Vit.C, Zinco e Liquirizia per il Coronavirus – Walter Pansini

Un rimedio antivirale naturale generale, di grande efficacia è la vitamina C, che per la sua azione di potente antiossidante permette al corpo di mantenere un’ottima efficienza, ed in particolare per combattere i virus, mentre lo stress (come la paura), crea infiammazioni, che inibiscono questa efficienza. È fondamentale associarvi lo zinco, particolarmente capace di impedire le infezioni respiratorie o perlomeno il raffreddore, oltre che accelerarne grandemente la guarigione. Lo zinco è importante dopo i cinquant’anni, per l’azione sull’ipofisi, “regista“ di tutto il mondo ormonale, che ci dà efficienza ed energia, ed è quindi l’integratore fondamentale per restare in forma.

Quando scrivono vitamina C, è sintetica, e come tale ha un assorbimento intestinale bassissimo, che può essere migliorato un po’ solo dalla contemporanea assunzione di frutta, ma soprattutto di agrumi. L’assorbimento ottimale è invece della vitamina C naturale, che abbiamo un po’ negli agrumi, ma soprattutto nell’estratto di acerola, una sorta di ciliegia tropicale di cui troviamo il concentrato in pastiglie, in erboristeria. Contro il virus “cinese”, possiamo citare diversi studi abbastanza recenti (uno italiano), che attribuiscono alla glicirrizina della liquirizia, anzi praticamente al suo succo (le caramelline nere), un’azione specifica contro i coronavirus, in quanto ostacola il loro attaccamento alle membrane cellulari, oltre a stimolare la secrezione di interferone tra le cellule stesse.

Precedente Nigella per le allergie - Walter Pansini Successivo Paura (Metamedicina)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.