Ipertensione: alcune idee

Questo articolo vi propone alcune idee e consigli per aiutarvi in caso di ipertensione.
Indicativamente la diastolica (la minima) alta segnala un disagio del cuore, la sistolica (la alta) alta segnala di più un disagio di reni/fegato e in parte cuore.
Resta inteso che il parere medico è fondamentale.

CAUSE
Parliamo ovviamente di ipertensione essenziale, cioè quella senza apparente motivo: ci sono più possibilità da tenere presenti.

1) Eccessiva viscosità del sangue. Per farvi capire meglio, se avete una cannuccia e dovete bere dell’acqua da un bicchiere, sarà molto facile. Un po’ meno se dovete bere un frullato, ma molto più complicato se attraverso la cannuccia dovete bere un budino. Se il sangue è vischioso, quindi meno fluido, viene richiesto maggiore sforzo per farlo circolare liberamente. In questo caso diventa imperativo bere molto, almeno 2 litri al giorno, evitando bevande che contengano caffeina, zuccheri, succi commerciali: quindi l’acqua non gasata va benissimo. Lo so che è complicato berne tanta, ma se iniziate al mattino con 2 bicchieroni prima di colazione, poi altri 2 prima di pranzo e 2 prima di cena, la cosa diventa più semplice. Poi non vi resta che berne altri 4 nel corso della giornata. Essendo gratuito, questo consiglio molto spesso non viene ascoltato in quanto sembra molto banale, ed è un vero peccato.

2) Fegato. In caso di presenza o meno di iperviscosità del sangue, il fegato ha un ruolo importante nell’ipertensione in quanto regola la presenza di tossine nel nostro corpo. Se il fegato è caldo, stanco, intasato di tossine (da: disidratazione, alimentazione sopratutto grassa e zuccherina, da farmaci, da inquinamento, da metalli pesanti, da alcolici, eccetera) non fa bene il suo lavoro, si congestione e non riesce a trattare efficacemente il sangue che passa dentro di lui per essere (anche, ma non solo) pulito.
Andrebbero evitati/ridotti gli alimenti grassi ed acidi di cui si scriveva prima, in particolare: latte, latticini, carne, maiale da eliminare proprio (quindi anche insaccati), alcol (evitarlo del tutto), aceto, agrumi. Ridurre o eliminare il sale, ridurre di molto lo zucchero, eliminare il caffè (trovate un alternativo per svegliarvi o come rito mattutino).
Abbondare di verdura cruda, verdura cotta, cereali in chicco (orzotti, risotti, farrotti, eccetera).

3) Reni. I reni nell’ipertensione c’entrano sempre. Quindi sicuramente, come scritto prima, bere almeno 2 litri di acqua. Acqua, proprio solo acqua. Non lavereste mai l’auto con succo di frutta del supermercato o con del chinotto… Anche centrifughe o estratti vanno bene.
Aggiungete un aiuto drenante come LVS16 Labor (30 gocce 2 volte al giorno entro le ore 15) oppure Linfabet (in bottiglie, seguire le indicazioni sulla confezione): se prendente un anti-ipertensivo chiedete prima conferma al medico.

4) Stress. Sempre presente in caso di ipertensione. Andrebbe affrontato e risolto il prima possibile, con l’aiuto di un terapeuta (psicologo, consulente di Metamedicina, counselor, terapeuta di EFT, eccetera), magari anche con l’aiuto di rimedi naturali come ad esempio: Stress Stop Bush Flower (7 gocce mattina e 7 sera lontano dai pasti), Ginelact di Leo (ottimo per l’emergenza: 1 goccia in bocca ogni minuto finché si sta meglio), E13 Melissa Alkaest (5 gocce per 3-5 volte al giorno direttamente in bocca). Anche Magnesio completo può aiutare molto, sopratutto se soffrite di stitichezza. Sono solo alcune idee.
Il sonno riveste un’importanza capitale in caso di ipertensione: va risolta a breve, magari con magnesio o erbe rilassanti inducenti il sonno (melissa, biancospino, escolzia ad esempio).

5) Stitichezza. Va risolta assolutamente, in quanto molto spesso è una concausa pesante. Provate a leggere il mio articolo in merito. Ho visto molte persone risolverla con Hericium della Avd, 1-2 cps al mattino. Nota bene: regolarità significa andare OGNI giorno, non 6 giorni si e uno no.

RIMEDI: ALCUNE IDEE
– Consiglierei subito il Reishi in quanto è eccezionale anche se ci vuole un po’ di tempo per fare effetto, ma lavora su tutto (fegato, reni, ipertensione, stress, antiossidante, eccetera): meraviglioso quello della AVD, 3 al mattino con vitamina C. Da evitare se si prendono anticoagulanti o anti-ipertensivi.
– Olivis del dott. Giorgini : leggere le istruzioni sulla confezione
– Auricolaria per rafforzare i vasi (prevenendo quindi rotture o infiammazioni, quindi ottima per dare sostegno ad un apparato sottoposto ad alta pressione). Ottima quella della AVD, 3 cps al mattino con vitamina C.
– Aglio va benissimo ma principalmente per persone con ossatura medio grossa, e comunque con carattere tranquillo. Lavora bene sulla pressione minima alta.
Magnesio invece lavora bene nell’ipertensione delle persone con ossatura piccola. Ottimo anche per persone agitate, nervose che non dormono bene.

METAMEDICINA
E per finire vediamo assieme cosa ci può raccontare un’ipertensione.
Solitamente indica un carico emotivo troppo forte, come ad esempio un problema che non si risolve, o anche emozioni di lunga data (rabbia, collera, paura), un dolore non espresso (come uno stupro, un aborto, un figlio illegittimo, eccetera). Può anche essere dovuto a delle emozioni represse (una delle prime è la collera).
Il mio invito è di trovare un bravo terapeuta e farvi aiutare, in quanto ho visto più persone risolvere o migliorare solo lavorando sulle tante emozioni che avevano bloccato.

Bibliografia
Guarire il fegato, Anthony William, Medical Medium
Il grande dizionario della Metamedicina, Claudia Rainville
Il tuo corpo implora acqua, F. Batmanghelidj
Micoterapia in Naturopatia, Stefania Cazzavillan
Ipertensione: prevenire e curare con il cibo, Paolo Giordo

Precedente Paura (Metamedicina) Successivo Denti e gengive: idee per la manutenzione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.