Pulizia zona bambini

Come pulire il ripiano del suo avventuroso seggiolone? L’acqua da sola non serve allo scopo ed i prodotti industriali hanno la scomoda prerogativa di lasciare uno strato del loro contenuto non propriamente “atossico”.
Allora facciamo come le nostre nonne: riempiamo uno spruzzino (di circa 400 ml) per ¾ abbondanti d’acqua e per il quarto rimanente di aceto, ci aggiungiamo 5 gocce di un olio essenziale (lavanda, tea tree, ravensare o menta), e poi spruzziamo le parti interessate rimuovendo lo sporco con uno straccio (avendo l’accortezza di lasciar agire un minuto o più, nel caso in cui lo sporco sia resistente).
Questo preparato è ottimo anche per pulire i suoi amati giocattoli (ovviamente non i pelouche) anche con l’aiuto di uno spazzolino da denti che non si usa più, ma non solo: infatti si rivela molto efficace anche per rendere brillante la zona cottura ed i ripiani della cucina.
Unica accortezza: fate sempre una prova iniziale su una parte nascosta, dato che certi oli essenziali possono lasciare macchie (anche se non in concentrazioni così basse).

Precedente Olio essenziale MANDARINO Successivo Rame-Oro-Argento: stanchezza ed abulia

2 commenti su “Pulizia zona bambini

  1. nanki il said:

    Mi avvicinò ai fiori di Bach, all’omeopatia, e mi presento un guaritore/sensitivo sloveno che mi disse qual’era il mio cammino di terapeuta.

    qual’era… è un troncamento quindi senza apostrofo… prima di studiare le erbe dovresti studiare la grammatica.
    gli spiriti ti accompagnino.

    • Gent.mo Nanki,
      mi spiace di averla turbata con le mie carenze grammaticali. Il mio obiettivo attuale è quello di aiutare gli altri e spesso mi capita di fare errori grammaticali. Diciamo che non sono perfetta, e che i miei errori sono un po’ la prova della mia autenticità.. un po’ come appare sulle etichette dei vestiti fatti a mano: “Eventuali imperfezioni sono la prova dell’autenticità di questo capo”. Questo bellissimo esempio me l’ha insegnato Claudia Raiville; per lei è importante fare qualcosa con il cuore, non farla perfetta. Buon tutto.

Lascia un commento