Parassiti intestinali: come eliminarli

Dei parassiti non si parla molto, e quindi in realtà sono veramente poco conosciuti e troppo spesso sottovalutati. Ma tutti noi ne abbiamo, chi più e chi meno. Il problema inizia quando aumentano di quantità e la fanno da padroni in vari distretti del nostro corpo.

Le infestazioni di parassiti intestinali sono veramente frequenti e non passa mese che non conosca una persona che li ha visti nel suo water oppure che con il protocollo di pulizia dai parassiti veda scomparire molti dei suoi disturbi. Inoltre la dott.ssa H.R. Clark sosteneva con fervore l’ipotesi che i parassiti siano tra le principali fonti d’inquinamento e di malattia del nostro corpo, ed è stata proprio lei a formulare il protocollo di pulizia degli stessi (che troverete a fondo pagina, un po’ modificato).

La descrizione dei vari parassiti e come si trasmettono singolarmente la lascio ad altri siti (di cui più sotto i link), in quanto questo articolo ha solo l’obiettivo di dare delle informazioni generali ma soprattutto fornire notizie aggiuntive oltre ad indicare dei rimedi efficaci per debellarli.

COME ARRIVANO / AUMENTANO DENTRO DI NOI
Di seguito alcune possibilità: ingestione di cibi crudi o poco cotti (soprattutto le carni), alimenti non adeguatamente lavati (nel dettaglio parliamo verdure concimate con feci umane o acque nere), mani sporche portate alla bocca (non solo nei bambini, ma anche negli adulti che danno la mano a persone “infestate” ma che non si puliscono adeguatamente), animali domestici, in certi casi anche attraverso l’acqua contaminata, attraverso i polmoni, attraverso la cute, eccetera.

EMOTIVO / METAMEDICINA
Le persone che hanno una quantità eccessiva di parassiti solitamente hanno la sensazione di essere stati usati, abusati o vittime di una situazione o di un’altra persona. Forse si sentono prigioniere di un luogo o di una relazione. Talvolta è presente una sensazione di sporco o insudiciamento.
I parassiti sono tipici dei bambini, in quando sono indifesi psicologicamente di fronte al mondo (o di fronte alle persone che li circondano): se presenti negli adulti potrebbe far ipotizzare che la persona ha ancora una parte bambina molto forte che si sente in balia del mondo o comunque indifeso di fronte al mondo.

SINTOMI POSSIBILI

I più comuni sono: prurito anale, prurito vaginale, prurito nasale, bruxismo (digrignare i denti, soprattutto la notte), irrequietezza motoria (anche e soprattutto serale / notturna), nausea, vomito, colite, odore del corpo strano (che talvolta non se ne va nemmeno con una buona pulizia), malessere generale, debolezza cronica, palpebre che sbattono di continuo, asma, dolori muscolari, incubi notturni.

Altri sintomi: dolori addominali, infiammazioni intestinali, meteorismo, muco o sangue nelle feci, costipazione o diarrea, vulvo vaginiti, anemie, carenza di vitamine del gruppo B, carenze nutrizionali, problematiche di pelle (orticaria, eczema, ecc.), febbre, brividi, ma di testa (molte cefalee ed emicranie si risolvono miracolosamente con la pulizia dai parassiti), sudorazioni notturne, diabete o problemi pancreatici (non autoimmuni), tumori (la dott.ssa Clark affermava che alla base dei tumori c’è quasi sempre un’infestazione di parassiti), patologie cardiache, patologie neurologiche (come meningite, epilessia, Parkinson, ecc.), autismo, appendicite con problemi, dolori cronici.

Bambini: oltre a tutto quello sopra descritto, aggiungerei che i bambini con parassiti sono spesso agitati, incapaci di stare fermi, non dormono, diventano insopportabili, piangono spesso o sembrano capricciosi. Anche i bambini che con il buio cambiano o diventano paurosi potrebbero far pensare ad una infestazione di parassiti.

