Costante paura

Viviamo purtroppo in un’epoca intrisa di costante paura, alimentata (a torto o a ragione, ai posteri l’ardua sentenza) dal mainstream, ovvero da tutti i canali di informazione disponibili attualmente.
La paura nasce da un’esigenza di sopravvivenza: se ho paura del burrone, avrò l’accortezza di camminarci lontano, se ho paura di scottarmi cercherò di maneggiare il fuoco con cautela, e così via.
Ma quando diventa costante, incontrollabile, quasi a livello inconscio, inizia a creare un sacco di problemi.

coraggio
Coraggio

Il nostro corpo per far fronte alla pericolo (reale o immaginario) di questa paura, si attiva modificandosi chimicamente per prepararsi a fronteggiare fisicamente la minaccia. Problemi emotivi/nervosi (attacchi di panico, insonnia, agitazione, rabbia, eccetera) e problemi fisici (solo qualche esempio come mal di testa, problemi al fegato, ai reni, perdita di capelli, infezioni batteriche / virali / micotiche, problemi respiratori, diminuzione della vista, tachicardia..).
In tutto questo sicuramente la nostra mente ci mette del suo, soprattutto in persone che di solito la usano molto: sarebbe utile ridurre la mole di pensieri di modo che la paura non venga più alimentata, oltre a naturalmente ridurre drasticamente la quantità di notizie che ci arrivano dal mondo.

Scuramente potrei consigliare la L.Teanina o la Rhodiola Rosea perfette per ridurre i pensieri, oppure anche il magico Ginelact DiLeo un fiore italiano che preso 1 goccia sotto la lingua ogni 1-2 minuti ci aiuta a superare il momento critico.
Ma in realtà potrebbe non bastare, soprattutto se ben radicata o presente da lungo tempo.
Allora ecco altre proposte, altri suggerimenti.
– Imparate ad usare la Tecnica EFT che modula, ridimensiona le tensioni emotive (cercate su You Tube la sua descrizione oppure cercate un terapeuta che vi insegni a praticarla)
– Iniziate a meditare, non necessariamente a mente spenta ma anche con l’aiuto di visualizzazioni guidate, oppure ripetendo l’OM di continuo, o anche la parola “Grazie”
– Durante la giornata pensate ripetutamente una frase che vi dona sollievo. Alcune proposte “Va tutto bene”, “Sta tranquillo e andiamo avanti”, “Con calma, sempre meglio”, “Se Dio è con noi, chi sarà contro di noi?, “Tutto posso in colui che mi da la forza”, “Respira a fondo, ora passa” e così via..
– Alzatevi (se siete seduti o distesi) e fate qualcosa di attivo come mettere a posto un cassetto, fare una camminata, giocare con il vostro cane o gatto, lavare i piatti, eccetera.
– Aiutate qualcuno: se siamo impegnati ad aiutare qualcuno non solo ci distraiamo nel tempo che lo facciamo ma aumentiamo l’autostima e di conseguenza il nostro pensiero volge verso lidi più ottimistici
Se avete altre idee o proposte scrivetemi pure, le aggiungerò a questo articolo.

Vi auguro ogni bene, un abbraccio. Susanna

Pubblicato da Susanna

Naturopata, Consulente ed animatrice di Metamedicina, aromatologa, floriterapeuta, numerologa, scrittrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.