Piccolo pronto soccorso bambini (ma anche adulti)

Questo piccolo breviario vuole essere un aiuto per quando in vacanza ci sono dei piccoli problemi da risolvere; nel dubbio, oppure nel caso in cui i problemi siano più seri, è meglio rivolgersi ad un medico. I nomi dei rimedi citati, non sono in alcun modo una forma di pubblicità, ma solo un piccolo suggerimento a seguito della mia personale esperienza di mamma.

ALIMENTI DUBBI: se per forza di cose dovete mangiare un cibo ce vi lascia perplessi, assumente poco prima (o durante) un grammo di vitamina C (per i bambini ne basta la metà), in quanto viene chiamata lo spazzino del nostro corpo e ci protegge da tossine alimentari e non. Anche bere prima di mangiare mezzo bicchiere d’acqua con un cucchiaio di aceto di mele aiuta di molto (per i bambini basta meno della metà, e comunque sopra i 3 anni di età).

COLPI O BOTTE: prendere in braccio dolcemente o abbracciare il bambino in silenzio, dando tempo al suo dolore ed al suo spavento di esprimersi. Poi assieme a lui constatare i danni, dando immediatamente una pasticca di Arnica Heel (chiamatela la caramellina delle botte, o in altro modo simpatico), meglio se assieme ad una pezzuola bagnata posta sulla botta. Se siete in dubbio sia una cosa grave o meno, tenete sempre nella borsa del pronto soccorso, alcune caramelle/gomme particolarmente amate dal piccino, e offritene una al piccolo infortunato: se la prende e la succhia con trasporto, molto probabilmente il colpo non è stato troppo forte. In ogni caso tenetelo sotto controllo per un paio d’ore, in particolar modo il suo grado di attenzione. Un’alternativa agli impacchi di acqua, sono impacchi di pane e latte, impacchi di argilla oppure di acqua ed aceto, ma solo in assenza di ferite aperte. In caso di confusione, vomito e altri segni strani, contattate subito il pronto soccorso.
L’ideale sarebbe portarsi appresso un piccolo contenitore di pronto soccorso con argilla verde ventilata, olio essenziale di Tea Tree o di Lavanda, cerottini, caramelle/gomme che il bambino ama, Arnica Heel compresse ed anche il Rescue remedy dei fiori di Bach.

DENTI: quando fanno male, un rimedio molto effficace, anche se non adatto per la vita sociale intensa, è quello di apporre nella zona della cipolla tritata. Ovviamente in attesa della visita dentistica. Provate anche il Rescue remedy.

DENTIZIONE: 5 granuli di Chamomilla 5CH sciolti in due dita di acqua e dati in un cucchiaino ogni 15\20 minuti può aiutare di molto, alternando con Arnica 5CH, stessa metodica, finchè non migliora (e comunque entro alcune ore). Molto utile anche il Rescue remedy dei fiori di Bach flowers, 4 gocce nel solito cucchiaio di acqua.

MAL DI GOLA: in primavera è frequente soprattutto perché tendiamo a scoprirci più del dovuto. Trovo ottimo R1 in compresse, 3 ogni 15-20 minuti fino alla riduzione dei sintomi.

GRAFFI DI ANIMALI: una goccia di oe di Tea Tree (o di Lavanda) seguito da un pizzico di argilla, avendo comunque l’accortezza di far controllare la ferita.

MAL D’AUTO: Potete usare la gradevole quintessenza di Menta Rustica, mezza goccia per anno di età (a partire dai 4 anni) fino ad un massimo di 4 gocce, per 2-3 volte al giorno. Ottima da aggiungere a tè oppure a camomilla, serve anche a sbloccare una digestione pesante. Anche lo zenzero candito risolve efficacemente la situazione, e oltretutto è molto buono da mangiare. Un altro sistema pratico è quello di mettere sui polsi (a due pollici dalla piega) un fagiolo secco, e stringere (non troppo forte ovviamente) con un fazzolettino. Il giorno precedente il viaggio in auto e il giorno stesso, si può pensare di dare al bambino, o alla persona predisposta a tale malessere, una compressa di Cocculus Heel (almeno 3 volte durante la giornata).

