanto come dice anche lei nel suo post, oltre ad eliminare gli organismi nocivi, bisogna ripopolare la flora intestinale di batteri positivi.
    Dunque, ecco le mie domande:
    1) Lei parla di “PULIZIA”, ma si tratta effettivamente solo di probiotici, giusto? I prodotti da lei usati nel protocollo (A PARTIRE DAL PUNTO 2) servono solo a ripopolare la flora batterica, o sbaglio?
    Poichè ho già un prodotto che mi aiuterà spero ad eliminare parassiti ed organismi negativi, ho solo bisogno di probiotici, non dell’effetto pulizia. Non vorrei andare a ripetere un processo già attivato dal mio prodotto.
    Se questi della Bromatech sono effettivamente solo probiotici (e quindi potrei usarli come consigliato durante la pulizia indotta dall’altro prodotto che andrebbe a sostituire la fase 1 del suo protocollo), li consiglia come probiotici polivalenti?

    So di dover trovare un probiotico, ma non so assolutamente da dove iniziare. Come ben saprà non ogni probiotico va bene per tutti, alcuni potrebbero funzionare per una persona ed essere completamente inutili per qualcun’altro. Quindi non saprei da quale marca o prodotto cominciare.
    Ho letto che sarebbe meglio iniziare da probiotici polivalenti ma, again, troppa varietà di prodotti.
    Lei cosa consiglia?
    Se ho capito bene le sue marche predilette sono Solgar, AVD, Pegaso e Bromatech. Quali sono i migliori?

    2) Come posso capire se stanno funzionando o no, in modo da provarne uno diverso finchè non trovo quello che fa al caso mio?

    3) La persona che ha creato il prodotto antiparassiti di cui Le parlavo all’inizio consiglia l’assunzione di probiotici durante la pulizia, MA assume lei stessa probiotici tutto l’anno, anche nei periodi in cui NON sta facendo la pulizia, in quanto secondo lei bisogna mantenere la flora intestinale equilibrata durante tutto l’anno.
    Quale probiotico consiglia per un uso costante durante tutto l’anno, per i periodi in cui non starò facendo la pulizia intestinale con il prodotto che le dicevo prima?

    Per riassumere:
    1) Quali sono i migliori probiotici da usare in concomitanza di un prodotto per l’eliminazione dei parassiti?
    Bromatech, Solgar, Pegaso e AVD tutte ugualmente affidabili? Se sì, quali sono i migliori prodotti?
    2) Come posso capire se sta funzionando o no, in modo da passare eventualmente ad un altro?
    3) Quali probiotici sono consigliabili per un uso durante tutto l’anno al di fuori del periodo di pulizia intestinale?

    GRAZIE MILLE DAVVERO!!!!!!
    Questo campo non è ancora molto conosciuto, e non è facile ricevere consigli corretti. Sono giorni che ricerco su Internet da sola…
    Le auguro buona giornata e ancora grazie!

    • Salve. Mi dispiace ma per motivi di tempo non rispondo a richieste così lunghe (come del resto scritto chiaramente sulla home page). In ogni caso si, i Bromatech sono probiotici.

  157. Francesca il said:

    Ah, dimenticavo, potrebbe essere così gentile da consigliare anche un protocollo per la pulizia del fegato?
    Se ha già scritto un articolo ha riguardo può scrivermi il link senza dover riscrivere tutto 🙂
    Ho visto che consiglia diversi prodotti come Epaphit o anche (in commenti dell’anno scorso) Epadx…

    Nel caso di una pulizia intestinale bisogna usare probiotici e integratori minerali e vitaminici per mantenere la flora equilibrata.
    Ma nel caso del fegato, dopo aver trovato un buon prodotto per la disintossicazione, quali eventuali integratori consiglia di assumere per evitare scompensi?

    Grazie ancora per le risposte e per il suo lavoro,
    Francesca

    • Gent.ma Francesca, io consiglio Epaphit, Epadx, Hepaphit, Hepasol, Glutatione o anche sinergie di erbe. Una depurazione è necessaria anche a livello alimentare per portare avanti un fegato in salute evitando o riducendo latte, latticini, fritti ed alcolici. E risolvendo l’eventuale rabbia che surriscalda questo organo così importante. Buon tutto.

    • Salve. Non ho avuto modo di provarli tutti ma di sicuro i primi 5 si, e a mio modesto parere sono molto validi ma ovviamente in situazioni diverse. Gli altri comunque appartengono ad aziende serie e rinomate. Buona serata.

  158. Gentile Susanna,
    sto seguendo una dieta che prevede l’eliminazione di zuccheri, farine bianche e latticini e l’utilizzo abbondante di verdura e di legumi. Per questo motivo mi è comparso un problema intestinale che prima non avevo infatti bastano anche scarse quantità di legumi per causare molta aria nell’intestino e anche dolori. Mi è stato quindi consigliato (non da un naturopata) un ciclo dei tre probiotici enterelle, bifiselle e ramnoselle. Ma le dosi che mi hanno consigliato sono molto diverse da quelle che leggo nel suo protocollo. Mi hanno consigliato Enterelle 4 per 6 giorni, bifiselle 4 per 4 giorni e 2ramoselle+2 bifiselle per 15 giorni. Può dirmi se queste “dosi” vanno bene oppure se è meglio seguire le dosi consigliate da lei? La ringrazio molto per la risposta

    • Salve Manuela. La dose proposta nel mio sito è più bassa del normale in quanto è possibile avvertire disagi durante la pulizia con le dosi normali. Poi il protocollo si può sempre ripetere anche aumentando le dosi. Solitamente però se il problema intestinale è più impegnativo, si può iniziare con le dosi che le hanno consigliato. Viste le problematiche consideri anche gli enzimi per digerire i legumi (Enzylife per esemio) prima dei pasti. Buon tutto.

    • Anche la modalità cambia: solitamente nel protocollo che propongo, scelgo di dare solo un tipo di probiotico al giorno. In casi limite invece anche due. Ma raramente.

  159. Claudio il said:

    Gentile Susanna
    Da diversi anni soffro di una prostatite batterica, escherica coli nel liquido seminale. Ho rinunciato a prendere antibiotici perché malgrado diversi cicli poco dopo il problema ricompariva, e anche perche’ non ho particolari fastidi, a parte una leggera colite. Ho avuto benefici facendo il protocollo Enterelle, Bifiselle, Ramnoselle. Vorrei sapere come fare dei cicli di mantenimento. La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti

    • Buongiorno. Avendo una prostatite, e quindi un’infiammazione cronica, le consiglierei di continuare con Citogenex Bromatech, sempre 1 dopo colazione 1 dopo cena per un paio di mesetti. Poi eventualmente ripeta il protocollo. Ci associ magari il fungo Reishi meraviglioso per la prostata (3 cps al mattino a digiuno, e 3 al pomeriggio a digiuno) per un paio di mesi evitando il più possibile le proteine animali e lo zucchero. Sempre con il consenso del suo medico ovviamente. Buona vita.

  160. LAURA il said:

    Buongiorno Susanna,
    complimenti per la professionalità e la chiarezza espositiva.
    Avrei bisogno di un consiglio: avendo effettuato l’esame delle urine per verificare una eventuale disbiosi, che è stata confermata con valori sia di scatolo che indaco alle stelle, il protocollo da lei proposto (dosaggio e durata) può essere utile o è consigliabile affidarmi ad un naturopata? Se del caso, abitando in Lombardia nella provincia di Monza e Brianza, sarebbe così gentile da indicarmi colleghi di sua fiducia, con suo stessa formazione e approccio terapeutico?
    La ringrazio infinitamente per l’attenzione, dopo anni di “sofferenza” intestinale, sento di aver trovato la strada giusta!!
    Buona giornata.

