SPECCHIO DELL’INNAMORAMENTO

Gli Specchi Esseni racchiudono il significato profondo delle relazioni umane. Comprenderli, significa conoscersi meglio attraverso le relazioni che intessiamo con gli altri e con noi stessi. Sono il riflesso di ciò che non abbiamo ancora risolto e si trova in conflitto dentro di noi.
Gli eventi e le persone della nostra vita sono qui perché in qualche modo le attiriamo. Essi non avrebbero posto nella nostra vita se non ci mostrassero parti della nostra immagine riflessa.

Uno di questi specchi è quello dell’innamoramento

Attraverso lo specchio dell’innamoramento noi rinunciamo a parti di noi per poter sopravvivere ad episodi ed esperienze della vita che ci hanno portato a vivere determinate ferite emozionali che non vogliamo più ripetere.
Possono venir prese, senza che noi ce ne rendiamo conto, o forse le perdiamo consapevolmente o ancor ci vengono portate via da coloro che hanno avuto un potere su di noi (ad esempio mamma e papà).
Mi posso trovare davanti a questo specchio quando entrano in scena nelle nostre vite persone dalle quali ci sentiamo inspiegabilmente attratti. Sembra un innamoramento, ma in realtà non lo è!

Per comprendere meglio questo specchio, ci sono alcune domande pertinenti che possiamo farci:
E’ possibile che la persona in questione mi mostra delle parti di me che sono andate perdute nel corso della vita?
Che cosa mi ricorda questa persona che attrae la mia attenzione?
Perché sento il bisogno di stare con quella persona?
Come mi sento vicino a quella persona?

Noi siamo attratti da coloro che possiedono ciò che abbiamo perso per rinforzare la nostra mancanza, fin tanto che non lo riconosciamo e lo recuperiamo nella nostra vita.
Quando questo accade, avviene perché l’altra persona ha qualche nostra qualità, qualche aspetto del nostro carattere, una “sensazione di familiarita’”che abbiamo perso con il tempo.
E’ come se, con il passare del tempo, con l’aumentare delle responsabilità, con l’aumentare degli anni, perdiamo o dimentichiamo qualcosa che ci appartiene (leggerezza, passionalità, gioiosità, vivacità, sensualità, etc) e il terzo Specchio Esseno serve a ricordarcelo!

Ogni rapporto è un rapporto con noi stessi e spesso si cerca di recuperare ciò che si è perso, dato via o che ci è stato sottratto come ad un bambino. Tutto può essere recuperato all’interno di sè.

Sono davanti allo specchio quando:
1-provo innamoramento per qualcuno o qualcosa.
2-idealizzo una persona, un idea, una causa, ecc e ne divento dipendente.
3-mi attiro relazioni non solide.

Una volta individuato il sentimento che sta alla base è possibile comprendere l’evento scatenante che ha portato ad attivare questo specchio e disattivarlo.

PAOLO SEGULIN

SPECCHIO DELLA PERFEZIONE
http://metamedicina.altervista.org/specchio-della-perfezione/

SPECCHIO DEL GIUDIZIO
http://metamedicina.altervista.org/i-sette-specchi-esseni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*