Fiori di Bach: istruzioni per l’uso

COME SCEGLIERLI?

Sono molte le persone che solo leggendo la descrizione dei fiori trovano subito quelli adatti per loro.
Ma se invece a voi capita di avere dei dubbi su che fiori assumere e vi sembrano tutti adatti (cosa che accade spessissimo) potete sceglierli usando il vostro intuito: potete ad esempio andare in un’erboristeria o farmacia/parafarmacia che li espone e chiedere se potete sceglierli direttamente dall’espositore, a caso, senza pensarci, lasciando via libera al vostro intuito. L’intuito è nato 5 milioni di anni fa, mentre la ragione ha solo 5.000 anni; provate a fidarvi di lui perché sa sempre cosa è bene per voi.

La mente intuitiva è un sacro dono e la mente razionale è un servo fedele. Abbiamo creato una società che onora il servo e ha dimenticato il dono.
Albert Einstein

Se non è possibile andare a sceglierli, potete ugualmente far lavorare il vostro intuito: scrivete i nomi dei fiori sui quali siete indecisi su altrettanti foglietti di carta. Mescolateli bene, poneteli sul tavolo coperti e poi sceglietene 2 o 3 a caso, senza ragionare, prendendo quelli che attraggono la vostra attenzione. E’ molto importante usare queste tecniche solo quando si è in equilibrio con sé stessi, senza emozioni predominanti (come la paura) che possono sminuirne l’efficacia.
Esistono anche delle carte in vendita che raffigurano i vari fiori, e che si usano scegliendone un paio a caso, dopo averle deposte sul tavolo; ma in mancanza di altro potete fare benissimo come sopra descritto.

Vi consiglio di approfondire l’argomento (con corsi o testi) se sentite che riveste un particolare interesse per voi, anche perchè ne vale la pena.

COME PREPARARLI ? (O FARSELI PREPARARE)

I fiori di Bach si possono preparare/acquistare in molti modi.
Solitamente si acquistano in farmacia/parafarmacia o erboristeria: vi consegnano una boccetta già pronta (preparata al momento da un farmacista) con tutti i rimedi diluiti in acqua e brandy. Altrimenti potete acquistare le stock bottle originali di ogni fiore che avete scelto, assieme ad una boccetta vuota da 50 ml con contagocce. Riempiete la boccetta per circa ¾ di buona acqua (meglio se con residuo fisso inferiore a 50 mg/litro solitamente reperibile nei negozi biologici; altrimenti potete usare una qualunque acqua oligominerale), aggiungete 4 gocce di ogni rimedio floreale e poi circa un cucchiaino di alcol meglio se biologico (oppure brandy, grappa, ecc.). In caso di bambini o di persone intolleranti all’alcol, potete usare al posto dell’alcol anche dell’aceto di mele. Agitare dolcemente la boccetta un paio di volte e il rimedio è pronto.

COME ASSUMERLI?

I fiori di Bach vanno assunti 4 gocce per 4 volte al giorno lontano dai pasti, a digiuno, sotto la lingua.
Consiglio sempre di usare al massimo 3-4 fiori per volta, non di più, per permettere loro di lavorare in maniera molto più efficace. Il tempo di utilizzo è molto indicativo e varia da persona a persona. Comunque se i fiori sono stati scelti per una problematica recente, usateli per circa un mese, poco più, poco meno.
Se invece i fiori sono stati scelti per lavorare con problematiche meno recenti, allora andrebbero assunti per un paio di mesi fino ad anche un anno.
In questo caso, prima di iniziare, vi consiglio di scrivere su un quaderno i motivi principali per i quali avete scelto questi fiori. Questo accorgimento è utile perché molto spesso a distanza di mesi ci si dimentica il motivo per cui sono stati presi e si finisce per pensare che non c’è stato alcun cambiamento. I fiori andrebbero tenuti lontani da fonti elettromagnetiche (cellulari, computer, frigorifero, tv, ecc.) in quanto il rimedio potrebbe annullarsi. Se dovete trasportarli a stretto contatto con un cellulare, avvolgeteli preventivamente nella carta argentata.
Inoltre la pipetta contagocce non dovrebbe mai toccare la bocca o altre superfici pena la possibile contaminazione batterica del prodotto.

Precedente Successivo

Lascia un commento