Consigli in pillole: stanchezza autunnale

Quasi come in primavera, il cambio di stagione produce una certa stanchezza, tanto più se i salti di temperatura sono violenti, tanto da produrre subito i primi malori da raffreddamento. Un buon aiuto ci arriva dalla clorofilla liquida, che viene addirittura considerata dopante dal CONI, perché aumenta in un’ora le prestazioni atletiche in quanto migliora del 20% l’utilizzo dell’ossigeno agendo sia sui globuli rossi che sui mitocondri, le centraline energetiche delle cellule. Solitamente la Clorofilla (io suo quella della Di Leo) la si usa nella quantità di 20-35 gocce in un bicchierone di acqua tiepida lontano dai pasti, ma comunque entro e non oltre le ore 15, in quanto tende a risvegliare non solo il corpo ma anche la mente. La Clorofilla si rivela adatta pure per i bambini, ma con dosaggio più basso, dalle 15 alle 20 gocce.

Anche la mancanza giornaliera di un esercizio fisico fa diminuire il numero dei mitocondri e quindi anche teoricamente la disponibilità di energia. L’esercizio fisico una volta giorno per 15-30 minuti, dà al corpo un segnale di stimolo sufficiente (anche andare su e giù per le scale), ma bisogna arrivare all’affanno, al sudore e facendolo metodicamente dà brillanti risultati, non solo sulla pancia e “fondoschiena”. Non occorre fare esercizi tremendi o massacranti, basta anche seguire una lezione di stretching su yotube. Con un minimo di costanza i risultati non tarderanno a venire.

Ecco alcune proposte:
https://www.youtube.com/watch?v=irQipjYfcH4
https://www.youtube.com/watch?v=eHL8nSQMh3g

Buon autunno

Precedente Mal di testa? Forse è il Wi-Fi Successivo Rooibos

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.