    • Salve Laura. Sicuramente il protocollo può aiutarla, ma se in concomitanza ci affianca un prodotto per il fegato come Epadx (2 cps alla sera) per almeno un paio di mesi. Essere seguita da un naturopata sarebbe meglio. Per i nomi nessun problema: glieli mando via mail. Buon tutto.

  161. Delia il said:

    Gentilissima Susanna, ho 47 anni e da anni soffro di gastrite e colite con episodi di diarrea e gas intestinali.
    Sono intollerante al lattosio, ho eliminato il latte, pomodori, aceto e carne rossa.
    A settembre ho seguito il protocollo di pulizia intestinale.
    Soffro sempre di infiammazione vaginale., di continui raffreddori e tosse. Ho letto che Aflugenex, citogenex e immunity assist sono di aiuto per il sistema immunitario. Cosa mi consiglia?
    Grazie

    • Sicuramente le consiglio di essere seguita da un naturopata che la possa vedere di persona e sentire la sua storia. C’è probabilmente una bella infiammazione interna con annessa acidosi (del corpo). Evitare tutte le proteine animali (latte e latticini assolutamente), le salse, i carboidrati raffinati, il glutine (essenziale), zucchero e dolcificanti vari. Integri con Alcaloxymed per un mesetto assieme ad Acronelle (1 dopo colazione e 1 dopo cena) e Pylorex Bromatech (1 prima di colazione 1 prima di cena). Immunity assist va bene ma se prima non pulisce l’intestino dove risiede buona parte del sistema immunitario, è inevitabile che elimini le tossine attraverso l’apparato respiratorio. E trovi un bravo naturopata che la segua (chiami la federazione naturopati FNNHP 0121.901438, tranne il giovedì, per avere dei nomi). Buon lavoro.

  162. sabrina il said:

    è possibile avere anche io i nomi di colleghi di sua fiducia, con suo stessa formazione e approccio terapeutico?che sono in provincia Monza e Brianza ? Grazie.

  163. Chiara il said:

    Salve, ho 33 anni e soffro di reflusso e gastralgia con dolore retro sternale e a volte anche raucedine. Cosa mi consiglia di fare? È necessario fare il protocollo di pulizia o si puo passare direttamente a prodotti piu specifici? Grazie, lei è bravissima.

  164. Delia il said:

    Grazie per la sua risposta.
    Le volevo dire che a settembre ho seguito il suo post e ho fatto la pulizia intestinale..evidentemente non è stato abbastanza e come dice lei avrò una forte infiammazione interna.
    Io abito a Frosinone, è possibile sapere il nome di un bravo naturopata vicino casa.
    La ringrazio infinitamente.

    • Gent.ma Delia, inizi comunque con Acronelle Bromatech per l’infiammazione, 1 dopo ogni pasto. Per il nome le consiglio di contattare la Federazione Nazionale Naturopati Professionisti FNNHP al 0121.901.438 (tranne il giovedì). Buon tutto

  165. Daniela il said:

    Buongiorno Susanna,
    Da un paio di anni esegue due volte l’anno il protocollo da lei consigliato e mi trovo molto bene. Lo faccio seguire anche ai miei bimbi con successo, in quanto ritengo sia un ottimo strumento di prevenzione per l’inverno. Ora i bambini devono fare una cura antibiotica perché hanno preso lo streptococco: durante la cura vorrei dargli dei fermenti/probiotici quali mi consiglierebbe? Inoltre sarebbe opportuno rifare la pulizia al termine della cura antibiotica? Grazie mille, i suoi consigli sono molto utili. Daniela

    • Salve Daniela. Sono felice che si trovi bene con i miei consigli. Durante l’antibiotico può prendere Enterelle, poi (come giustamente propone) potrebbe rifare il protocollo di pulizia intestinale. Buon tutto.

  166. Gecchi il said:

    Buongiorno e buon Natale D.ssa. Sono Gecchi da Palermo e gradirei un chiarimento sul protocollo pulizia intestinale:
    1) le dice di Mettere in un bicchiere circa 30 gocce di una tintura madre o estratto fluido. Ma qual è?
    2) Al 4° passo, dopo aver terminato il protocollo Bifiselle e Ramnoselle, necessita un mantenimento nel tempo o sono sufficienti i 7 o 10 giorni previsti?

    • Buongiorno e Buon Natale, anche se in ritardo 🙂
      1) Come indicato nell’articolo va bene quella di Echinacea o di Camomilla – 2) Il mantenimento lo si può fare con altri probiotici, indicati per il proprio intestino (e qui ci vuole un consulto con un naturopata o un medico che conosca l’argomento). Uno buono per tutti è certamente Serobioma Bromatech, 1 dopo colazione e 1 dopo cena per un paio di mesi. Buona vita.

  167. Sofia il said:

    Buongiorno,
    ho letto con interesse il suo articolo, soffro di stipsi ostinata, il mio intestino non tollera lassativi, in questi 2 anni, probabilmente a causa di un periodo di fortissimo stress, ho iniziato ad avere problemi di gastrite, reflusso, difficoltà digestive, meteorismo fortissimo (di tipo fermentativo) e dolori all’intestino, emorroidi di II grado.
    Ho fatto mille visite e controlli ma non è risultato nulla di grave se non un problema di stipsi dovuta ad un transito rallentato nell’ultima parte dell’intestino/ano e gastrite.
    Sono astemia e da mesi non mangio latticini, carboidrati, solo carne e pesce, verdura poco fibrosa (il mio intestino mal sooporta le fbre, mi gonfio subito) e frutta lontano dai pasti, bevo molto.
    Ora vorrei iniziare il protoccolo per la pulizia intestinale ma poi ho letto il protollo per la stispsi e non so da dove iniziare, posso eventuale iniziare il protocollo per la pulizia abbinando l’Acronelle? E lo xantonet?
    Pensa che il Pilorex potrebbe aiutare il mio stomaco?
    Grazie mille e complimenti per il suo blog.

    • Gent.ma Sofia, nel suo caso prenderei in considerazione l’aspetto emotivo della stipsi, visto che medici ed esami non hanno trovato nulla che la spieghi, e soprattutto in considerazione del fatto che mi parla di stress. Lo stress esiste, è presente nelle nostre vite, ma con le mille tecniche a disposizione al giorno d’oggi siamo in grado di ridurlo o perlomeno gestirlo. Provi ad esempio il Pineal Tens una bustina al mattino e una alla sera. Le consiglierei di iniziare con il protocollo della stipsi e poi provare il protocollo intestinale. Il Pylorex lo trovo eccezionale; lo provi anche in contemporanea, prendendolo prima di 2 pasti a scelta. Buon lavoro.

