MetaLME

COS’E’ LA LIBERAZIONE MEMORIA EMOZIONALE
Seminario ufficiale di Metamedicina
Guarda le nostre conferenze sulla Metamedicina.

La liberazione della memoria emozionale (LME) è uno strumento molto potente e pratico, che permette di liberare quel sentimento che sta all’origine della nostra sofferenza emozionale, fisica e mentale. Nella nostra memoria sono racchiusi tutti i nostri ricordi (anche inconsci) di tutte le nostre esperienze. La nostra memoria emozionale registra tutti i ricordi, arrivando a delle conclusioni che diventano poi dei meccanismi, delle convinzioni che guidano la nostra vita e di conseguenza le scelte che poi faremo. Quando gli eventi che viviamo entrano in risonanza con i nostri ricordi, amplificando il dolore, significa che abbiamo toccato una ferita del passato che ancora non abbiamo sciolto e che l’evento o la persona ci da l’opportunità di sentire. Senza uno strumento adeguato non è facile prenderne coscienza.

sinomo messaggio

Il seminario di LME ci permette di diventare responsabili nei confronti di quel che ci sta accadendo, ci insegna a metterci al primo posto, per iniziare ad occuparci della nostra esistenza. Ci fa prendere coscienza di ciò che stiamo vivendo, e che rancori, collera, paura, panico, delusioni, sofferenze emotive e fisiche che ci hanno ferito, sono in realtà delle ferite emozionali non risolte che ci portiamo dietro dall’infanzia quando avevamo bisogno semplicemente di sentirci amati, ascoltati, considerati e apprezzati.

E’ veramente molto importante iniziare a credere in se stessi e nella vita, mantenendo un atteggiamento aperto nei confronti delle difficoltà che incontriamo, considerandole come “occasioni” per la nostra evoluzione e non come dei problemi che ci fanno perdere tempo. Senza entrare nel giudizio e guardando la vita come ad un’amica, imparando da ogni nostra esperienza, perseverando nei nostri obiettivi, assumendoci anche dei rischi.

______________________________________________________________________________________

Nel seminario gli animatori, attraverso il racconto personale, accompagneranno il partecipante a comprendere quali esperienze possono avergli causato delle situazioni di sofferenza che ancora oggi hanno “potere” su di lui, dirigendo la sua stessa vita.
Successivamente lo aiuteranno a comprendere come liberarsene attraverso il processo chiamato “liberazione della memoria emozionale”. In questi tre giorni ogni partecipante sarà seguito, accompagnato, nel vivere quest’esperienza per liberarsi di ciò che non gli appartiene.

Alla fine del seminario, ad ogni partecipante saranno forniti degli strumenti per continuare il lavoro di consapevolezza in piena autonomia. Questo seminario è il primo importante scalino per iniziare il percorso della Metamedicina. Un percorso esperienziale che ci può ridare il gusto e il piacere di ritornare a noi stessi, per riscoprire l’entusiasmo di “vivere”, lasciandoci così alle spalle tutto ciò che ci ha ferito e allontanato da noi stessi. Tre giorni di lavoro in gruppo per iniziare a comprendere e ad acquisire le chiavi della Metamedicina.

Questo seminario è anche il primo passaggio del percorso formativo per diventare operatori di Metamedicina.

PROSSIME DATE PREVISTE:

7 – 8 – 9 OTTOBRE 2022 A TRIESTE

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Paolo Segulin mail: [email protected] – cell. 345.1597470

Gli appuntamenti proposti sono organizzati dall’Associazione Culturale Naturalmente Trieste

8 Risposte a “MetaLME”

  1. La metamedicina ha confermato ciò che sentivo già da tempo: prendermi cura del mio bambino interiore tutti i giorni. Ma in più mi ha aiutata a diventare più comprensiva nei miei confronti, meno rigida. Inoltre adesso sto a contatto con le emozioni, di qualsiasi tipo esse siano. Prendo, ascolto e lascio andare. Appena trascuro la mia bambina, ricado nei soliti meandri pericolosi per me. Ciò che mi ha insegnato la metamedicina è il prendermi cura amorevolmente di quella piccola nascosta che ha sempre bisogno di attenzioni.

  2. Mi posso definire entusiasta di questo seminario, dell’approccio che viene messo in pratica che permette di guardarsi dentro e scoprire l’immenso potenziale di autoguarigione che ognuno di noi ha semplicemente a partire dal poter cambiare le nostre credenze e convinzioni in un qualcosa di nuovo che sentiamo vada bene per noi, che ci favorisca, perché abbiamo il diritto ad essere felici! Ringrazio Paolo e Susanna perché si sente il loro cuore in tutto ciò che fanno.

  3. Susanna e Paolo, siete stati delle guide incredibili. Mi avete presa per mano e accompagnata ad un incontro inaspettato, intenso e sorprendente con una bambina che attendeva lì da tanto, troppo tempo. Ma non solo, avete fatto sì che l’incontro fosse dolce e senza paura, talmente piacevole e libero da giudizi, che ora quella bambina sarà sempre tra le mie braccia. Nulla sarà più come prima. Tutto si è trasformato. Ora veramente guardo tutto con il cuore e non solo con gli occhi. Ho davvero sperimentato la leggerezza grazie a voi. Una sensazione che voglio coltivare. Il mio grazie non sarà mai abbastanza esaustivo. Sono felice di avervi incontarto lungo il mio cammino, grata a chi mi ha mostrato la via e a chi l’ha condivisa con me, Siete dei grandi maestri e farete sempre parte di me.

    1. Carissima Martina, siamo entrambi felici di averti aiutata a ritrovare la tua bambina. Posso comunque assicurarti che anche per noi è stata una esperienza meravigliosa, e che anche voi ci avete dato tanto… siamo tornati a casa leggeri e sereni. Ti auguriamo ogni bene, e grazie di cuore per i tuoi bellissimi complimenti. Susanna e Paolo

  4. Non è stata la prima volta che ho partecipato a un seminario di LME , ma anche questa è stata un’esperienza nuova, una possibilità di acquisire consapevolezza , fare un percorso di rinnovamento della nostra parte interiore , e conseguentemente sentire e vedere la vita, la realtà circostante in modo nuovo e diverso. Mi è piaciuto molto anche il fatto che l’incontro con noi stessi non sia avvenuto solamente tra me e l’animatore (come spesso avviene nella consulenza personale) ma anche con le altre persone che hanno partecipato al seminario : condividendo le nostre esperienze spesso le medesime “risuonavano” negli altri.
    Così che , anche compartecipando alle esperienze di altri ci si è data la possibilità di comprendere ancora altri aspetti del nostro vissuto.
    Mi ha fatto comprendere anche come la Metamedicina dia la possibilità di acquisire consapevolezza, che non è un traguardo finale , ma una condizione che ci mette sempre in contatto con il “qui ed ora”.
    Grazie Susanna, Paolo, ma anche Antonella, Martina, Arianna, Maurizio, Pietro, Caterina e soprattutto un grazie speciale a Claudia e Yvan

    1. Carissima Claudia è sempre un’emozione vedere le persone cambiare volto durante un seminario LME, ma nel tuo caso è stato un doppio piacere visto che ne avevi già frequentato uno (e con il mitico Yvan oltretutto). Siamo molto felici di esserti stati di aiuto, anche perché te lo meriti di cuore. Un abbraccio Susanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.