PERCHE’ ARRIVANO/AUMENTANO

Qui si potrebbe scrivere un articolo a parte tante sono le possibilità. Vediamone alcune:
– La persona non sa difendersi adeguatamente sia livello immunitario che a livello emotivo/mentale (non a caso i più colpiti sono i bambini)
– La flora batterica è inadeguata, con disbiosi o presenta dei problemi (ricordiamo che circa l’80% del sistema immunitario, e cioè la difesa, risiede nell’intestino)
– Non si dispone di adeguate scorte di nutrienti per mantenere forte il nostro organismo / terreno
– La dieta è errata, inadeguata e sono presenti troppi alimenti che il nostro intestino non riesce ad elaborare: questo comporta una mole di rifiuti eccessiva da eliminare con conseguente ristagno (e dove c’è il ristagno ci sono sempre problemi)
– La persona soffre di stipsi cronica (cioè non va in bagno ogni giorno con una quantità corretta) e quindi c’è ristagno
– Lo stomaco non ha acido cloridrico adeguato per distruggere eventuali parassiti/uova ingerite accidentalmente.
– Assunzione di medicinali che alterano / indeboliscono il nostro sistema immunitario e la nostra flora intestinale: in tal caso consigli di affiancare ai medicinali sempre un multivitaminico / multi minerale (ottime le alghe, Spirulina e Klamath Nutrigea), e di ripristinare con cadenza regolare la flora intestinale con il protocollo di pulizia (sempre previo parere medico).
– Animali domestici non adeguatamente curati, lavati, nutriti ma soprattutto se escono abitualmente di casa e bazzicano all’aperto. La dottoressa Clark sostiene che le contaminazioni da animali (mammiferi, uccelli, pesci o molluschi, ma anche pulci che parassitano i mammiferi) stiano aumentando continuamente. Secondo la Clark sarebbe molto importante riconoscere questa possibilità soprattutto in caso di diabete, cefalea, sindrome da fatica cronica, patologie intestinali, asma, orticaria cronica, patologie cardiache, patologie muscolari, patologie neurologiche complesse, sclerosi multipla ed anche tumori.

A tal proposito consiglio vivamente la lettura dei libri della dott.ssa Clark (semplici, anche se talvolta impressionanti) in quanto possono essere di notevole sostegno in chi ha scoperto di avere tale problematica.

IL TERRENO E’ TUTTO
Non dimenticatevelo mai: il germe (o il parassita) è nulla, il terreno è tutto.
Proprio per questo motivo è essenziale curare la propria alimentazione, trovare un bravo terapeuta/medico che vi aiuti a farlo ma soprattutto che vi insegni a capire il vostro corpo (partendo dalla vostra costituzione, dalla vostra storia). Ma non solo l’alimentazione rende il terreno forte: si rende necessario “ripulire” anche l’aspetto emotivo e mentale, e in questo consiglio sempre di rivolgersi ad un bravo psicologo, o un counsellor o ad un consulente di Metamedicina. Non date nulla per scontato. La vostra salute è veramente molto importante.
Forse non troverete subito il terapeuta adatto a voi, ma non demordete: il gioco vale la candela. Ve lo dice una che ha fatto un bel po’ di ricerche prima di trovare un aiuto concreto ed efficace.
Quindi ricordatevi: nessun germe, tossina o cellula impazzita possono fare qualcosa se il terreno è forte.

ESAMI

Sicuramente richiedere l’esame per la richiesta di parassiti nelle feci è un buon punto di partenza, ma purtroppo i parassiti molto spesso non si trovano nell’intestino ma in altre parti del corpo.
Devo aggiungere purtroppo che talvolta questo esame si rivela inutile in quanto i parassiti tendono a sfaldarsi in poco tempo e di conseguenza non vengono rilevati: è il caso di un medico mio conoscente, che ha visto e prelevato dei parassiti dalle feci di un bambino e la ha portate ad esaminare in un laboratorio, il quale ha poi dichiarato di non aver trovato nulla (!!).
A questo punto sarebbe meglio ripetere il test su almeno tre campioni di feci, meglio se a giorni alterni o comunque nell’arco di circa 7-10 giorni.

Ma ci sono altri sistemi per appurare la loro presenza.
La prima cosa è certamente controllare il proprio water abituandosi a controllare di giorno in giorno le proprie feci (ricordo che è uno dei migliori strumenti per comprendere lo stato del nostro intestino e della nostra salute).

Il secondo accorgimento è quello di vedere se sono presenti i sintomi dei parassiti (soprattutto in presenza di possibili contaminazioni).
Ed infine considerare anche un esame del sangue, che è la conta degli eosinofili (presenti nella formula leucocitaria): se il loro valore si trova al di sopra del 4 per cento e comunque al di sotto del 20 per cento, la probabilità di avere i parassiti è piuttosto alta. Anche l’attivazione di IgA, ed eventualmente IgE può indicarne la presenza.
Nel caso in cui gli esami delle feci risultino negativo, ma tutto il rimanente fa pensare ad una infestazione, pensate di provare il programma di deparassitaggio, in quanto non ha controindicazioni (salvo parere medico, non siamo tutti uguali).