NERVOSISMO/AGITAZIONE: se l’agitazione è saltuaria, improvvisa, può risultare utile mettere una goccia di olio essenziale di Lavanda nell’ombelico del bambino, ma anche il Resque Remedy fa un buon lavoro (5 gocce ogni 30 minuti, fino a calma sopraggiunta). Anche un contatto con la mamma, attraverso massaggi sulla schiena, sul petto e fra i capelli può essere di aiuto. Evitate se possibile di farvi prendere dal nervosismo anche voi: in tal caso la quintessenza di Lavanda, 2-4 gocce all’occorrenza, fanno miracoli (ai bambini la dose consigliata è la stessa della Menta rustica alla voce COLPI e BOTTE).

ORTICARIA DA CONTATTO CON ERBE URTICANTI, CON PRURITO: impacco di argilla oppure impacchi di acqua fredda (mantenendo sempre freddo l’impacco, ma non ghiacciato). Anche un poca di pipì del bambino stesso può risolvere la situazione.

PUNTURE DI INSETTI: apporre localmente a scelta una goccia di oe di Tea Tree, un impacco di acqua molto fredda (mantendolo sempre molto freddo) oppure uno spicchio di aglio tagliato a metà (ottimo per le punture di vespe). Contattare il pediatra o un medico se si gonfia molto o se la puntura è ubicata nella zona del viso o del collo.

PAURA, SHOCK: Rescue Remedy dei Fiori di Bach, 5 gocce ogni 15 minuti finchè passa il momento peggiore. Valida anche la quintessenza di Lavanda, 2-4 gocce all’occorrenza per gli adulti, mentre ai bambini la dose consigliata è la stessa della Menta rustica alla voce COLPI e BOTTE.

OTITE: solitamente scompare evacuando l’intestino del bambino, con l’aiuto di un microclisma o di una suppostina di glicerina. Aiuta molto anche introdurre nell’orecchio un paio di gocce di olio di oliva tiepido, seguite a ruota da alcune gocce di olio essenziale di Tea Tree (evitare nel dubbio si tratti di otite perforata). Ridurre o eliminare fino a guarigione completa alimenti animali, in particolare latte e latticini. Vedi anche articolo completo.

RAFFREDDORE ALLERGICO: ottimo il Ribes Nigrum, 30-50 gocce due/tre volte al giorno; in ogni caso si deve risolvere il motivo per cui si scatena il raffreddore allergico, come ad esempio le intolleranze alimentari.

SANGUE DI NASO: apporre ovatta imbevuta di succo di limone nelle narici, guardare in basso, stringendo in contemporanea la radice del naso. Al posto del limone può andare bene anche acqua ghiacciata. L’epistassi (in Metamdicina) può segnalare una perdita improvisa di gioia, un piccolo shock vissuto dal bambino (come dall’adulto ovviamente): provate ad indagare.

SBUCCIATURE, FERITE: apporre una goccia di olio essenziale di Tea Tree o di Lavanda (che forse è più sopportabile), e poi un pizzico di argilla verde ventilata (la famosa polverina magica che tutto porta via). In mancanza di altro, và bene anche un po’ di saliva del bimbo o bagnare con acqua sicura.

SCOTTATURE SOLARI: impacchi di yogurt bianco, ed integrare con molta acqua mescolata con un pizzico di sale dell’Himalaya (o normale, in mancanza di altro). Se la scottatura è estesa, contattare il medico.

STITICHEZZA OCCASIONALE: nel caso succeda durante un viaggio, un ottima soluzione può essere il magnesio (ma solo occasionalmente), che rilassa la muscolatura intestinale permettendone l’evacuazione. Potete usare il Magnesio Supremo della Naturalpoint, un cucchiaino in acqua calda prima di dormire, anche se comunque rimane da risolvere il problema di fondo. Vedere anche l’articolo corrispondente per bambini od adulti.

STORTE, DISTORSIONI: se il problema non è grave, potete ovviare al dolore con impacchi di argilla nella zona (o bagni di acqua e sale, o di acqua ed argilla), assieme alle compresse di Arnica Heel, una ogni 30 minuti. Ottimo anche l’olio essenziale di Elicriso, spalmato puro o diluito in po’ d’olio vegetale nella zona.

Ovviamente previo consenso del medico.

*****************************************
Pubblicato (un po’ diverso… ) su “Tra Terra e Cielo” molto tempo fa… eravamo nel maggio del 2004
*****************************************

Precedente Allattamento Successivo Oligoelemento Manganese-Rame: predisposizione alle recidive

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.