      • Sofia il said:

        Buon giorno Susanna,
        stavo per iniziare il protocollo per la stipsi come da lei consigliato che prevede di iniziare con Acronelle+Bifiselle ecc…. però mi riconosco in molti dei sintomi relativi ad una candida, mi sono ricordata che a settembre la ginecologa mi aveva prescitto degli ovuli (il papa test aveva rilevato presenza di batteri) e dagli esami esami del sangue la calprotectina era a 150 ed inoltre risultava una carenza di vitamine b12 ed acido folico.
        Ho letto che in questo caso lei consiglia di utilizzare l’enterelle, quindi potrei prendere acronelle+enterelle e poi passare a bifiselle ecc…. se si in quali dosaggi? E per quanto tempo?
        Un’ultima cosa, devo sempre assumere del magnesio supremo e dell’olio di lino per aiutarmi con la stipsi (alltrimenti mi blocco, ho già provato con lo psyllio ma mi crea aria) devo sospenderli durante la cura?
        Oltre il pilorex per la mia gastrite con reflusso come da lei consigliato potrei aggiungere l’alkaloximed?
        Scusi per tutte queste domande ma tutti i miei problemi mi stanno creando forte ansia, sono due anni che non riesco a mangiare e sto sempre male, sono dimagrita tantissimo e non vedo l’ora di tornare a stare bene.
        Grazie

        • Gent.ma Sofia: perché non inizia subito con il protocollo della pulizia dalla candida intestinale? Provi a leggere l’articolo e veda se si ritrova.
          Se il magnesio supremo la aiuta, continui pure, ma è necessario che capisca al più presto il perché di questa stipsi, facendo magari aiutare da un terapeuta competente. Il Pylorex con l’Alkaloxymed va benissimo per la gastrite, ma anche qui sarebbe il caso di capirne le origini.
          Proprio per questo le consiglio vivamente di contattare un consulente di Metamedicina per lavorare su questo mal stare che continua da anni. Buon tutto.

  168. Donata il said:

    Buongiorno Dott.ssa
    le chiedo un consiglio per la mia mamma 83 enne che ha sempre problemi di intestino,gonfiore ecc.Quest’anno poi ha avuto il cosidetto fuoco di sant’antonio e a seguire una cistite importante che l’hanno molto debilitata.Pensavo ad una pulizia intestinale con i prodotti della Bromotech, cosa ne pensa?
    Ringraziandola le auguro un sereno anno nuovo.

    • Gent.ma Donata, per prima cosa ci tengo a precisare che non sono medico ma naturopata.
      Per sua mamma va benissimo il protocollo per l’intestino ma seguito dal probiotico Citogenex Bromatech (1dopo colazione e 1 dopo cena) per un paio di mesi). Personalmente aggiungerei sin dall’inizio l’aminoacido Lisina (quello della Solgar ad esempio) evitando alimenti come frutta secca, arachidi, cioccolato, formaggi fermentati. Buon lavoro.

  169. Silvano il said:

    Gentilissima Susanna,
    anzitutto auguri per un nuovo anno ricco di gioia e serenità; volevo chiederle questo: quasi ogni mattina mi sveglio con tanta tanta flatulenza che pian piano va diminuendo verso la tarda mattinata. Che cosa potrei utilizzare? Io sto utilizzando acronelle una compressa dopo pranzo ed una dopo cena. Potrei anche prendere il pineal teans per combattere un po’ lo stress quotidiano che potrebbe accentuare, forse, questo genere di disturbi? In attesa di un gentile riscontro, porgo cordiali saluti.

    • Buongiorno. Per la flatulenza le conviene fare il protocollo intestinale eventualmente inserendo Acronelle 2 dopo il pranzo. Però è essenziale che riduca/elimini in questo periodo latte, latticini, zucchero, carboidrati raffinati, aceto, alcolici. In ogni caso, se la flatulenza è odorosa le sarà di maggiore giovamento Bifiselle, se invece è prevalentemente rumorosa, allora le sarà più utile maggiormente Ramnoselle. Pineal Tens poterbbe essere collegato, ma credo sia più una questione alimentare. Buon lavoro.

  170. Cristiana il said:

    Buonasera Susanna, vorrei seguire il suo programma di pulizia intestinale ma quando sono andata in erboristeria x comprare la soluzione madre e il tea tree l’erborista mi ha messo dei dubbi. Mi ha detto che la soluzione madre di echinacea e di camomilla hanno effetti molto diversi tra loro e devo essere più precisa su quale voglio, e poi mi ha detto che il tea tree è molto corrosivo e se sono sicura di volerlo prendere soprattutto a stomaco vuoto. Lei sarebbe così gentile da chiarirmi questi dubbi. Grazie buona continuazione Cristiana

    • Gent.ma Cristiana, la tintura madre ha come unico scopo il veicolare il Tea tree. Entrambi sono di aiuto (in maniera diversa) per il sistema immunitario che ha sede all’80% nell’intestino. La tintura madre non viene presa per il suo aspetto terapeutico ma ripeto, per veicolare l’olio: quindi meglio scegliere una tintura che sia inerente all’intestino. Per quanto riguarda il Tea tree, viene usato con successo in moltissime preparazioni naturali e non è assolutamente corrosivo (non è nemmeno dermocaustico… ), altrimenti non lo si userebbe per disinfettare le ferite (persino dei bambini); quindi il suo erborista (a mio avviso) è un po’ carente sugli oli essenziali. E’ controindicato, come tutti gli oli essenziali del resto, come uso interno in caso di gastrite: il fatto che lei soffra di bruciori fa pensare infatti ad una gastrite, quindi meglio evitare. Ma questo è stato scritto nell’articolo. Quindi proceda direttamente con il secondo passo. Buon tutto.

  171. Angela il said:

    Buongiorno,
    mi sto avvicinando ora a questo approccio che ritengo molto interessante. Avrei piacere di chiederle dei pareri riguardo due punti che non riesco a risolvere:
    1) mia figlia di 3 anni da sempre in cura da un omeopata e da un osteopata per apnee notturne dovute a tonsille ingrossate e (da ciò che mi dicono) da struttura delle cavità piccole (dovute anche alla modalità del parto). Trovo giovamento da tali cure, ma basta un po’ di raffreddore e le apnee si ripresentano. Inoltre lamenta (sempre più spesso) dolore al ginocchio (a volte il destro a volte il sinistro), inizialmente solo prima di addormentarsi, poi nei risvegli notturni e solo una volta al mattino. Tutti mi parlano di dolori della crescita, ma non mi basta più.. può essere correlato all’intestino? La bimba va di corpo da sempre un giorno sì e uno no.. sarà forse che non va bene questo?
    2) ha qualcosa da dirmi o consigliarmi sul mio problema delle “gambe senza riposo” (quella smania che non permette di mantenere la stessa posizione per più di 3 secondi!!) su questo sono senza speranze! il tutto si è aggravato durante la gravidanza (periodo in cui raggiunse anche le braccia).

    Voglio solo precisare che la bimba non assume latticini e carne pochissime volte alla settimana. Come cereali uso solo pasta e riso (poco). Pasta di grani antichi, sperando abbia meno glutine.
    Se mi saprà dare qualche luce la ringrazio già di tutto cuore…e complimenti!!!