DEPARASSITAGGIO PER ADULTI

Il programma proposto è quello della dott.ssa Clark, rielaborato da Cristina, la mia insegnante di naturopatia, a cui devo molto.
Si consiglia di non effettuare tale pulizia nei mesi caldi (da maggio a settembre per intenderci) in quanto è un lavoro che tende a riscaldare l’organismo. Prima di effettuare il deparassitaggio sarebbe il caso di effettuare una pulizia del fegato di almeno un paio di settimane e continuarla durante il deparassitaggio.

Bere almeno 1,5 – 2 litri di acqua al giorno. E’ essenziale andare in bagno quotidianamente.
Il mantenimento, una volta conclusi tutti e 18 i giorni, consiste nel effettuare il trattamento per un giorno ogni 7, come previsto al 18° giorno, per almeno 6/8 settimane. Solamente Oti Bio Nux deve essere assunto due volte durante la settimana.
Sarebbe inoltre meglio affiancare quotidianamente anche un multivitaminico come l’alga Spirulina o l’alga Klamat per sostenere l’organismo in questo lavoro.

SCARICA L’ALLEGATO:
rim-depa-breve

DEPARASSITAGGIO METODO CLARK PER BAMBINI

Il programma dura 3 giorni, seguito ogni 7 giorni da un richiamo, ed è indicato per i bambini dai 4-5 anni di età fino ai 10-12 anni.
Chiedere sempre il parere del vostro pediatra!

1° GIORNO
Appena svegli, 1 goccia di OTI Bio Nux in poca acqua.
15 minuti dopo (un attimo prima di colazione) si assume 1 capsula di Chiodi di Garofano Naturalpoint assieme ad 1 capsula di Aglio (meglio se Naturalpoint, altrimenti anche altri tipi purché naturale). Purtroppo hanno un gusto tremendo. Solitamente i bambini dai 3 anni in su sono in grado di deglutirle, sempre che la mamma non sia eccessivamente preoccupata (loro ovviamente lo sentono). Si possono miscelare in poco miele e far deglutire il tutto con un paio di sorsi di acqua: eventualmente dare un premio ambito se lo fanno (è un metodo che aiuta sempre).
A pranzo e a cena (anche durante la giornata) si prendono 3 compressine (sono piccoline e friabili) di Spirulina Marcus. E’ possibile anche schiacciarle e mescolarle in un cucchiaino di miele o messa nella minestra o nella pasta, non hanno un sapore sgradevole: comunque provate prima voi. Colorano di verde acceso le pietanze, per questo sono molto amate dai piccolini.
Alla sera assumere, prima di coricarsi, 1 bustina di Pineal Tens Laborest (magnesio, rilassante)

2° GIORNO
Come il primo, solo aumentare a 2 gocce di OTI Bio Nux, che viene comunque preso solo al mattino.

3° GIORNO
Come il secondo.

RICHIAMO
Ogni 7 giorni, ripetere il 3° giorno: questo per 6-8 settimane, dando tempo ai preparati di eliminare le uova dei parassiti.
Fare un richiamo due volte all’anno.


SITI INTERESSANTI

Parassiti: è utile anche sapere che..
http://www.scienzaeconoscenza.it/blog/medicina-non_convenzionale/parassiti-intestinali-sintomi-e-malattie
http://www.mednat.org/alimentazione/parassiti.htm
http://www.my-personaltrainer.it/salute/parassiti-intestinali.html

Cancro e parassiti: metodo Clark:
http://www.mednat.org/cancro/cancro_parassiti.htm

Malattie mentali e parassiti:
http://www.mednat.org/cure_natur/malattie_mentali.htm

10 thoughts on “Parassiti intestinali: come eliminarli

  1. Buongiorno
    ho appena terminato il protocollo di pulizia intestinale (Enterelle, Bifiselle, Ramnoselle), il primo lo avevo fatto tra Ottobre e Novembre us, ed adesso vorrei completarlo con un altro prodotto efficace; Meglio Serobioma o Evax Complex? A primavera, durante il cambio di stagione vorrei ripetere Citogenex che feci a Novembre us o fare Acronelle
    Che ne pensa?
    Faccio il possibile per mantenere un intestino sano e pulito anche se soffro di episodi diarroici ricorrenti e, se prendo un virus, è di natura gastrintestinale
    Grazie e buon lavoro

    • Salve. Provi il Serobioma per un paio di mesi, 1 dopo colazione e 1 dopo cena i primi 15 giorni, poi solo 1 dopo colazione). Citogenex va bene per il sistema immunitario, Acronelle per un intestino infiammato o per patologie croniche, quindi direi che entrambi vanno benissimo. Per la diarrea pensi ad una candida intestinale. Buon lavoro.

