Semi di Chia

I semi di Chia sono frutti prodotti da una pianta originaria del Guatemala appartenente alla famiglia Lamiaceae, Genere Salvia, specie hispanica, ed appartiene alla stessa famiglia del rosmarino, del timo, della menta, della melissa, della santoreggia, della lavanda e della maggiorana.

In realtà non sono nulla di nuovo nel mondo, ma per noi occidentali è un regalo inaspettato, in quanto questi semi contengono molti nutrienti e sono di aiuto per integrare la nostra scorta di fibre pur non contenendo glutine. Vediamone assieme le proprietà:

images3MT185YD

– Contengono incredibilmente tutti gli aminoacidi essenziali, oltretutto in maggior misura rispetto ai cereali (particolarità che porta la persona ad avere meno fame);
– E’ la migliore fonte di Omega 3 (superiore all’olio di Lino), importantissimi acidi grassi essenziali, più che fondamentali nella nostra alimentazione in quanto aiutano a ridurre i livelli di trigliceridi, proteggono il cuore, preservano la memoria ed hanno un potente effetto antinfiammatorio (che è molto importante nella nostra società moderna, basti pensare a colite, ipotiroidismo, ipercolesterolemia, diabete senile, gotta, eccetera..);
– Contengono veramente molte fibre, più che essenziali per vivere in buona salute (pensate agli studi che dimostrano come aiutino a prevenire il cancro o come siano di supporto in patologie diabetiche o prediabetiche);
– Discreto contenuto di minerali: manganese, magnesio, ferro, selenio, fosforo, calcio.
– Presenza di antiossidanti utili come la quercitina, che ci aiutano a proteggere il nostro organismo dai danni cellulari causati dai radicali liberi.

In pratica i semi di Chia ci permettono di fare scorta dei preziosi Omega3, delle fibre ma ci aiutano anche a ridurre la pressione sanguinea e a controbattere l’eccessiva presenza di zuccheri nel sangue (riducendo anche l’insulinoresistenza, quindi sono ottimi anche per la sindrome metabolica).

I semi di Chia si possono usare in qualunque alimento, avendo un gusto delicato ed anche in considerazione del fatto che ne bastano pochi (un cucchiaino raso al giorno è sufficiente). In ogni caso è meglio consumarli crudi per non disperdere le loro incredibili qualità.
Essendo delle vere e proprie spugne è consigliabile lasciarli immersi nell’’acqua per almeno 10 minuti oppure avere l’accortezza di bere un bicchiere di acqua con il loro utilizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*