    • Gent.ma Angela, ovviamente mi è difficile darle dei consigli validi senza vedere le persone, ma indicativamente mi verrebbe da dirle che secondo il mio modesto parere, il problema della bambina è probabilmente basato sulla non evacuazione delle scorie, che a lungo andare rimangono acide creando dolori e intasamenti da altre parti del corpo. Provi a farle fare il protocollo di pulizia intestinale e prenda spunto dall’articolo sulla stipsi che ho scritto tempo fa su un prodotto da affiancarle per un periodo per sbloccare la situazione. Potrebbe prima di tutto farle fare anche il test del ph delle urine, con le strisce della Named, dalle 15 alle 19: deve essere superiore a 6.5. Chieda comunque anche aiuto al suo omeopata per il problema della stipsi. Anche un aiuto da un floriterapeuta sarebbe una buona idea.
      Per il discorso delle gambe senza riposo sarebbe il caso di considerare la presenza di parassiti intestinali. A breve farò un articolo in merito. Buon tutto

    • Gent.ma Angela, ovviamente mi è difficile darle dei consigli validi senza vedere le persone, ma indicativamente mi verrebbe da dirle che secondo il mio modesto parere, il problema della bambina è probabilmente basato sulla non evacuazione delle scorie, che a lungo andare rimangono acide creando dolori e intasamenti da altre parti del corpo. Provi a farle fare il protocollo di pulizia intestinale e prenda spunto dall’articolo sulla stipsi che ho scritto tempo fa su un prodotto da affiancarle per un periodo per sbloccare la situazione. Potrebbe prima di tutto farle fare anche il test del ph delle urine, con le strisce della Named, dalle 15 alle 19: deve essere superiore a 6.5. Chieda comunque anche aiuto al suo omeopata per il problema della stipsi. Anche un aiuto da un floriterapeuta sarebbe una buona idea. Buon tutto

  172. Angela il said:

    Ragade da più di 1 anno, 2 polipi sentinella, stenosi anale.Feci caprine o gessose asciutte. Dovrò subire il 3° intervento per quanto sopra, come prepararmi al meglio prima e dopo l’intervento per avere spinta efficace e f morbide e lubrificate?
    Possibile avere nominativo di colleghi di sua fiducia per hinterland nord Milano o Monza Brianza?
    Grazie.

    • Sicuramente fare il protocollo, ma con cautela, prestando attenzione alle reazioni del suo corpo. Cambiare sicuramente alimentazione evitando alimenti animali, alcolici, zucchero e se possibile glutine. Bere molta acqua (altrimenti le feci resteranno secche) e integrare con agar agar per l’evacuazione (veda il mio articolo corrispondente). In privato le mando dei nomi. Buon tutto.

  173. fiorenza il said:

    Buongiorno Dott.ssa
    Mi è stata consigliato per la pulizia intestinale di assumerre 1cp. di Enterelle, 1 di Ramnoselle e 1 di Bifiselle dopo colazione e stessa dose dopo cena.
    Ho 67 anni, addome moto pronunciato, in sovrappeso(155 cm per 74kg) ipotiroidea (Tiroide bruciata da Radioterapia per Tumore al seno 6 anni fa9. Fegato steatosico (astemia) asmatica.
    Va bene la posologia? Il dubbio mi è sorto leggendo i suoi articoli che personalmente trovo molto professionali e interessanti dove il dosaggio giornaliero è diverso.
    Abito a Genova, può consigliarmi dove rivolgermi per avere il nominativo di un SERIO naturopata.
    La ringrazio
    Fiorenza

    • Buongiorno. Mi sembra strano che diano assieme i 3 probiotici visto che sono antagonisti tra di loro e lottano per il territorio. Personalmente le consiglierei si seguire il protocollo che propongo, assieme ad una alimentazione ipotossica che escluda sicuramente gli alimenti animali (se non altro per gli ormoni che contengono vista la sua storia di tumore al seno). Confiderei anche una bella pulizia del fegato ma comunque sarebbe molto meglio avere un naturopata che la segua. Provi a contattare la Federazione Nazionale Naturopati Professionisti FNNHP al 0121.901.438 (tranne il giovedì) chiedendo un naturopata con formazione Rudy Lanza. Buona vita.

  174. Alessandra il said:

    Buongiorno, ho letto l’articolo ed io sono in cura da una biologa nutrizionista che mi ha consigliato questo protocollo. Io ho iniziato però assumendo le gocce (che devo prendere per 10gg) contemporaneamente ad Enterelle che devo assumere per 6gg dopo devo seguire con Bifiselle per 7gg e poi con Ramnoselle per 7gg.
    Mi chiedevo se è meglio assumere le gocce da sole e poi i fermenti o è indifferente. Grazie saluti Alessandra

    • In realtà non c’è molta differenza, l’essenziale è che le gocce di Tea tree siano prese almeno un paio di ore lontano dai probiotici altrimenti si corre il rischio di disattivarli. Buon tutto.

  175. Silvano il said:

    Buongiorno Susanna,

    volevo ringraziarla per gli ottimi consigli che ogni giorno ci offre; volevo chiederle quanto segue: ho fatto con successo il protocollo di pulizia intestinale da lei proposto….ora volevo sapere questo: soffro di colite con tanta tanta aria nella pancia (alterno aria rumorosa e non rumorosa) con muco nelle feci….sto assumendo acronelle una dopo pranzo ed una dopo cena ed epaphit 1 prima di dormire ma ancora non vedo significativi miglioramenti: cosa posso aggiungere a quanto assumo?….bifiselle oppure ramnoselle oppure enterelle ?….qual’è il più indicato per la mia problematica?. La ringrazio molto e le auguro una serena giornata ed un buon lavoro.

    • Buongiorno Silvano. Evidentemente la sua situazione è un po’ diversa dalle altre. Mi viene da pensare che l’alimentazione non vada bene: quindi proverei a togliere prima latte e latticini, e poi carni rosse, zucchero, glutine, lievito aceto ed alcolici. Togliendo in progressione questi alimenti a distanza di alcuni giorni, dovrebbe vedere quando il suo intestino starà un po’ meglio (continuando con Acronelle). Un altra possibilità è che sia presente una candida intestinale (provi a visionare i diversi articoli che ho scritto). Le consiglierei anche un bravo naturopata della sua zona. Grazie per gli auguri che giro anche a lei.

  176. mary il said:

    Salve
    vorrei chiederle una cosa, dopo lavaggio colon idrocolonterapia, la dottoressa mi ha prescritto ENTERELLE in bustine (molto difficili da trovare…vanno bene in sostituto anche le capsule?) da seguire con queste modalità 1 bustina al giorno…per 3 mesi! Non è troppo esagerato 3 mesi?? Ho letto che massimo deve esser utilizzato per pochi giorni o mi sbaglio? Grazie mille

    • In teoria si, visto che è un pulitore di fondo. Ma forse la sua dottoressa ha visto la necessità di farlo così a lungo (non so la sua storia a monte dell’idrocolonterapia e quindi non posso esprimermi). Se non ha mai avuto grossi problemi intestinali infatti non ha senso: chieda infomrazioni. Mai saputo che Enterelle era anche in bustine 🙂

      • mary il said:

        Grazie, non avevo grandi problematiche, diciamo che è stato fatto per un miglioramento generale di salute (dermatite, stanchezza), durante il lavaggio ha constatato molta aria (gas intestinale) per il resto era pulito, mi ha detto che ora bisogna colonizzare l’intestino di batteri buoni per quello mi ha prescritto enterelle, a dir la verità non mi è sembrata molto informata su diversi argomenti che mi hanno lasciata un pò perplessa e non affatta sicura di doverci tornare….. mi ha detto inoltre che hanno iniziato a farlo da questo mese ….l’idrocolon…guardi, mi darebbe il nome di un fermento lattico utile ala colonizzazione dei batteri buoni (che di solito si consiglia dopo idro-colon) e che durata nell’assunzione? Nel frattempo quante ne devo prendere di capsule di enterelle? Grazie mille

        • Le ho dato in altra sede il nome del probiotico con cui continuare, ma le consiglio di informarsi su AmiColon della Naturalpoint che esegue una pulizia veramente profonda e (secondo me) più efficace e meno traumatica dell’idrocolonterapia. Buon tutto.