  2. Buongiorno,
    sono arrivata al suo sito cercando altro e mi ha illuminato!!! nulla accede per caso e il caso vuole che mio marito è anni che ha problemi di vario genere e ora dopo aver letto i suoi articoli ha deciso di procedere con il deparassitaggio. solo 2 consigli… ho visto che la oti ha fatto il prodotto oti tri nux che incluse tutte e 3 le erbe del protocollo. cosa ne pensa? è comunque meglio utilizzare al metodologia classica? e l’altra domanda riguarda me, posso procedere anche io con il deparassitaggio anche se sto allattando (bimba di 1 anno e mezzo). grazie per il sito e per l’attenzione

    • Buongiorno Laura. Felicissima di esservi di aiuto 🙂
      Non avendo mai usato Oti TriNux non mi sento di consigliare di provare una strada che non conosco, anche perchè mi hanno sempre insegnato che nel caso di parassiti è meglio usare la polvere di artemisia e dei chiodi di garofano, essendo più efficaci. Nel suo caso, visto che allatta, meglio non farla. Si riproponga di iniziare una volta concluso del tutto l’allattamento. Grazie a voi, buona vita.

      • grazie mille per la risposta!!
        posso approfittare ancora e chiedere se allattando posso procedere almeno con la pulizia dell’intestino? magari anche solo con l’agar agar. continuo ad ammalarmi (piccoli mali di stagione attaccati dalla bimba che va all’asilo) e mi sento tanto gonfia! sento di dover risolvere in qualche modo. sto già limitando i carboidrati raffinati. grazie ancora di tutto 🙂

  3. Salve, ho letto e scoperto con molto interesse il suo articolo, anche perché purtroppo ho scoperto di essere affetta da ossuriasi per poi scoprirla anche in mia figlia di 6 anni e mio marito.. Abbiamo iniziato subito con un vermifugo, il Mebendazolo pur essendo contraria alle medicine allopatiche e curandoci da anni con la fitoterapia e l’omeopatia ma volevo debellare il problema in maniera efficace e forte… Purtroppo temiamo che il problema risalga a tempi remoti.. Purtroppo dopo 3 dosi date in 3 giorni consecutivi alla bambina come terapia d’urto, continuiamo a trovare ossiuri che si muovono nella zona anale.. Vorrei provare con il metodo Clarck per bambini e mi chiedevo se al posto della spirulina va bene un integratore di vitamna C che stiamo usando o serve proprio la spirulina e che indicazioni ha. Inoltre, avendo un cane in casa vorremmo capire se la cura va estesa anche a lui, con vermifugo o no. Abbiamo pareri contrastanti, chi dice che loro non sviluppano ossiuri e chi invece dice di sì… Grazie per l’attenzione!
    Mirella

    • Salve Mirella. Sicuramente potete fare il deparassitaggio Clark tutti e 3 (la bambina quello ridotto ovviamente e con parere pediatrico favorevole). La dott.ssa Clark sosteneva che i nostri amici pelosi sono dispensatori di molti tipi parassiti (non ho sottomano il libro e non ricordo se parlava di ossiuri), ma bisogna tener conto che molte persone che convivono con un animale non ricevono necessariamente questi ospiti sgraditi. Quindi è una questione anche “terreno”, di “energia vibratoria”. Ho visto spessissimo famiglie in cui solo una o due persone vivevano il problema, mentre gli altri no. Quindi sarebbe da chiedersi se c’è una carenza del sistema immunitario, che non sa difendersi. A questo scopo le consiglierei di lavorare con fiori di Bach, o australiani o spagiria per rafforzare a livello emotivo questa incapacità di difendersi (magari dal mondo esterno, da persone che ci portano via energia, eccetera). Così su due piedi le consiglierei Elixir di Achillea Similia (5 gocce 3 volte al giorno in poca acqua) ed Elixir di Aglio Similia, 5 gocce prima di pranzo e 5 a metà pomeriggio. Per tutti e tre assieme al deparassitaggio. Buon lavoro.

      • Grazie
        Susanna per la sua celere e cortese risposta. Terrò conto senz’altro dei suoi suggerimenti! Noi è da anni che per il sistema immunitario usiamo Oscillococcinum un tubo dose alla settimana con notevoli miglioramenti sul versante influenza e malanni di stagione, inoltre avevamo anche aggiunto Solgar Ester c plus 500 un cps al dì. E almeno una volta l’anno facciamo pulizia intestinale con protocollo Bromatech ma 2×2.. Proveremo il suo schema più leggero. Senz’altro c’é anche una forte componente emotiva! Pensi che mio marito 4 anni fa iniziò col prurito anale che ad oggi é peggiorato dando una grave forma di dermatite e prurito a tutti i genitali simile al Lichen Simplex! Pensiamo sia ossuriasi non trattata!
        Grazie di tutto! Un caloroso abbraccio.
        Mirella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*