ASMA: Metamedicina e Naturopatia in soccorso

L’asma è una difficoltà respiratoria che si esprime con difficoltà di respiro, brusco restringimento dei bronchi e dei bronchioli per uno spasmo, un’edema o un’ipersecrezione bronchiale.
L’asma può essere bronchiale, allergica o anche nervosa (direi più emotiva).

Ovviamente è necessario un supporto medico, in quanto è una situazione che può rivelarsi pericolosa.
In affiancamento al vostro medico, vi lascio comunque alcune idee nonché consigli, soprattutto per capirne le motivazioni emotive che molto spesso sono nascoste dietro questo disturbo.

CONSIGLI DI NATUROPATIA
Consiglio sempre di controllare se sono presenti parassiti nell’organismo: un buon sistema è certamente la biorisonanza o l’elettroagopuntura secondo Voll, in quanto molto spesso si annidano anche al di fuori dell’intestino. Ma già da un aumento oltre i parametri degli eosinofili (esame ematico) si può ipotizzare che ci sia la loro presenza.
Nel dubbio di un’asma allergica, sarebbe buona cosa effettuare un prick test cutaneo per valutare la presenza o meno di allergie.
Un altro consiglio è di verificare la presenza o meno della candida nell’organismo: vedete di seguito uno dei miei articoli in merito. Nel caso sia presente, prendete in considerazione l’idea di pulire l’intestino da questa infestazione, in quanto complica notevolmente la vita.
Considerare anche una possibile carenza di vitamina D e/o di vitamina C.

RIMEDI NATURALI
Buoni rimedi sono l’Astragalus, lo zolfo (io consiglio MQC della Naturalpoint, composto da zolfo, vitamina C e coenzima Q10) e il meraviglioso macerato glicerico di Ribes Nigrum soprattutto per l’asma allergica. Anche il macerato glicerico di Viburnum lantana svolge un ottimo lavoro.
A livello di Spagyria consiglio il composito E64 della Alma (7 gocce in poca acqua due volte al giorno) assieme a E13 Lavanda Alma (7 gocce alla sera prima di dormire). Anche il rimedio HS103 della Herboplanet (1 tavoletta da sciogliere in bocca 2-3 volte al giorno) si rivela utile.
In caso di asma allergica oltre il Ribes, un buon prodotto è Allersol Herboplanet (2 tavolette 3-4 volte al giorno) assieme all’oligoelemento Manganese (1 dose sublinguale una volta la settimana per 14 giorni, poi due volte la settimana per un paio di mesi), e magari con E13 Lavanda (7 gocce alla mattina e al momento della crisi).

METAMEDICINA

L’asma può segnalare una sensazione di soffocamento: da un genitore, dal proprio compagno, dal lavoro, da un debito, dalla scuola, dalle aspettative di chi amiamo. Alcune domande da porsi possono essere:
Da chi o da che cosa mi sento soffocare?

In certi casi l’asma può segnalare anche un desiderio di avere su di sé l’attenzione, perché magari temiamo di essere abbandonati,messi da parte o esclusi. O anche un senso di colpa (conscio o meno) che ci impedisce di vivere in gioia e felicemente.
E’ possibile che io soffochi me stesso perché non voglio diventare autonomo affettivamente, in quanto credo di aver ancora bisogno dell’attenzione degli altri per vivere?
Come posso pensare di essere felice con quello che ho fatto? Come posso pensare di divertirmi quando c’è qualcuno che amo che sta soffrendo?

Vi consiglio comunque di consultare “Il grande dizionario della Metamedicina” di Claudia Rainville.

Precedente DISBIOSI INTESTINALE

Lascia un commento

*