      • mary il said:

        Mi è stato detto che enterelle mi servirà per ripristinare la flora batterica.
        Considerando che ho avuto diverse perplessità difronte a quello che mi diceva la dottoressa non ritornerò piu da lei.
        Potrebbe dirmi per cortesia che fermenti riequilibrano la flora batterica nel mio caso? E con che posologia e durata? Grazie

        • Diciamo che Enterelle pulisce da batteri patogeni e da lieviti (candida): potrebbe comunque fare 6 giorni di Enterelle (se non li ha già fatti). E poi continuare con una scatola di Bifiselle e una di Ramnoselle. Infine, se vuole, può continuare per un paio di mesi con Serobioma Bromatech per rinforzare le mucose intestinali. Buon lavoro.

  177. Roberto il said:

    Buongiorno susanna,
    volevo chiederle gentilmente un consiglio: sto assumendo, come alcalinizzante, Alkaloximed da una decina di giorni trovandomi molto bene: posso continuare per periodi prolungati oppure la composizione può essere pesanti per reni e pressione visto il sodio?
    Grazie mille, buona giornata e buon lavoro.

    • Buonfiorno Roberto. Qualunque alcalinizzante andrebbe preso per un periodo determinato di tempo: questo per capire (e risolvere) il perché di questa acidosi del corpo (alimentazione, stress, medicinali, eccetera). Alkaloximed comunque contiene sodio citrato che è molto meglio del sodio bicarbonato. Quindi al massimo per paio di settimane, e poi eventualmente una settima al mese di mantenimento (ma sempre previo consenso medico). In alternativa potrebbe usare i sali di Schussler (Complesso M della NewEra. 4 granuletti per 3 volte al giorno sotto la lingua a digiuno). Buon tutto.

  178. Gecchi il said:

    D.ssa Susanna buonasera. Sono Gecchi da Palermo e non ho grossi problemi ma, vedendo il programma televisivo del dr. Luciano Lozio, sono sicuramente in disbiosi. Ultimamente avevo letto il suo programma per la pulizia intestinale di fare, in progressione, 6, 6 e 6 giorni rispettivamente di Enterelle, Bifiselle e Ramnoselle. Oggi per puro caso, perché sto per iniziare il protocollo in questione, mi accorgo nel rileggere che devo fare distintamente 15, 15 e 15 giorni. Le Posso chiederle del perché? sono confuso del suo cambiamento.

    • Buonasera. Se legge il vecchio post noterà che scrivevo comunque di continuare i probiotici finchè non si finiva la scatola e succedeva quindi di prendere assieme due probiotici diversi. Avendo i probiotici descritti 30 capsule, e prendendone 2 al giorno, un altro metodo è quello di prenderli come descritto nell’aggiornamento dell’articolo. Trovo sia più semplice come comprensione in quanto in molti mi hanno scritto privatamente per chiedere delucidazioni. Buon tutto.

  179. Donata il said:

    Buongiorno,
    sto seguendo il protocollo di pulizia intestinale e sono arrivata alla fine del ciclo con Bifiselle. Dovrei incominciare stasera con Adomelle. Mentre Enterelle non mi ha dato alcun problema, con Bifiselle ho avuto diverse scariche diarroiche. Come se la pulizia che doveva fare Enterelle fosse stata demandata a Bifiselle. Le è capitato qualche caso del genere? Grazie mille e complimenti per la sua chiarezza espositiva! Cordiali saluti

    • Buongiorno. Bifiselle ha la capacità di velocizzare il transito, quindi potrebbe essere che il suo problema sia dato da eccessiva fermentazione intestinale. Prosegua con Ramnoselle magari anche per due scatole, evitando alimenti fermentati o che producono fermentazione come lievito, alcolici, aceto, zucchero, miele, malto, frutta. Buona vita.

      • Donata il said:

        Grazie per la risposta! Nel frattempo la situazione si è stabilizzata e non ho più avuto problemi… Grazie mille ancora e buona vita anche a lei. Donata

  180. jenny il said:

    gentile dottoressa,
    vorrei chiederle se il prodotto seribioma può essere preso anche se sto facendo una cura con xanax, inoltre ho una leggera ipertensione se esistono dei prodotti naturali per curarla senza ora dover ricorrere a prodotti farmaceitici
    grazie in anticipo cordiali saluti

    • Gent.ma Jenny, i probiotici non hanno alcuna controindicazione, ma in caso di farmaci consiglio di chiedere sempre al proprio medico. Certo che esistono rimedi naturali per l’ipertensione, ma prendendo già un medicinale, le consiglio piuttosto di affidarsi ad un bravo naturopata per valutare appieno la sua situazione. Buon tutto.

  181. Chiara il said:

    Salve, sono allergica al Nikel e al lattosio, posso fare il protocollo? Considerando che non ho il ciclo da 2 anni (28 anni) esami tiroidei ok , LH progesterone e estradiolo bassi, l unico rimedio proposto è la pillola che mi rifiuto di prendere. Potrei aggiungere al protocollo qualche altro prodotto per poi iniziare un programma nutrizionale da un bioterapista per stimolare l ovulaziono con gli alimenti e tenere sotto controllo questa allergia?
    La ringrazio, lei è fantastica.

    • Buongiorno Chiara. Il protocollo va benissimo per chi è intollerante al lattosio e/o ha un eccesso di Nikel. Anzi, direi che è perfetto, magari associato alla pulizia del fegato, con Epadx per esempio, 2 cps alla sera per almeno 2-3 mesi. Poi potrebbe anche pensare di chelare questo Nilkel in eccesso.
      Per quanto riguarda il ciclo dovrebbe assolutamente prendere la vit. E (E400 naturalpoint) almeno 2 opercoli al giorno per un paio di mesi (per 6 giorni la settimana, facendo pausa il 7° giorno), integrare con olio di lino (2-3 cucchiai al giorno), dimenticare latte e latticini (producono muco che spesso si deposita nelle ovaie ma soprattutto sono zeppi ormoni femminili). Non è da stimolare l’ovulazione secondo il mio modesto parere, ma di sorreggere l’apparato genitale (a causa forse di errata alimentazione?). Grazie per i complimenti 🙂

  182. chiara il said:

    Salve, ho 28 anni le volevo chiedere se il protocollo puo essere fatto da chi soffre di intolleranza al Nickel e lattosio?? Inoltre considerando il fatto che non ho il ciclo da 2 anni C e qualche altro prodotto per bilanciare il sistema gastroenterico e uro genitale? la mie idea era di andare poi da un bioterapista nutrizionale per curare questo disturbo con il cibo in quanto la pillola non la voglio prendere.
    la ringrazio sentitamente, lei è fantastica.

    • Ho risposto ad alcune domande in un altro suo post. Il fatto che il ciclo manchi da 2 anni è da ricercare secondo me anche in un impatto emotivo vissuto magari senza nemmeno rendersene conto. Potrebbe farsi aiutare da un consulente di Metamedicina per risalire al momento in cui è sorto il blocco dell’ovulazione. Vada sul sito: http://it.metamedecine.com/ e cerchi un aiuto concreto nella sua zona. Ci sono comunque consulenti che lavorano anche via Skype. Buona vita.

  183. mary il said:

    Grazie per i consigli!
    Mi darebbe il nome di quel prodotto efficace per l’eliminazione di piu vermi intestinali possibili? Grazie

    • Salve. Sto ultimando l’articolo sui parassiti intestinali. Lo pubblico a giorni sulla pagina principale così potrà trovare quello che cerca. Buona pulizia.

