Olio essenziale di LAVANDA

Chiamato anche “l’abbraccio della madre”

USATO PER:
– Irritabilità e spasmi – Nervosismo – Tachicardia
– Febbri infettive ed eruttive – Influenza
– Affezioni respiratorie – Asma – Pertosse – Tosse – Bronchite – Laringite
– Laringiti – Mal di Gola
– Indigestione – Enteriti – Diarree – Tifo – Meteorismo – Nausea – Crampi
– Malinconia – Emicrania – Cefalee
– Mestrui scarsi o assenti – Mestrui difficili – Cistite
– Agitazione – Vertigini – Collasso – Svenimenti – Nervosismo – Rabbia

Potente cicatrizzante, insetticida (punture), ascessi, acne, macchie, scottature solari (le lenisce), ferite anche aperte (non brucia), cute arrossata, couperose, contusioni, ustioni, forfora, dermatiti (è il più usato nei problemi di pelle e di cuoio capelluto), ammorbidisce calli e duroni. Si rivela ottimo anche come massaggio esterno per crampi intestinali, dello stomaco e contratture muscolari (in quanto antispasmodico e sedativo). Ottimo antinfiammatorio locale.

STIMOLO EMOTIVO
E’ un dono della natura, è un forte equilibrante! Ha il colore della calma, del silenzio, della tranquillità e porta alla pace dello spirito; dato che è sedativo sul SN si rivela ottima per isteria, shock, rabbia, irritabilità ed anche meraviglioso per l’ansia (ansia da volo aereo o panico da guida), stabilizza l’emotività, mantenendo la dolcezza e lasciando aperto il cuore. Ricorda a livello sottile l’abbraccio con la madre universale; forse per questo è di notevole aiuto per la donna quando deve superare tensioni ed insicurezze, soprattutto nei primi rapporti. Indicatissimo per i perfezionisti.

ATTENZIONE
Con precauzione in chi ha cicli abbondanti

Precedente Gnocchi di pane al seitan Successivo Olio essenziali: cosa sono e come si estraggono

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.