Domanda: che marca di oli essenziali?

Leggo sempre articoli sugli oli essenziali, ma non so che caratteristiche devono avere per essere di qualità. Potete aiutarmi? Grazie Anna

Per prima cosa è importante ribadire che un costo alto non garantisce la purezza del prodotto. Un costo basso invece, magari identico per essenze diverse, può rivelare la sua scadente qualità.
Un buon olio essenziale dovrebbe avere un prezzo medio-alto (servono tonnellate di fiori per produrre pochi ml di Neroli, tanto per fare un esempio), dovrebbe essere biologico garantito, deve essere in un contenitore di vetro scuro per preservare il prodotto.

L’aroma rimane comunque il metodo migliore, dopo quello chimico, per riconoscere la qualità; ci vuole un po’ di allenamento e un buon termine di confronto, anche perché gli oli essenziali (anche di una stessa sostanza) variano molto a seconda della zona di raccolta, dell’annata e del metodo di preparazione.

Il mio consiglio è di iniziare con marche conosciute e di facile reperibilità, oltre che di bontà certa, come: Vitalis, Primavera Life, Vegetal Progress, Erba Voglio e Lakshmi tanto per fare alcuni nomi (non conosco tutte le marche, magari con il tempo ne aggiungerò di nuove: queste per me comunque sono le migliori). Poi con il tempo e con il loro uso vedrai che ti accorgerai a “naso” se il prodotto è buono o meno.

Precedente Maschere viso per una pelle nuova Successivo

Lascia un commento