  184. Roberta il said:

    Gent.ma Susanna, vorrei far seguire il protocollo a mio figlio di 14 anni che soffre di acne pustolosa. Ha provato tempo fa ad assumere Ramnoselle ma non riesce ad inghiottire le capsule. Come assumerle in alternativa senza comprometterne l’efficacia? Si possono aprire, si mescolano in acqua o altra bevanda?
    Grazie molte e un cordiale saluto.

  185. FRANCO il said:

    GENT.MA SUSANNA, ESEGUO PERIODICAMENTE (3 VOLTE L’ANNO) CICLI ENTERELLE/BIFISELLE/RAMNOSELLE (1SETTIMANA CIASCUNO 2 COMPRESSE AL GIORNO DOPO I PASTI) SOFFRO DI POLIPOSI INTESTINALE E NASALE( RINOPATIA MISTA LIEVEMENTE ALLERGICA NARNE NARMA) VORREI FARE CICLI CITOGENEX 2 MESI 2 VOLTE L’ANNO AI CAMBI DI STAGIONE PENSA POSSA ANDARE BENE CONSIDERANDO CHE HO ANCHE MALATTIA AUTOIMMUNE PRECISAMENTE TIROIDITE HASHIMOTO? GRAZIE MILLE PER LA RISPOSTA BUON LAVORO!!!

    • Gent.mo Franco, il Citogenex va benissimo, in quanto lo si usa anche nelle malattie autoimmuni. Al posto suo considererei inoltre di eliminare completamente il glutine e le solanacee in quanto direttamente interessate alla tiroidite di H. e probabilmente anche ai suoi problemi intestinali. A questo aggiungerei un drenaggio periodico del fegato vista la tendenza allergica. Buona vita.

  186. Stefania il said:

    Buongiorno, negli ultimi due anni soffro spesso di cistite e di recidive (anche dopo un rapporto) e questo mi sta molto destabilizzando , ho preso di tutto a livello naturale e ora ho cominciato da una settimana con Enterelle 2 al giorno, come dovrei proseguire per alleviare al mio problema ? Grazie e un cordiale saluto.

    • Salve. il protocollo con cambio di alimentazione va benissimo per iniziare ma con la cistite c’è sempre qualcosa di emotivo alla base: infatti solitamente segnala una rabbia per mancanza di territorio. Dovrebbe risalire a quando è iniziata la prima volta e cercare di capirne il messaggio, magari con l’aiuto di uno psicologo o con un consulente di Metamedicina (che lavora anche con la psicosomatica): http://it.metamedecine.com/consulenti/
      Provi nel frattempo Mountain Devil assieme a Self Confidence (entrambi Bush Flower), 7 gocce cadauno al mattino e 7 alla sera. Buon lavoro.

  187. Gecchi il said:

    Susanna buongiorno. Ti scrivo da Palermo per mia figlia (23,vegana da due anni). É affetta da cisti seborroica (quando si manifestano raggiungono grosse dimensioni preoccupanti) Da onnivora erano frequenti ma da quando è vegana si presenta di rado, però quando si manifesta é bruttissimo. Cosa mi suggerisci fare? Grazie e cordiali saluti.

    • Salve. Molto probabilmente la figlia sta eliminando tossine di vecchia data e quindi sarebbe necessario drenare il fegato (Epadx Avd 2 cps alla sera) per almeno un 3 – 4 mesi oltre a bagnare le cisti con l’amaro svedese:
      http://metamedicina.altervista.org/cisti-o-lipomi/
      Non escluderei assolutamente l’impatto emotivo: come si sente questa ragazza con le cisti? Si vergogna? Si sente imperfetta? E li lavorare con Metamedicina o psicologia.
      Ci aggiungerei anche il protocollo di pulizia intestinale. Buon lavoro.

    • Salve. Molto probabilmente la figlia sta eliminando tossine di vecchia data e quindi sarebbe necessario drenare il fegato (Epadx Avd 2 cps alla sera) per almeno un 3 – 4 mesi oltre a bagnare le cisti con l’amaro svedese:
      http://metamedicina.altervista.org/cisti-o-lipomi/
      Non escluderei assolutamente l’impatto emotivo: come si sente questa ragazza con le cisti? Si vergona? Si sente imperfetta? E li lavorare con Metamedicina o psicologia.
      Ci aggiungerei anche il protocollo di pulizia intestinale. Buon lavoro.

  188. Federica il said:

    Gentile Susanna, grazie per i suoi utili consigli, che già in passato mi hanno molto aiutata. Ora mi permetto di chiederle un consiglio riguardo la gestione dell’amoxicillina. La devo somministrare al mio bimbo di 6 anni per infezione da streptococco. La pediatra mi ha prescritto in associazione 5 gocce di lactobacillus reuters a digiuno e lontano dall’antibiotico. In passato questo fermento, a quanto pare molto consigliato dai pediatri, ho notato che “intoppava” mio figlio che riprendeva ad andare di corpo quando glielo sospendevo. Per stringere, considerata la sua particolare competenza in materia, le chiedo se quello è l’unico fermento da usare per contrastare i disastri dell’antibiotico, e se davvero ha un’efficacia maggiore se preso a digiuno, io sono in difficoltà a capire quando darglielo, mio figlio è a digiuno la mattina, ma se gli devo somministrare alle 8 l’antibiotico come può essere lontano dal fermento, E’ sufficnete un’ora? Alle 7 il fermento, alle 8 l’antibiotico?. Per finire, in farmacia mi hanno venduto un boccettino che non era stato in frigo e anche nella confezione non c’è scritto che deve starci, ma io ricordo che quando glielo davo da piccolissimo (era in effetti un’altra marca) ma il frigo c’era. Grazie in anticipo. Federica

    • Salve. Non conosco il prodotto di cui mi parla per cui non posso aiutarla.. In caso di antibiotico personalmente consiglio Enterelle Bromatech (1 cps dopo colazione e 1 dopo cena) oppure AxiBoulardi junior Pegaso (le indicazioni sono sul vasetto). Il primo va tenuto in frigo, per il secondo non viene richiesto. Buona guarigione.

  189. simone il said:

    Buongiorno
    dopo una terapia antibiotica con Zytromax (3gg) che mi provocava diarrea ogni sera dopo assunzione.
    Al termine ho cominciato ad assumere Enterelle (2cps x die dopo pasti) 1 scatola, quindi sono passato a Bifiselle (2cps x die dopo i pasti) ma la sera ho crampi addominali con feci chiare e molto morbide e soprattutto abbondanti ed all’inizio dell’evacuazione duro fatica mentre durante il giorno non evacuo o poco.
    Faccio presente che soffro di colite e che non sono stitico, anzi.
    Che mi consiglia? di proseguire con Bifiselle e poi con Ramnoselle per il classico protocollo che avevo già fatto ad Ottobre us?
    Oppure interrompere e fare niente.
    A Novembre avevo assunto Citogenex per 15 gg.
    Avrei poi intenzione di ripetere il protocollo a Primavera (di solito lo faccio 2 volte x anno, Autunno e Primavera).
    Grazie e buon lavoro
    Simone

    • Salve. Forse le conviene prendere concludere la pulizia solo con Ramnoselle ed eventualmente assieme ad Acronelle 1 dopo pranzo. Finiti i 15 giorni prenda il Serobioma Bromatech 1 dopo colazione 1 dopo cena per un paio di settimane per riparare la mucosa. Il citogenex è ottimo, lo ripeta anche come prevenzione. Buon tutto.

  190. Gloria il said:

    Ciao Susanna! Grazie come sempre per tutti i tuoi consigli! Vorrei chiedere per quanto tempo si mantengono in frigo Ramnoselle e Bifiselle! Enterelle ha capsule “separate” e quindi credo non ci siamo problemi; ma gli altri due barattolini hanno capsule che vengono a contatto con l esterno una volta aperte ( essendo demtro un barattolino). Ce li ho aperti da Ottobre (dono tutti in frigo) e vorrei darli a mio figlio che ha un po di diarrea! Grazie come sempre

    • Salve. Indicativamente i probiotici dovrebbero essere efficaci fino alla data di scadenza. Però so che funzionano (anche se un po’ meno) anche dopo. Ovviamente non anni dopo 🙂

  191. Cristina il said:

    Buonasera Susanna, soffro da tantissimi anni di stitichezza ostinata ed ormai cronica . Le fibre mi provocando dei blocchi intestinali difficili da risolvere quindi utilizzo giornalmente prodotti che agiscono per osmosi (lattulosio) . La mia farmacista mi ha consigliato Bifiselle , vorrei sapere se mi può aiutare per quanto riguarda la stitichezza, tenendo conto che soffro anche di gastrite ed ernia iatale.
    Grazie
    Cristina

    • Salve. Personalmente io lavorerei prima sullo stomaco, visto che tutto quello che arriva nell’intestino passa prima per questo organo. Quindi potrebbe prendere Pylorex Bromatech 1 prima di colazione e 1 prima di cena, assieme a Micoteraphy Gastro Avd, 2 a metà mattina e 2 metà pomeriggio(meglio con vit. C). Per almeno un mese. Poi passerei alla stipsi. Il lattulosio va bene, ma sarebbe da capire perchè c’è questa stitichezza: eccessivo autocontrollo? Rabbia trattenuta che fa produrre bile densa? Carenza di magnesio? Ad esempio Bifiselle può andare bene ma affiancato ad un magnesio, come il Magnesio Supremo Naturalpoint (1 cucchiaino in acqua bollente, bere caldo/tiepido due volte al giorno). Oltre a questo cercherei un aiuto da una persona che le sappia consigliare un percorso con i fiori, di Bach o Australiani, per risolvere il problema anche a livello emotivo. Buon lavoro.

  192. sabrina il said:

    Buonasera dottoressa volevo avere un informazione! mia mamma assume periodicamente il prodotto RAMNOSELLE perchè utile per diverticolosi però in questo momento che ha avuto tosse e un pò di febbre che le ha lasciato molta stanchezza anche fisica non riusciamo a capire se in questi casi meglio prendere il CITOGENEX o va bene RAMNOSELLE comunque? grazie.

    • Perchè non provare il mitico Cordyceps? Meraviglioso per la convalescenza, per la stanchezza, per la senescenza, per la forza vitale. Provate l’Aloha Cordyceps Avd, 2-3 cps alla mattina e 2-3 alla sera a digiuno con vit. C. Costa un pochino ma vi assicuro che ne vale la pena. Finito un ciclo di un paio di mesi potete anche passare a Citogenex. Buona vita.

  193. Jenny il said:

    Buona sera
    Potrebbe consigliarmi un buon testo sul argomento asse intestino cervello?
    Secondo lei può una disbiosi intestinale impattare anche l’umore?
    Cioè creare stati di ansia attacchi di panico?
    E causare l ipertensione?
    Mi domando questo perché se un tempo l ipertensione non c’era e ci si alimentava con alimenti “poveri” cioè non artefatti è possibile che una ipertensione essenziale sia causata dall intestino?
    Inoltre ho letto che lo yogurt con proibitivi aiuta a ristabile l ipertensione è vero?
    Grazie in anticipo

    • Salve Jenny. Purtroppo non ho testi che parlino dell’argomento: provi a cercare in rete sono certa che troverà qualcosa. Si, secondo me una disbiosi intestinale influenza moltissimo lo stato d’animo, se non altro per carenze di minerali e vitamine che si vengono a creare. Per quanto riguarda l’ipertensione credo sia maggiormente legata ad un fattore emotivo ed alimentare (anche se certamente una disbiosi intestinale può influenzarlo). Per quanto riguarda lo yogurt non so darle una risposta. Buon tutto.

  194. Lara il said:

    Buongiorno e grazie in anticipo per il suo tempo.
    La mia bambina di 4 anni ha gli ossiuri. Ormai li sogno anche la notte.
    Ho provato con enterelle 2X 7 giorni+ bifiselle 1 al di per 10 gg. Aglio in capsule, china 200 ch una volta a settimana + buste gunaelmint.
    Non è servito a nulla!
    Ho comprato il vermifugo combantrin.
    Come posso associarlo in modo corretto ai fermenti?
    grazie mille

    • Buongiorno Lara. Ho da poco scritto un articolo sull’argomento, visto che da molti anni ormai consiglio questo protocollo di pulizia dai parassiti (per adulti e bambini). Il link è il seguente:
      http://metamedicina.altervista.org/parassiti-intestinali-eliminarli/
      Dopo il protocollo (dopo i 3 giorni) le faccia fare il protocollo pulizia intestinale a metà dose). La avviso fin d’ora che il gusto è pessimo, ma con un buon incentivo (giocattolo o quant’altro) è possibile farcela. E ne vale la pena. E lavori anche sull’emotivo mi raccomando. Buon lavoro.

      • Lara il said:

        Grazie Susanna, le sono molto molto grata. Ieri abbiamo acquistato tutto e stamattina abbiamo cominciato il trattamento dei tre gg a cui seguirà il protocollo di pulizia intestinale. Purtroppo non mi è chiaro cosa devo fare dopo..
        Devo ripetere l’intero ciclo o basta il terzo giorno x 6-8 settimane come descritto?
        grazie x la cortesia e la pazienza!

  195. francesca il said:

    Buongiorno. Volevo chiedere se l’estratto di semi di pompelmo possono andar bene per pulire l’intestino? prima di fare il trattamento di pulizia da lei proposto.
    La seconda cosa: in erboristeria mi hanno consigliato di prendere Bifiselle e ramnoselle 1 mattina e 1 la sera. cosa ne pensa? meglio prenderli separatamente nelle varie settimane? grazie mille e buona giornata

    • Con l’estratto di semi di pompelmo ho lavorato poche volte e la mia impressione è che siano notevolmente meno potenti di quelli che vengono venduti, ad esempio, in Austria. Dipende per cosa vuole usarli. Se per pulire blandamente dai batteri e dai funghi allora va bene anche il Tea tree e l’Enterelle. Anche prendere Bifiselle al mattino e Ramnoselle alla sera va comunque bene. Buona serata.

  196. soffro da tempo di stipsi (vado ogni 3 gg) soprattutto in regime alimentare controllato. A Gennaio dietro consiglio della mia Naturopata inizio protocollo pulizia intestinale per la mia stitichezza. (6gg enterelle 2cps pranzo e 2cps a cena, xantonet 1 a pranzo e 1 a cena, poi bifiselle sempre 2cps a pranzo e 2cps a cena per 7 gg, successivamente ramnoselle, 2cps a pranzo e 2cps a cena). Contemporaneamente mi da una dieta prova di glutine, caffè e latticini che seguo alla lettera. Purtroppo non trovo giovamento. Infatti continuo ad evacuare ogni 3 gg come se niente fosse. Mi dice di continuare con 4 xantonet e contemporaneamente un mix di fiori e biocaricol e ho iniziato riflessologia. Purtroppo non riesco a continuare la dieta perché troppo ristretta per un così lungo tempo (mangio ogni tanto del glutine). La situazione è leggermente migliorata, ma non appena finita la cura (soprattutto lo xantonet) ricomincio da capo. Per il momento stiamo provando con del macerato di fumaria, citogenex e magnesio (sono pochi giorni,non riesco a capire come sto andando). Da qualche settimana però ho intorno agli occhi la pelle molto sensibile, arrossata e screpolata e i taglietti ai lati della bocca. Non riesco a capire se ho imboccato la strada giusta. Le scrivo per sapere se ha avuto esperienze di persone che come me non ha avuto nessun miglioramento dopo la pulizia e magari ha da consigliarmi altro protocollo. Grazie.

    • Salve. La mia è un’ipotesi, ma forse Xantonet non era adatto a lei (i taglietti attorno alle labbra, eccetera). Ma è un’ipotesi, dovuta al fatto che mi è già capitato una persona con lo stesso problema. Sospenda Xantonet, prenda avanti il magnesio (ma che magnesio??) magari integrando con Magnesium ph. dei Sali di Schussler D6 New Era (4 cps per 3 volte al giorno). I taglietti attorno alle labbra e la pelle secca mi suggeriscono una carenza di vitamine e minerali: io proporrei Nutrimax Nutrigea (alghe Klamath) 3 al giorno per un lungo periodo (due mesi si e uno no ad esempio), per rimineralizzare e nutrire questo intestino in crisi. Potrebbe anche provare la tisana di ortica ogni mattina, spesso fa miracoli. Non è facile dare consigli efficaci per la stipsi cronica via web, ma legga anche il mio articolo in merito:
      http://metamedicina.altervista.org/stipsi-stitichezza/
      E non demorda! Io ne ho sofferto per quasi 30 anni, poi con calma e perseveranza ho risolto. Buona vita.

  197. Buon giorno,
    ho iniziato il protocollo 6 gg fà socì come indicato, tranne il 1° passo perchè soffrendo di ulcera l’ho saltato come indicato, ma mi ha causato una stipsi, è normale oppure devo interrompere?
    grazie

  198. Davide il said:

    una volta effetturato il protocollo di pulizia intestinale, cosa consiglia di fare? ce un qualcosa da prendere per il mantenimento?

  199. Alice il said:

    Buonasera dottoressa,
    ho appena iniziato il protocollo di pulizia intestinale, che faccio due volte all’anno con notevoli benefici.
    Le scrivo anche io in merito al mantenimento. Premetto che ho l’artrite reumatoide, sono celiaca e pur avendo eliminato totalmente il glutine ho spesso problemi intestinali.
    Lei ha già consigliato a una persona celiaca di continuare la pulizia con Milonet Bromatech (2 cps dopo colazione e 2 dopo cena) e Serobioma Bromatech (2 dopo pranzo). Questo per un mese.
    Le chiedo come dovrei continuare dopo il mese, se con Milonet 2 dopo colazione e Serobioma 2 dopo cena, per 4 mesi si e un mese no (come ha consigliato lei), o con Serobioma Bromatech 1 dopo colazione assieme a Citogenex 1 dopo colazione (come scritto nel post sulla celiachia).
    La ringrazio veramente tanto.
    Un caro saluto,
    Alice

    • Buongiorno. Ogni persona è un mondo a sè, quindi io do dei consigli di massima e poi ognuno li adegua alla sua storia. Lei potrebbe fare un periodo con Milonet e Serobioma, poi passare ad alcuni mesi di Serobioma e Citogenex e magari vedere con quale dei prodotti si trova meglio. Per l’artrite reumatoride le consiglierei di fare periodicamente dei drenaggi di fegato e dei reni (fegato in primavera ed autunno, reni in primavera e poi estate, meglio non quando fa freddo). Consideri anche di integrare la dieta con enzimi digestivi visto che sono spesso carenti nei celiaci. Buona vita.

  200. Buon pomeriggio
    come chi mi precede sto effettuando la cura di pulizia intestinale della Bromatech. Ho iniziato con 12 gg di Enterelle, sto facendo la fase Bifiselle e dopo farò Ramnoselle..(1 dopo colazione e 1 dopo cena)
    Non mi trovo male, ma non trovo neppure questo grande miglioramento che mi aspettavo. Anzi paradossalmente la mia stitichezza sembra aumentata. Può essere? Attendo un vostro gentile riscontro.

  201. Lucy il said:

    Buongiorno! Vorrei chiederle un consiglio per lo stomaco. Sto facendo da alcuni mesi una cura di ferrograd. 1 compressa ogni due giorni. È da un po’di giorni che sento lo stomaco disturbato e mi vengono ondate di gusto cattivo. Cosa potrei prendere? La pulizia si può fare mentre assumo il ferro? Grazie mille!

    • Salve Lucy. Provi ad integrare il ferro, perché il ferro da solo non viene assimilato bene, in quanto abbisogna di vitamina C e di vitamine del gruppo B. Ci aggiunga quindi Vitamix Naturalpoint 1 cps al pasto che contiene un po’ tutto. Inoltre pensi anche a cambiare il ferro perché ne esistono di buoni che non disturbano lo stomaco (F5 AVD ad esempio). Si, la pulizia si può fare prendendo ferro. Buon tutto.

  202. MeliMeMela il said:

    Ciao e grazie dei consigli. Ho finito l’assunzione di Bifiselle e devo iniziare con Ramnoselle.
    Per ora mi trovo abbastanza bene, meno aria e meno disturbi (soffro da sempre di colite e gastrite).
    Una volta terminato il protocollo potrei continuare con il Kijimea che sembrerebbe adatto alle mie caratteristiche? Oppure come suggerisci di proseguire? (soffro anche di allergie a vari pollini e acari). Quando invece mi capiterà di dover prendere antibiotici (prendo spesso influenze e raffreddori) che probiotici mi consigli mentre assumo gli antibiotici e poi subito dopo? O riprendo semplicemente il protocollo Enterelle, Bifiselle e Ramnoselle (ma inizio Enterelle mentre prendo antibiotico?).
    Scusa le tante domande, grazie!

    • Salve. Non conosco Kijimea, anche se in realtà mi sembra un probiotico con un particolare ceppo, ma nulla di nuovo. Non avendolo provato non posso pronunciarmi in merito. Provalo e vedi come ti trovi. In alternativa prova Acronelle per le colite )1 dopo colazione e 1 dopo cena) assieme a Pylorex per la gastrite (1 prima dei 3 pasti). Per almeno un paio di mesi. Buon tutto.

  203. Gentile Susanna, ho letto tutti i suoi articoli riguardanti la pulizia intestinale e le scrivo per avere un suo consiglio.
    Dopo anni di torture, antibiotici, Una PID devastante, cistiti, E. Coli, candida vaginale recidiva ecc. ho deciso di interrompere con i farmaci dopo l’intervento per ostruzione tubarica bilaterale.
    La candida intestinale ormai mi accompagna da molto tempo e non ne posso più, quindi ho deciso di fare una buona pulizia intestinale e curare per bene intestino e soprattutto sistema immunitario!
    Ora vorrei chiederle se può andar bene il ciclo Bromatech che lei consiglia, sto già seguendo una (credo) giusta dieta, ho eliminato dolci e